sabato 8 novembre 2014

Libri scritti a cazzo

Giorno.
Mi è arrivata una richiesta di cliccare su una pagina dell'ennesimo libro sullo shibari. Ovviamente la cosa mi ha incuriosito e sono andato a leggere la prefazione sull'immagine pubblicata.
Sono circa 150 parole e guardando bene non si può non notare il numero di errori presenti nel testo. Alcuni sono talmente pacchiani che se avessimo fatto questi errori in III media, ci avrebbero dato un bel 4 in italiano.

Ok, ok. Qualcuno avrà da ridire su come scrivo io. Insomma il solito: "ma da che pulpito viene?"
Beh, qui non vi è nessuna pretesa ed obbligo di scrivere correttamente ed anzi, spesso mi diverto ad inventare parole o rispolverarle dall'italiano volgare a partire dal 1100 tanto per farsi due risate. Già perché la volpe è stata vorpe e pure gorpe. Il tentativo volgare di tramutare il verbo ire in un presente attraverso l' "imo", andiamo. Cosa quanto mai impossibile ma di indubbia valenza. Insomma qua regna il: "Se lo sapessi, lo dissi" come pure un: "Vadi, vadi", di fantozziana memoria.
Troppo complicato dover stare attenti alla punteggiatura ed alla forma ma in un libro che pretende di parlare di corde e di sensazioni e comunque un libro, questa grammatica no, non va per niente bene.
Così se la prefazione è quella che ho letto, mi immagino le indubbie "porcherie" grammaticali che vi sono dentro.
Ora, nessuno mi ha detto se questo libro è a pagamento perché sarebbe il colmo. Qua nessuno paga. Non vi sono mercenari. Non ne voglio manco come amici su qualsiasi social network. Non voglio esagitati, gente che va alle feste per mettersi in mostra o dalle cui feste guadagna. Oddio vorrei fare un appunto. In generale le feste vanno bene se organizzate in modo onesto in locali pubblici dedicati. Dico solo che il bdsm come il sesso e le relazioni non hanno costo. Non deve circolare denaro.
Arrivati alla fine vi sarete accorti che non ho fatto il nome del libro che "ha bisogno di pubblicità", come mi hanno riferito.
Non si sbagli manco per un ennesimo attacco personale. Non lo è. E' solo un commento a qualcosa che mi hanno messo sotto gli occhi e di cui probabilmente, mi sarei mai sognato di andarlo a cercare.

Così magari viene fuori un bel gioco enigmistico. Lo trovate da soli? Ho sbagliato?
Alla fine però è pubblicità pure questa. Come si dice: "parlatene male ma parlatene." ;)

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)