sabato 8 marzo 2014

Il decalogo di un bischero parte II

M'hanno appena fatto notare che il "furbo" ha anche scritto un decalogo della schiava...
Se c'è qualche altro bischero che scrive sfondoni del genere e qualcuno seguita a pigiare mi piace, magari segnalatemelo che così ci facciamo 4 risate con una buona dose di compassionevole rammarico per il leggerla on line.






IL DECALOGO DELLA SCHIAVA

1- Scegli il tuo Padrone: la schiava decide il suo Padrone e non l’inverso. E’ la schiava che innanzitutto deve essere sicura della persona cui decide di affidarsi e donarsi, La sottomissione e l’obbedienza non devono andare e non possono andare al primo che capita, ne va della tua sicurezza e della corretta evoluzione del tuo spirito di schiava.
2- Non desiderare altro Padrone: accorgersi di desiderare di appartenere a un altro Padrone è un errore capitale. Non deve accadere, ma se accade il legame che hai con il tuo Padrone è spezzato. Abbi il coraggio di ammetterlo a te stessa e a Lui, e di trarre le necessarie conseguenze. Ignorare la situazione sarebbe insultarlo silenziosamente mentre tu langui nell’insoddisfazione.
3- Il piacere del Padrone è il tuo piacere: nulla deve darti più piacere della sensazione di aver completamente soddisfatto il tuo Padrone. Egli è il tuo piacere.
4- Abbi fiducia totale nel tuo Padrone: ogni Suo desiderio è legge. Se ti sei sottomessa a Lui ha intuito che era il Maestro adatto a te. Pertanto non puoi mettere in dubbio alcun Suo ordine. Qualsiasi sia il suo volere è la tua missione, la tua crescita, il tuo piacere ma sopra ogni cosa, la Sua soddisfazione.
5- I tuoi limiti non siano limitanti: non pensare mai di avere dei limiti perchè appartenere significa anche sapere andare oltre pur di soddisfarLo. 
6- Non cercare di imporre al Padrone ciò che desideri: è il Suo volere che desideri compiacere, è la Sua soddisfazione che ti rende felice. Lui saprà ricompensarti.
7- L’umiliazione non esiste: un vero Padrone non ti umilia, ma ti valorizza e ti insegna cose nuove su di te.
8- Il Padrone non ti appartiene: non puoi pretendere nulla da lui, a parte il rispetto. Ogni gesto, emozione o cosa che deciderà di donarti, sarà un regalo prezioso da accogliere con la gioia che merita.
9- Cura il tuo corpo meglio che puoi: il tuo corpo appartiene al tuo Padrone, trattare superficialmente una Sua proprietà sarebbe un atto irrispettoso.
10- Apprendi dal tuo Padrone in ogni istante: sii ricettiva e assorbi come una spugna tutto ciò che puoi dal tuo Padrone, interpreta i suoi comportamenti, studia i suoi voleri, ripassa i suoi insegnamenti. Ricorda che Egli è il tuo Maestro anche quando non ti istruisce espressamente.

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)