Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

lunedì 30 settembre 2013

Obon お盆 i giorni delle lanterne

Un'antica storia buddista narra di un monaco che aveva spesso delle visioni. Un giorno "Moruken", vide sua madre morta che soffriva la fame e gli fece in dono del riso. Era un giorno d'agosto e quel giorno divenne leggenda.
Così ogni anno tra il 13 ed il 16 agosto, si celebra la festa dei morti che viene chiamata お盆 Obon – Festa delle Lanterne.

Il primo giorno (Mukaebi 迎え火), si pulisce la casa in attesa di un ospite, si profumano gli ambienti con incenso, decorando il tutto con frutta e piante sacre. Infine si accendono fiaccole e lanterne. Questo aiuterà le anime a ritrovare la propria casa e si preparano e si mangiano spaghetti.

Il secondo giorno, il 15, chiamato Obon お盆 e che quello vero e proprio, si va nei cimiteri portando offerte di cibo e si prega per i defunti e anche per se stessi. E' pure il giorno in cui si vanno a trovare i propri parenti e si preparano pasti che verranno consumati interamente assieme, viene anche "Ikibon, l'
Obon dei vivi".

Nell'ultimo, il 16, l'Okuribi 送り火, si accendono di nuovo le lanterne e le fiaccole ed i fili di canapa ma sta volta per aiutare le anime a fare il viaggio opposto. Alla fine della giornata viene eseguita una danza tipica, chiamata Bon Odori, intorno ad un fuoco. Le ragazze indossano lo yukata 浴衣, un kimono leggero estivo che viene messo anche quando si sparano i fuochi d'artificio (hanabi), in altre occasioni.




Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)