domenica 27 novembre 2011

La trappola dell'abuso.

Comportamenti limite, riscontrati in rete e nella vita reale che si sono rivelati pericolosi e che hanno rivelato un possibile serio abuso o  per lo meno, un gruppo di persone che non pratica bdsm ma che sotto queste spoglie, cerca persone inesperte con cui "divertirsi".

La ragazza curiosa si avvina a questo mondo. Prima domanda che si pone, a chi chiedere per capire dove cascare o per farsi un'informazione?

Ovviamente ai "Master" quotati nelle varie comunità e qui casca il primo asino. Non ci sono comunità, ci sono circoli particolari o siti particolari a tema dove i vecchi ed i rampanti giovani si fanno strada più per il sentito dire che per la "qualità" di quello che propongono. All'interno di queste "non-comunità" vi è un certo numero di persone che gravita intorno ad ogni singolo leader, vero o presunto. Quindi dopo aver fatto un bel giro per la rete, avendo SOLO letto i siti italiani, spesso superficiali e propagandistici, vanno a chiedere chi siano "i qualificati" a cui rivolgersi per una possibile avventura reale.
Ovviamente quelli come me saranno subito motosegati. Semplicemente perché ho sempre combattuto non solo contro l'abuso ma semplicemente contro la parvenza del medesimo. Se non vi sono comportamenti dubbiosi, non vi sono nemmeno abusi possibili, mi pare chiaro. Alle volte l'ho fatto anche sopra le righe ma di queste "persone" non voglio in nessun modo essere circondato nemmeno a grandi distanze.

Tornando all'inesperta pulzella, sarà difficile che troverà interlocutori direttamente in alto ma piuttosto ai già plagiati o ai confidenti o ai componenti della "cricca" che dedicano il loro tempo a procurare vittime al capo. Alla domanda a chi potrei rivolgermi, è una persona sicura? Gli verrà risposto tizio, il capo indiscusso e chiunque lei abbia intorno confermerà l'indicazione. In effetti è già caduta nella rete, il solo problema che si pongono adesso è quello di vedere se dalla rete riusciranno a farla finire in padella.

Una volta che sarà stata introdotta, comincerà lo stesso identico giochino già descritto. Un boom di attenzioni, un distacco da opinioni e realtà differenti, l'impossibilità di avere dialoghi con altre persone senza "permesso" e lentamente un controllo totale della vita e le attività di tutti giorni. Questa roba è cosa quasi giornaliera. La scorsa settimana chiedo ad una lettrice di FB il nick precedente e mi risponde che prima deve chiedere al master. Questa persona per quello che mi riguarda è già sotto abuso. Fintanto che ci si limita al "gioco di coppia" (da non confondersi con il vanilla), è un conto, ma quando questo si applica ad ogni aspetto della vita diventacome minimo pregiudizievole. Abusivo, sicuramente possibile se non certo. In altre parole in BDSM pur essendo un rapporto di dominazione/sottomissione deve garantire integrità attraverso la libertà e non attraverso il condizionamento mentale. Un conto è far vedere o vivere un aspetto possibile ed anche estremo della vita sessuale e dei rapporti di coppia, un conto è usarne la scusa per avere la maschera del top e poter abusare della sottomessa. Pochi purtroppo ci arrivano.
Ecco perché insisto a dire da SEMPRE che le schiave non esistono. La schiavitù è stata bandita e grazie a Dio che è così! Quando si parlo di non modificare in modo permanente una persona non ci si deve limitare al segno sulla chiappa destra o su una coscia ma anche a quello che non si vede sopratutto se si parla di salubrità mentale. Un master, un top, non è quello che ti deve condizionare è quello che ti deve rendere LIBERA non sottomessa. Il mio controllo è limitato al tuo piacere di esserci e credo, forse con presunzione, che dovrebbe essere così per tutti. Poi chiaro, c'è a chi piace caldo o freddo, le corde o le catene, la frusta, il paddle o le mani. Il lato A, il lato B, il lato C, D, E o F ma questo fa parte del gioco e dei gusti personali e non ha NIENTE A CHE VEDERE con l'approccio ed il modus di metterlo in pratica.

La cosa assurda in tutto questo casino è che siete voi che praticamente vi infilate nelle braccia del carnefice. Avete bisogno di controllo, avete bisogno di sicurezze, avete bisogno di una figura autoritaria che vi indichi la strada, avete bisogno di un sentimento di appartenenza e di poter vivere senza tabù e siete fregate. Lo siete in partenza anche perché se non ne uscite "Stoccolmate" e quindi incapaci di una reazione, ne uscite intimorite o distrutte e la sola possibile cosa che davvero vi interesserà, sarà quella di ricostruirvi una vita e dimenticare.

Adesso vi ho messo paura? Bene! Mi auguro di averlo fatto. Chi siede su una cattedra è pericoloso, chi si impone al mondo ed a tutti e non lascia gli interlocutori liberi di valutare è pericoloso. Vero, non sempre questo arriva all'abuso, di certo è che se c'è puzza di bruciato, vuol dire che qualcuno ha lasciato qualcosa in forno. Si tratta solo di stabilire cosa. Magari era un semplice avanzo o invece un bell'arrosto: tu!
Adesso avete tutti i metri di valutazione per poter riconoscere, per poter decidere a chi avvicinarsi, per poter decidere di staccarsi, per poter approfondire e non di prendere alla lettera quel che scrivo. Per poter ampliare le vostre conoscenze, per poter saper valutare quanti abusi vi sono purtroppo nella vita di tutti i giorni e non vengono rivelati. Poco importa che voi siate intelligentissimi, che abbiate una laurea o due, che abbiate un lavoro affermato o un bello stipendio o salario. La leva che l'abusivo fa è direttamente dentro le vostre paure ed i vostri bisogni sentimentali. Scardinerà ogni certezza o dubbio per sostituirlo con le sue certezze a quelle che tu dovrai adeguarti. Non c'è cosa più subdola e pericolosa di un nemico intangibile ed invisibile. Di per se è semplicemente un nemico che non c'è e ci cadete.

Siate liberi e non aggiogati.

Post correlati:
http://www.mastrodesade.org/2011/11/condizionamento-mentale-ed-abuso.html
http://www.mastrodesade.org/2011/02/bdsm-verita-ed-abuso-sindrome-di.html

4 commenti:

  1. come non essere completamente d'accordo con te...? grazie per queste informazioni indispensabili, e grazie di far riflettere un po' di persone che non hanno le idee ben chiare....

    RispondiElimina
  2. provo solo a fare un po' di divulgazione. se ne salvo una ho fatto anche troppo ma è dura, parecchio.

    RispondiElimina
  3. Grazie, grazie davvero tantissimo per la paura che infondi e fai bene a dire queste cose. Però a me è capitato un master del tutto opposto a quello che tu descrivi. Cioè, ho avuto un solo incontro finora. Un uomo educato, gentile, intellettuale...mi ha pure "testata" leggermente e mi ha detto che sarei stata una schiava meravigliosa. Poi però col tempo, invece di volermi rivedere ha messo avanti scuse tipo impegni di lavoro, problemi di salute,...e anche il fatto che non ha la giusta disponibilità per guidarmi in questo percorso. Fin dall'inizio mi ha detto che lui non si innamora, che è insensibile. Forse ha avuto paura di ciò che io ho sentito già in quel primo incontro? Per me è stato emozionante e sentivo molta affinità con lui. Però dopo lui se n'è uscito con tutti questi discorsi e ha fatto un passo indietro dicendomi che posso fare questo percorso con un'altra persona. Come mai? io non capisco, sono rimasta malissimo. Magari mi avesse plagiato, cambiato la vita, fatto soffrire! Era questo che io volevo, un master, non un principe azzurro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e capita ma magari non l'hai attizzato abbastanza o forse non era un master e non sapendo come comportarsi, ha solo bluffato :). chissà :)

      Elimina

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)