Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

domenica 9 giugno 2013

Sesso: ma cosa non ti piace?


Premetto che
non è un attacco a nessuno, ho solo tratto spunto da una discussione piacevole su un blog che seguo con piacere. Ribadisco che sono "nato" in nord europa dove le ragazze hanno un'altra educazione, civica e sessuale.
La differenza maggiore è l'affrontare le cose perché li per me è stata una continua gara a dare. Non importa se se non mi piace, piace a te, ti fa godere, lo faccio perché il maggior piacere è che tu goda così se tu godi, fai pure godere me. Incasinato? No. Funziona se entrambi la pensiamo nello stesso modo.
C'è un problema di fondo però che se una cosa non ti piace e all'altro si alla lunga diventa stancante e l'unico modo è quello di rassegnarsi o fare in modo di farsela piacere ed il punto è: come? o.O
Ti svegli la mattina con l'uccello duro, lei non ha voglia ma si china, ti tira un pompino e a seconda di come s'è svegliata beve o meno. Alla fine tu hai goduto ma lei no. Tutto il mondo è paese alla fine per alcune cose. Tu adori l'anal, lei ne ha paura oppure dietro ad un tentativo sbagliato da uno inesperto, non lo vuole più fare. Ha urlato talmente tanto che proprio nel culo non ci vuole nulla. Oppure qualcuna che proprio dello sperma non ne vuole sapere. Le pace sulle tette, le piace nelle mani e le piace dentro ma in bocca no! Proprio l'idea dello sperma le fa proprio schifo. E se tocca a te e ti fa schifo leccare la fica? Già, ci sono donne che quando godono si bagnano come dei laghi, ci sono donne che squirtano ed è un vero e proprio casino. Se poi è una sveltina senza prima aversi fatto una doccia, quel genere di sesso proprio non ti va giù.
Il punto è che a nessuno o quasi piace l'idea che ci sia qualcosa che all'altro/a non vada a genio. Sesso è divertimento, passatemi il termine. Sesso è piacere e deve esserlo per entrambi.
Ora, siccome non sono dio quello che posso dire è come ho risolto alcune di queste cose ma sono un dom ed ho un carattere forte. Mi obbligo a fare cose che non mi piacciono fino a che mi piacciono.
Quindi ho leccato e rileccato fintanto che la testa lentamente non ha associato il lago con il piacere, l'odore con il piacere ed è stato facile alla fine. E' un trucco psicologico ma funziona.
Adesso la parte contraria, come far piacere lo sperma a chi non piace? Il sistema è lo stesso, quello più usato è un 69 al contrario che gli antichi romani chiamavano irrumatio. Lei sotto, forzata al sesso orale, scopata in bocca. Si ma non abbastanza. Le sue gambe passate sotto le braccia che il culo si sollevi e che entrambi i buchi siano a tiro di lingua e di dita. Facendo un bel lavoro, li, fino a che lei non esploda e su e giù in quella bocca cercando di sincronizzare il tuo con il suo. Così quando lei esplode lo fai anche tu. Lo strano è che se non levi il cazzo è che difficilmente la lei di turno non ha mai levato la bocca anzi. E'
rimasta li succhiando come mai non prima durante l'orgasmo bevendo l'ultima goccia ed alla fine dallo schifo mi sono di nuovo sentito dire (sempre, garantito): ancora, rifacciamolo. Così da quella volta lo sperma non è diventato un taboo   anzi, piacere puro. La testa ha associato il seme al suo piacere e non ci sarà più modo di cambiarlo. Certo, non pappare asparagi prima di inondarla.
Adesso qualcuno dirà e l'anal? Quello è anche più facile, non c'è la bocca nel mezzo ed il relativo sapore, quindi lingua e dita, sempre più intenso sempre più lingua fintanto che non solo si sente sicura ma è talmente rilassata da arrivare lei a chiederlo. "Inculami."
Altre soluzioni? Non ne conosco ma il risultato è che abbiamo imparato e che durante, molto è diventato piacere comune e non solo soddisfare l'altro/a e se non è piacere questo, che cazzo è? :)



Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)