Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

domenica 26 giugno 2011

Il significato dei Tattoo in Giappone

Fiori di Ciliegio (Sakura ): Rappresentano la vita stessa.
 
 
La bellezza del fiore di ciliegio, per i giapponesi, sta nella forza che ha per sopravvivere in condizioni climatiche difficili, eppure allo stesso tempo è un fiore estremamente fragile e la sua fioritura dura pochi giorni.
 Questa, secondo il punto di vista giapponese, è una rappresentazione di come la vita dovrebbe essere: credono che ogni giorno debba essere vissuto al massimo e che la consapevolezza della morte, invece di incuterci paura e sopraffarci, debba invece invogliarci a cogliere ogni momento della nostra vita e viverlo appieno.
Ma indica anche potere e bellezza: nel momento in cui l'uomo diviene consapevole della caducità della sua esistenza, riuscirà ad averne il controllo per riuscire a viverla al meglio, crecare quindi con le sue  azioni di renderla perfetta, virtuosa, bellissima, trealasciando le mere paure e e le false virtù.

 -Carpa (Koi ): Il tatuaggio della carpa è sicuramente uno dei più favoriti in Giappone.
Il mito che lega questo pesce in modo così forte all'arte del tatuaggio racconta che la carpa riuscì a nuotare controccorrente fino ad arrivare alla "porta del cielo" e qui fu trasformata in drago e, volando via, iniziò una nuova vita.
Questo disegno simboleggia la fortuna, il potere, l'ambizione e l'individualità.
Quindi se si è alla ricerca di un tatuaggio che simboleggia la lotta tra l'essere umano contro le avversità della vita, questo tatuaggio è sicuramente perfetto.Ma non solo.
E' un tatuaggio che significa anche perseveranza, impegno nella vita in tutto ciò che facciamo.



-Maschera Hannya (
般若): E' uno dei tatuaggi più tradizionali in Giappone: molti tatuaggi giapponesi prendono spunto dai racconti e dalle leggende del teatro tradizionale kabuki, come nel caso di questo tatuaggio
Hannya è una maschera demoniaca che raffigura una donna che per un amore non corrisposto si è vendicata del suo "non amante" e si è lasciata così consumare dalla rabbia.
Ma questa maschera non ha un significato malevolo come superficialmente si può pensare, anzi, tutto il contrario.
Questo tipo di tatuaggio si dice che allontani gli spiriti maligni e che porti buona fortuna alle persone che li indossano sulla loro pelle

Il Drago (Ryu ) : Il drago è la creatura mitologica più conosciuta e scelta negli horimono. Si pensa sia di origine cinese, ma viene comunemente associato alla mitologia giapponese. Essi vivono negli oceani, fiumi o laghi, ma hanno il potere di volare e regolano le nuvole e le tempeste (il fiato del drago si trasforma in nuvole, dalle quali ne scaturisce pioggia o fuoco). Si suppone che i draghi siano una manifestazione degli dei per apparire agli umani.





Si dice che i draghi siano composti da parti di differenti animali della terra:

  1. Testa di cammello.
  2. Naso di cinghiale.
  3. Criniera di cavallo.
  4. Squame della carpa (117 squame in totale di cui 81 Yang Buono e 36 Yin Cattivo).
  5. Corna di cervo, occhi di coniglio (o di tigre).
  6. Orecchie di toro.
  7. Corpo di serpente.
  8. Naso di oni.
  9. Bocca e barbe di tigre.
  10. Baffi del gambero reale.
  11. Pancia di conchiglie (vongole).
  12. Artigli dell'aquila.
  13. Coda di fenice.
 Questi animali sono in parte animali 'positivi', in parte 'negativi', nel drago Ying e Yang si bilanciano. Il drago maschio è rappresentato con la bocca aperta, la femmina con la bocca chiusa.

Quando il drago ha meno di 100 anni, è nero ed è un drago che porta solo gli ordini dei suoi superiori.

Il drago blu svolge il compito di messaggero degli dei, insieme alla tartaruga, la fenice e la tigre bianca. Come tatuaggio dona protezione dalle malattie, disastri naturali, porta fortuna negli affari.

Il drago verde ha più di 100 anni e appare come buon auspicio, porta vento e pioggia. Inoltre mette le ali.

I draghi rossi, marroni e viola. Dopo 700 anni il drago diventa bianco e dopo viene considerato un dio. A 1000 anni diventa d'oro e chi indossa un tatuaggio con il drago d'oro è una persona che si suppone abbia il suo potere e raggiunga l'immortalità.

Si suppone che i draghi siano una manifestazione degli dei per apparire agli umani. Spesso è rappresentato con in mano una sfera, che simboleggia il tuono.


Il Drago Celestiale governa sotto le istruzioni dategli dagli dei.

Il Drago Spirituale gestisce la pioggia e le tempeste.

Il Drago della Terra determina i corsi dei fiumi.

Il Drago dei Tesori Nascosti è custode dei metalli e delle pietre preziose.


da http://www.tattoomenow.com
Il drago è una delle quattro creature leggendarie che governano i punti cardinali. Sud Uccello rosso (Fenice), Est Drago, Nord tartaruga, Ovest Tigre.

Il Drago è il guardiano dell'est, si associa alla primavera, all'elemento acqua e all'energia positiva maschile Yang. E' nemico della Fenice (hou ou) che si associa all'elemento fuoco.

Il drago, vive sia nell'aria che nell'acqua, la sua figura viene adottata come protezione dal fuoco.

La figura del drago è utilizzata come buon auspicio ed è il simbolo di equilibrio.

Solitamente le raffigurazioni del drago sono associate alle nuvole che vengono chiamate Ling Zhi per la loro forma che assomiglia appunto ad un fungo che ha questo nome, esse sono auspicio di eterna gioventù.

Per l'accopiamento sfondo e fiori bisogna capire quale aspetto del drago interessa far uscire per studiare la combinazione giusta, anche perchè, i soggetti possono non avere un abbinamento floreale definito.
Il drago potrebbe essere contornato da fiamme e basta, da fulmini e basta... bisogna vedere cosa si sta citando(se si sta citando) quando si disegna il pezzo, se lo si vuole collegare all'esperienza pittorica della scuola "Kano", ad esempio, si rispecchieranno le regole classiche di quella scuola nel disegno, se poi voglio evocare un artista in particolare della suddetta scuola, si cercherà di disegnare un soggetto da lui pensato e farlo diventare un tattoo.

Le variabili sono migliaia all'interno delle "regole" . Per questo, lo studio del tatuaggio giapponese, richiede spesso l'impegno univoco da parte di chi lo vuole eseguire.


-Fiore di loto (Hasu ): è il loto. di molti colori diversi. E' simbolo di candore dell'anima ed è un simbolo mistico di grande stabilità vitale. In India è chiamato Renge. Ha fioritura estiva.

- Crisantemo (Kiku
): E' considerato, il simbolo del Giappone stesso. Va accostato a soggetti autunnali. Era il fiore della casa imperiale, il fiore delle spose, un simbolo di perfezione, bellezza e armonia.
Ne esistono di varie specie, da quelli commestibili a quelli arriciati, quelli che vedete di solito sono tipicamente stlizzati per i kimono. Quando avete dubbi, se ci sono in giro Momigi, le foglie di acero, i fiori sono quasi sempre crisantemi perchè fioriscono in autunno quando l'acero perde le sue foglie rosse.

-Fiori di pesco (Momo 
): la pesca è simbolo di longevità. Ha rami leggermente spinosi, le foglie sono di colore bruno e successivamente verde brillante. Fiorisce tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera. I fiori sono di colore rosso-arancione e continua a sbocciare per un paio di mesi fino all'autunno quando produce piccoli frutti gialli o rossi.
-Peonie (BOTAN ): le peonie sono fiori primaverili e vanno accostati generalmente con sfondi di acqua e rocce. Simbolo di Magnificenza imperatoriale, di tranquillità e serenità.












-Acero (Momigi/Irohamomigi ): è l'acero, simbolo dell'autunno. Le foglie sono spesso rappresentate al di sopra di una cascata. Cadendo in autunno il miglior colore per rappresentarle è il marrone.
-Leone (Jishi ): Jishi (Shishi) si traduce come leone o leone-cane, e si riferisce ad un animale mitologico dai poteri soprannaturali. Protegge i templi e rappresenta uno spirito forte, protezione in generale.












 Hebi  ,
 serpente simbolo di coraggio 












Il Qilin o Kilin 麒麟 :animale mitico portafortuna. Il suo corpo è ricoperto di squame come il drago, il corpo di unicorno con zampe da cavallo; considerato come la terza creatura più potente.











http://www.menstattooideas.net
da http://www.spiritustattoo.com

Hō-ō 鳳凰 la fenice giapponese, molto simile alla fenice che si vede dalle nostre parti. In cina il suo nome è  Fèng Huáng, in cui il Feng è l'uccello maschile, solare, lo yang e lo Huang quello femminile, lunare.  E' uno dei quattro draghi celesti ed è posto a guardia delle costellazioni del sud. Rappresenta il fuoco, la giustizia, la fedeltà, l'obbedienza ed il sole.
In Cina è intensamente connessa al drago (maschio). Alle volte rappresentati come nemici, altre come amanti perfetti.
La fenice è stata introdotta in Giappone probabilmente tra il 6° ed il 7° secolo avanti cristo durante il periodo Asuka ed è diventata un motivo di decorazione nel periodo Nara attraverso alcuni cambiamenti decorativi.
Come composizione del corpo c'è n'è una ad hoc su wikipedia: "ha un piumaggio colorato, una testa con grandi occhi allungati e un becco a punta leggermente curvo. Ha in pratica il becco di un gallo, la "faccia" di rondine, la fronte di una gallina, il collo di un serpente, il petto di un'oca e il dorso di una tartaruga, le gambe di cervo e la coda di pesce." 

I colori, sempre da wikipedia-enciclopedia libera:
Rosso:  Saggezza.
Bianco: fedeltà
Nero: carità.
Giallo: onestà.
Blu: amicizia.




NB: questo post, più che di mia scrittura è un bricolage di diversi pezzi presi in rete che in alcuni siti trovavo incompleti e che spero così, possano meglio spiegare il significato dei disegni.

Fonti
wikipedia

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)