Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

martedì 18 gennaio 2011

Noi

Parole che tagliano come sentimenti spezzati e ricomposti nel mare di te.
Qui tra le mie mani che t’accarezzano e ti toccano in modo inconsueto,
inebriante, inatteso, il tuo sguardo si perde nel vuoto.
Stai ferma, fa che le corde leghino la mente.
Lascia andare pensieri e paure.
Galleggi sospesa tra piacere e dolore.
Urli distesa in una resa totale.
Gocce di rugiada scendono copiose tra le tue cosce calde.
Il sapore del mare oggi è la tua pelle.
Finalmente attraverso le stelle e tu sei il mio universo.
Liberi


Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)