sabato 28 marzo 2015

Naturalismo e amore. Quando il bdsm funziona e quando no


Perché il bdsm è una cosa per pochi? Perché è così difficile da fare e vivere?
Bene, a mio modesto punto di vista il bdsm funziona solo in  due casi. Il primo è quando due persone sono semplicemente istintive e pure, con poca empatia ma ferocemente affamati di piacere. Non serve amarsi o cercare qualcosa in  più che vada oltre al letto letto. Conta di più la fisicità che la  profondità e in session "deve" funzionare.  Il minimo indispensabile.  Come disse "un'Arlecchina che si confessò Burlanda, non ne ho mai abbastanza". La rima non è voluta ma veramente è ita così.  Una persona "vuota" in cerca di sesso in  ogni sua forma e perversione senza niente altro. Non giudico, ognuno vive la vita come la sente,  dico solo che non è per me. Nel caso,  quando ci si incastra anche per futili motivi,  funziona ed anche bene.
Sull'altro lato c'e invece un primo bisogno di intesa empatica per passare a quella sessuale.  La fisicità passa in secondo piano.  La differenza tra questi due tipi di approcci non è necessariamente grande ma lo è nei risultati.  La persona del I tipo che si trova a fare cose inusuali, poco gli importa di riflettere.  Se una pratica o una situazione gli da piacere, lo fa e lo rifà per curiosità e soddisfazione fisica. La persona del II tipo ha invece qualche problemino in più.  In genere deve affrontare se stessa nel conflitto educativo del giusto e dello sbagliato e se quel legame con il partner funziona,  allora dopo la riflessione diventa crescita. Se non c'e legame è molto difficile che quello che si scopre di se sia fonte di auto accettazione e quindi di crescita.  Come mi disse la mia amata psicologa, per ogni persona che ha dei gusti inusuali o fuori dai canoni, il passo più difficile è quello di scoprire chi veramente sei. Sei un giorno scopri che fare sesso con qualcuno del tuo stesso sesso è più appagante dell'eterosessualità, poco male e si fa per dire. Alla fine ti "tocca" ad accettarti se vuoi una vita sessuale felice. Nel bdsm no. Il bdsm non ti da una scelta di indirizzo ma rimane caotico. Puoi scoprirti bisex e pure switch e all'interno di questo, piacerti pure un sacco di pratiche in  conflitto l'una con  l'altra. Una mattina ti svegli dopo una session e non sapere veramente chi cazzo sei. Terrificante. Ecco, se non hai un legame,  il rifiuto di quello che si è scoperto di se è spesso distruttivo del rapporto e un susseguente ritorno alla normalità con un "non è per me". Il "famolo strano" è decisamente meno impegnativo ma non da crescita. La profondità del rapporto ti permette di appoggiarti al partner se credi e ti senti legato/a a lui/ei e di affrontare le diverse sfaccettature di quello che scopri di te. Se non c'è niente o poco, inevitabilmente  il rapporto si scoprirà per la sua pochezza e finirà "tutto li". Insomma, questo il caso in  cui se la sostanza non c'è, non ci sarà mai e le parole dette magari per cortesia per mettere al proprio agio il partner con i vari mi piaci, a te ci tengo etc., ect,, vanno a finire nel vuoto che si portano dentro.
Ecco. Prima di entrare in questo circolo ristretto, pensateci bene e poi ancora. Potreste svegliarvi un  giorno e scoprire che la testa di cazzo che avete incontrato non è altro quella che si specchia la mattina nello specchio del vostro bagno. Non a caso si dice: "chi semina vento, raccoglie tempesta". Insomma,  seminate aria, che cazzo raccogliete quando quell'altro/a si accorge del trattamento?  :) 
Se vi va bene è un: "vaffanculo". :)
Poi magari vi domandate perché ho poca voglia di scrivere. Si trova così tanta falsità e superficialità che è inutile tentare di cambiarvi primo perché è impossibile. Dovreste prima capire voi in cosa sbagliate (se sbagliate ovviamente,  questa non è una  condanna ma un  discorso astratto), e poi avere voglia di affrontarvi ma di nuovo siamo al punto di prima.  Ce la fate da soli e se non vi fidate e non siete veri con il vostro partner come potete pretendere un  aiuto se non date niente?
"Per avere la differenza,  bisogna essere la differenza" e spesso costa. Citando me stesso. 
Adesso devo fare per forza un richiamo alla sostanza del bdsm. Che si parli di sadismo la cui filosofia è il naturalismo o che si parli di zen o di buddismo  l'armonia tra uomo e natura è un  pilastro profondo. Se si parla di De Sade, la concezione è ancora più profonda.
Non esiste niente di più bello di un rapporto d'amore tra un uomo ed un animale. Che abbiate un gatto, un pappagallo, un furetto o un leone, non importa. Il legame che si forma è senza né condizioni, né compromessi. 
Volete davvero capire come il genere umano ha capito davvero che l'amore è senza confini o specie? Andate in libreria e compratevi "Nata libera" (art. "Elsa, la leonessa che cambiò il mondo"), e leggetelo ed approfondite. Si, perché quella è davvero la storia vera ed artefice del cambiamento di mentalità.  Leone non a caso. In natura, noi siamo cibo l'uno per l'altro, eppure...
provate a mettere l'obiettivo di un amore senza condizioni perché è diverso da quello degli uomini. E' totale, senza tempo né spazio. E' la cosa più bella che amore possa definire. Ma quale è il più appagante?  Per amore tra gli uomini si uccide, per amore tra "animali" no se non in rari casi proprio perché la profondità è diversa. 
Ecco. Mi auguro che questa riflessione a voce alta serva a qualcuno e se volete, posso di sicuro farvi conoscere la storia di questi personaggi, tra cui ovviamente i due leoni.


giovedì 12 marzo 2015

Bdsm e le insospettabili scoperte di se stessi II

Giorno.
Il primo post ha fatto molto discutere nel bene o nel male e pertanto approfondisco.
Un'amica ieri aveva postato un estratto della prima scrittura su un social network, affermando che il piacere dipende dall'affiatamento o qualcosa di molto simile. Vero. Senza affiatamento non si va da nessuna parte ma non basta.

Il fatto compiuto che la domanda da porsi è la stessa: nel fare sesso è meglio fare qualcosa che ci piace o qualcosa che ci fa godere? E se ci fa godere e non ci piace, perché si gode?
Perché è meglio, molto meglio che "tu" mi "odi" piuttosto che tu mi "ami"? :)

Perché il settanta-ottanta per cento delle donne portate per la prima volta ad uno squirting, poi hanno problemi a riarrivarci?
Uno dei massimi geni dell'umanità disse: "La mente che si apre ad una nuova idea non torna mai alla dimensione precedente." Albert Einstein
Verissimo ma anche in questo caso è una contraddizione in termini o forse no? ;)
Chi é che nasce imparato? :) Nessuno. Per avere una mente che funziona bisogna in qualche modo riempirla. In altre parole, va educata.
Prendiamo un esempio abbastanza stupido. Se cadete, vi viene in automatico il riflesso di mettere le mani avanti per riprendervi con il drammatico risultato che vi potreste lussare l'ulna ed il radio all'altezza del polso o del gomito o ancora l'articolazione della spalla se non causarvi delle fratture serie. C'è un modo di cadere senza farsi male? Si. Quello più efficiente l'hanno inventato i giapponesi nel ju-jitsu o judo.
Caduta laterale sinistra
da http://www.ciskarate.it/it
Caduta di schiena
da http://www.ciskarate.it/it

Caduta in avanti
http://www.infojudo.com

I giapponesi sono così intelligenti che queste cadute le insegnano ai bimbi fino dalle elementari. Funzionano, evitano che vi facciate male e risparmiano sugli ospedali. Che gusto ci trovate a rompervi qualcosa? Nessuno credo. Una volta che le avrete fatte e rifatte le meccanizzerete senza più scordarvele. Avete educato la mente a rendere la giusta risposta ad un fatto inaspettato o nuovo.
Torniamo per un attimo allo squirting. Cos'è che lo rende per tanti così innaturale? Quando ho scritto per la prima volta di questa cosa, molti dicevano che amavo le donne che vengono come un uomo. Chi l'ha detto? Se una donna squirta, viene come una donna. Si tratta semplicemente di educazione. Nessuno a voi aveva ho a mai insegnato a venire. Tocchi, ecciti, vieni. Semplice. Questo però conferma che ci sono molti modi per toccare e per fare ed ognuno da risultati diversi portando al medesimo stato: il piacere e l'orgasmo in modo riduttivo.
Ti svegli ad una certa età (qualsiasi essa sia), e la testa avrà già meccanizzato l'educazione sessuale ricevuta. Non si piscia, non si sporca a letto, i fluidi no, etc., ect., ect.. La prima volta si ottiene un risultato perché la mente ancora non sa cosa succederà e se lo squirting arriva ci si gode. La volta successiva a quella stimolazione la mente ci arriva già pronta e mette le mani avanti. Blocca quella contrazione e anche se l'orgasmo è forte, non si lascia andare fino in fondo. Per ottenere dei successivi squirting (e quindi orgasmi ancora più intensi), bisogna rieducare la mente. Ecco, questo è il punto in cui poi la mente non torna più indietro, non prima. Ecco di nuovo perché preferisco che uno "mi odi" che "mi ami". Il mio "compito" è quello di rieducare la mente ad acquisire la libertà legata all'educazione della società. Per questo alle volte, bisogna "forzare", ordinare. E' una specie di "costrizione" che ti obbliga ad affrontare te stesso/a ma sei tu che ti scegli il maestro... bdsm in 20 aforismi zen.
Indubbio è che ci si lascia andare con chi si ha confidenza, con chi ci si fida e ci sente sicuri. Il rapporto "di coppia" nel bdsm deve pertanto essere ancora più profondo di una coppia "normale". Tradire la fiducia, qua significa rompere completamente le basi del rapporto. Parlare, confrontarsi e risolvere. Si è vero, nel "gioco" qualcuno domina, qualcuno subisce ma nel gioco. La sostanza del rapporto deve essere esaltata nel miglior senso del termine prima e dopo ogni incontro.
Vedo costantemente pulzelle che mettono in mostra segni anche abbastanza "profondi" della frusta o di attrezzi simili. Qualsiasi imbecille è in grado di fare una cosa del genere e qualsiasi cogliona, di riceverle felice. Il difficile è quello sopra a qualsiasi situazione si applichi.
Quindi di nuovo. 20-30 anni fa, dicevano che eravamo dei pedofili a "ordinare" di togliersi i peli corporei. A parte la sensibilità e quant'altro ma voleva essere il segno tangibile dell'atteggiamento mentale che (credo), sarebbe giusto avere. Rinasci, rieduca la testa non a fare cose estreme di per se. L'obiettivo potrebbe pure essere il sesso "normale" senza BDSM, ma fallo bene in piena libertà di dare e ricevere piacere. Lo sbagliato, indipendentemente dalla legge che non conosco non essendo né giudice, né avvocato, dipende in primo luogo dalla morale, dalla sensibilità e dall'empatia. Se non sei capace di fare male è perché hai educato la testa a fermarti oltre a quel limite e non lo farai a meno di un incidente non voluto e cioè ad una serie di concomitanze inaspettate ed inevitabili che messe assieme, hanno causato il danno. Non importa quanto incasinate esse siano. Potrebbe pure essere una bottiglia d'acqua che arrovesci senza accorgertene durante il "gioco" e spostandoti, ti fai un bello scivolone battendo una musata di prima sullo spigolo della testa o del fondo del letto. 




martedì 10 marzo 2015

Approfondimenti sul post del'8-marzo

1) Domanda: Nazareth esisteva all'epoca di Gesù? Ni. Il frammento di Avi-Yonah del 1962, non è stato ritrovato a Nazareth. Si tratta di un piccolo pezzo appunto perché la lapide più grande e di una interpretazione visto che ci sono solo 3 lettere. Questo frammento è stato ritrovato in una sinagoga risalente al III-IV secolo. Nel 2009 Yardena Alexandre (1), ha rinvenuto resti di una cinquantina di abitazioni in quel di Nazareth risalenti al I sec. d.C.. Siccome non mi piace nessuna posizione, la domanda che sorge subito spontanea è questa: come hanno fatto ad inventarsi un nome di sana pianta di una città che non esiste? Le possibili risposte sono tre: che fosse un insediamento di dimensioni ridotte, poco raccomandabile ("Da Nazaret può mai venire qualcosa di buono?" Giovanni, 1, 43-51), talmente poco raccomandabile da essere "famoso" ed insediamento secondario di una città. La seconda è che il luogo Nazareth sia stato trasformato in città per non far rappresentare che il messia fosse nato in un luogo sconosciuto.
Luca 1, 26: "Al sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazareth". Luca 2, 4: "Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nazareth, Luca 2,39 Quando ebbero adempiuto ogni cosa secondo la legge del Signore, fecero ritorno in Galilea, alla loro città di Nazareth". C'è un ulteriore prova da parte di Giuseppe Flavio (37-100 d.C.), governatore della Galilea, descrive 45 centri abitati (città), e non c'è menzione di Nazareth. Non c'è manco nel Talmud dove i centri descritti sono 60 e quasi contemporaneo al Flavio. Perché nessuno di loro la menziona ed il vangelo si? Risposte possibili a bizzeffe, verificate: nessuna. Essendo poco probabile fino ad ulteriori ritrovamenti in loco di una città non menzionata, l'unica probabile risposta è che da Nazorai, fosse divenuto Nazareno e quindi di Nazareth (1). Fino a questo momento, questo è il quanto. Non smentibile manco da quelli che certificano che in loco vi fossero insediamenti preistorici. Bisogna dimostrare che quell'insediamento era presente nel I secolo o poco prima e che fosse una città. O la bibbia è vera o è sbagliata. Non ci sono vie traverse. Ok, forse in qualche caso è pure vera ma rimane il punto: quale?

2) Ma insomma Gesù era sposato davvero o no? Perché il succo è questo e cosa ci può far pensare che lo fosse? Giovanni Battista era un Esseno (rotoli del mar morto), e non era sposato, loro non si sposavano, si facevano crescere la barba ed avevano i capelli lunghi. Giovanni Battista appunto, battezzò Gesù nel Giordano, mica lo invitò a cena! Fece un atto religioso di notevole importanza. Ah, nel battesimo, il battezzato sta "sotto" il battezzante (!).
Nei rotoli del mar morto, Gesù era sposato e sono considerati vangeli non credibili perché tardi. Perché si sarebbero dovuti inventare una palla su uno di loro. Per quale cavolo di ragione parlare di uno di loro che ne violava le regole già scritte più di un secolo prima? L'unica risposta plausibile è che Gesù le avesse violate e/o modificate secondo la sua personale visione. Aveva addirittura creato qualcosa di nuovo. C'è da dire che gli esseni/zeloti erano una setta guerriera e molto violenti. Oggi li definiremo estremisti e forse anche terroristi. La violazione delle regole presenti nelle varie sette, correnti dell'epoca è un ipotesi? No, la bibbia stessa è qualcosa di nuovo. 

3) Domanda: la voce greca: "γύναι", può veramente essere tradotta come "moglie"? Si. Ho trovato diversi siti (1, 2, 3), che c'entrano con la bibbia e anche non, che attribuiscono a questa parola antica il doppio significato di donna, moglie. Ci sono degli usi dispregiativi come serva ma da quello che (modestamente), mi appare, deriva dal contesto come tante parole in italiano ad esempio. Non ci sono pertanto ragioni per ritenere che si tratti di moglie invece di donna o serva se non dalla mentalità di chi ha scritto la traduzione. Se vogliamo essere obbiettivi, questo è il quanto. Pur essendo classificati come vangeli gnostici, nei rotoli del mar morto, si riteneva che Gesù fosse sposato secondo anche tradizione. In altre parole, visto che le due possibilità sono veramente valide in egual misura, se volessi far ritenere che donna è considerata poco o niente, adotterei le peggiori. Se volessi invece far ritenere che fosse moglie, adotterei l'altra. La domanda che mi sorge spontanea è che se Maria di Magdala fosse solo quella che ci viene propinata, perché Gesù si è rivelato proprio a lei per diffondere una delle più grandi e forti verità del Cristianesimo (prosegue sulla domanda successiva)? Sarebbe come dire: vi rivelo il segreto della vita ma lo confesso alla persona meno credibile della terra. Il dubbio che qualcosa di strano ci fosse è venuto subito alle varie correnti religiose. Il vangelo (gnostico) di Maria, La moglie di Gesù, il vangelo di Filippo ma di nuovo la cosa che a me appare folle, è che l'idea che Gesù non fosse sposato, non proviene dalla Galilea o da ambienti vicini ma da Paolo di Tarso (Tarso, Turchia), e dopo la conversione a Damasco ( "Saulo frattanto, sempre fremente minaccia e strage contro i discepoli del Signore, si presentò al sommo sacerdote e gli chiese lettere per le sinagoghe di Damasco al fine di essere autorizzato a condurre in catene a Gerusalemme uomini e donne, seguaci della dottrina di Cristo, che avesse trovati. E avvenne che, mentre era in viaggio e stava per avvicinarsi a Damasco, all'improvviso lo avvolse una luce dal cielo e cadendo a terra udì una voce che gli diceva: «Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?». Rispose: «Chi sei, o Signore?». E la voce: «Io sono Gesù, che tu perseguiti! Orsù, alzati ed entra nella città e ti sarà detto ciò che devi fare». Gli uomini che facevano il cammino con lui si erano fermati ammutoliti, sentendo la voce ma non vedendo nessuno. Saulo si alzò da terra ma, aperti gli occhi, non vedeva nulla. Così, guidandolo per mano, lo condussero a Damasco, dove rimase tre giorni senza vedere e senza prendere né cibo né bevanda."), portato a Roma, conosciuto come San Paolo. Dopo di lui, ogni deviazione dai canoni che sono fin qui giunti, è stata bollata come eretica. Chi ha mischiato tre donne in una facendo diventare Maria di Magdala una prostituta? Indovinate un po': Papa Gregorio Magno (Omelie sui Vangeli”, 2,33,1), e fino al 1969 la chiesa l'ha considerata tale. Non male essere bollata come prostituta per circa 1500 anni. C'era una sola Maria intorno a Gesù? No, erano tra le tre e le sei ma l'unica possibile indiziata rimane lei. 

4) Domanda: la scena della rivelazione a Maria Maddalena come ce la propinano, regge?
Giovanni 20,15-17
15 Gesú le disse: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Lei, pensando che fosse l'ortolano, gli disse «Signore, se l'hai portato via tu, dimmi dove l'hai posto e io lo prenderò».
16 Gesú le disse: «Maria!». Ed ella allora, voltandosi, gli disse: «Rabboni!» che significa: Maestro.
17 Gesú le disse: «Non toccarmi, perché non sono ancora salito al Padre mio; ma va' dai miei fratelli e di' loro che io salgo al Padre mio e Padre vostro, al Dio mio e Dio vostro».

15 λέγει αὐτῇ Ἰησοῦς, Γύναι, τί κλαίεις  ?
15   Says to her Jesus Woman why do you weep
τίνα ζητεῖς  ? ἐκείνη δοκοῦσα ὅτι
Whom do you seek She thinking that the
κηπουρός ἐστιν  , λέγει αὐτῷ  , Κύριε, εἰ
gardener it is says to him Sir if
σὺ ἐβάστασας αὐτόν  , εἰπέ μοι ποῦ
you have carried off him tell me where
ἔθηκας αὐτόν  , κἀγὼ αὐτὸν ἀρῶ  .
you have laid him and I him will take away
16   λέγει αὐτῇ Ἰησοῦς  , Μαριάμ  . στραφεῖσα ἐκείνη
16   Says to her Jesus Mary having turned around she
λέγει αὐτῷ Ἑβραϊστί  , Ραββουνι*  , λέγεται  ,
says to him in Aramaic Rabboni that is to say
Διδάσκαλε  .
Teacher
17   λέγει αὐτῇ Ἰησοῦς  , Μή μου ἅπτου  ,
17   Says to her Jesus Not me touch
οὔπω γὰρ ἀναβέβηκα πρὸς τὸν Πατέρα  ;
not yet indeed have I ascended to the Father
πορεύου δὲ πρὸς τοὺς ἀδελφούς μου  ,
go moreover to the brothers of me
καὶ εἰπὲ αὐτοῖς  , Ἀναβαίνω πρὸς τὸν
and say to them I am ascending to the
Πατέρα μου  , καὶ Πατέρα ὑμῶν  , καὶ
Father of me and Father of you and [to]
Θεόν μου  , καὶ Θεὸν ὑμῶν  .
God of me and God of you

Primo punto. L'ortolano non è l'ortolano. Che cavolo ci fa l'ortolano al cimitero? Eppure molte bibbie ufficiali lo traducono così. E' infatti il giardiniere. Secondo punto e ne ho già detto: Gesù risorge, da prova che quello che ha predicato è vero. Si fa vedere ai vivi e prima di apparire agli apostoli i suoi seguaci più vicini, quelli che poi andranno in giro a diffondere la religione, appare alla Maddalena. Manco alla mamma, no è. Il figlio di Dio si materializza davanti ad una delle tante Marie che gli giravano intorno. Una a caso. Ragazzi, qualcuno me la deve spiegare e dico sul serio perché credere a questa cosa così com'è, non solo non ha senso, ma è pure ridicola in ogni suo aspetto.
Adesso però cambio "donna" con moglie e tutto cambia e il senso ce l'ha eccome se ce l'ha!!! Abbiamo una Maria che è moglie e discepola e che è affranta dal dolore. Ha visto il marito a cui hanno fatto di tutto e probabilmente non ha quasi più lacrime per piangere. Gli occhi gonfi, il naso tappato, è stata sul Calvario, non ha dormito niente  o quasi e vede, anzi intravede sto tipo che le parla e gli dice: "moglie, perché piangi?" 
Francamente se fossi nei panni di Maddalena e uno mi dicesse "moglie" potrei reagire in due modi: uno è che è il giardiniere mi ha visto il giorno prima e mi riconosce come la moglie che l'ha sepolto o invece è un bischero qualsiasi che è in vena di giocare al quale potrei dare un "pugno sul naso". Quale delle due possibilità è di nuovo "papabile"? ;)
Ah, sono un ignorante ma queste persone sapevano che Gesù sarebbe morto. Nessuno di loro era andato al cimitero per trovare un posto per il figlio/marito/maestro qualche ora o gg prima? No è? Il posto era già pronto, zac, per miracolo. Anche se ci fosse ito un amico o un parente, avrebbe parlato con il giardiniere/custode o solo il custode e con tutta probabilità entrambi (se non erano la stessa persona!), che sarebbe arrivato Gesù di Nazareth. Tirate le somme, nonostante 2000 anni di chiesa.

5) Domanda: la descrizione che Luca fa dei luoghi, corrisponde alla Nazareth attuale? Qualsiasi versione prenda: "καὶ ἀναστάντες καὶ ἀναστάντες ἐξέβαλον αὐτὸν ἔξω τῆς πόλεως, καὶ ἤγαγον αὐτὸν ἕως ὀφρύος τοῦ ὄρους ἐφ' οὗ ἡ πόλις ᾠκοδόμητο αὐτῶν, ὥστε κατακρημνίσαι αὐτόν", dove "ὄρους" può essere monte o collina. Come moglie o donna. Ci sono luoghi in cui Gesù avrebbe potuto essere scaraventato in un dirupo tanto da ammazzarlo? Si. Avrebbe perfino essere ruzzolato da un pendio e ce ne sono molti, fintanto che morte non sopraggiunga. Qualcuno dice che Luca descrive Nazareth fosse fortificata ad est (Luca non menziona mai sto fatto), e pertanto era Gamala. Nazareth avrebbe pertanto potuto essere li come no.

Detto questo, finisco e cambio argomento. Non mi voglio dilungare sulle considerazioni politiche dell'epoca, delle sette, di come si possa mitizzare una persona perché non mi interessa e non intendo propinarvele. Ad ogni ben fatta teoria o argomento, ne corrisponde uno altrettanto valido e contrario ma è basato sulle convinzioni, non sui fatti.

domenica 8 marzo 2015

Mistress dei mei @@


Dedicato alle Mis (un paio di palle). Post tra il serio ed il faceto.


Ho fatto un giro su fetlife cercando mistress e poi andando a vedere chi di loro avesse delle foto nude o in azione.
Risultato: meno dell'1% ha qualche fotarella nuda. Nessuna di loro fa sesso, solo facce cattive, stivali, aghi e chi più ne ha, più ne metta.

Risultato?
Sono sempre più convinto che questo genere di Donne abbia più di un serio problema nel relazionarsi con il mondo :).



Adesso mi salteranno addosso :P

8 marzo, una festa della donna a modo mio. Richiede tempo a leggerlo.

Ok, non c'entra niente con il bdsm ma c'entra con la religione.  Adesso mi direte che cosa ci fa qua questa cosa? Shhh! Leggete.
La premessa è che questa cosa è andata in onda ieri sera su focus che fa vedere un sacco di boiate ma anche no. Questo è un caso dei no. Michelangelo fece una bozza della sua pietà e che pare attribuita a lui solo recentemente da cui il programma di ieri.
Da wikipedia
Per capire meglio di cosa parlo, vi conviene cliccare sul link del blog di Egizio Trombetta, leggerlo e pure guardare il video. Ma perché parlarne? In primo luogo perché intacca ed attacca i dogmi della chiesa cattolica ed in secondo luogo mette in evidenza la tremenda furbizia del Buonarroti.
Vado con ordine. La foto sopra a sx è la pietà che si trova in Vaticano. Le prime cose che ho notato da ragazzino quando l'ho vista sono state in ordine: la bellezza struggente di questo capolavoro che è semplicemente vivo. E' una cosa unica, altro che il David! Michelangelo disse che si trovava già dentro il marmo e che lui l'aveva solo tirato seconda. Subito dopo il volto di Maria che più di una mamma tra i 40 ed i 50 anni, sembra il volto di una 20-trentenne. Semplicemente bellissima e fresca.
Qualche hanno fa è saltata fuori questa statua, la "Madonna della febbre". Se avete già visto il video e letto il pezzo del Trombetta, potete vedere qui sotto la foto frontale della statua originale restaurata e non necessitate di ulteriori spiegazioni.
da fondazione dozza
Questa invece è la ricostruzione della statua completa con le parti mancanti eseguita prima al computer, poi in calco o forse anche in stampa 3d. Sinceramente non so ma di sicuro è l'aspetto senza "rotture" che la bozza aveva al momento del ritrovamento.

Foto da Romagna noi. Se la ingrandite, vedete anche le ricostru_
zioni dietro.

Arrivati a sto punto e se avete anche premuto tutti i links sotto le foto e seguito bene tutti i passi, potete vedere come le due statue, la madonna della tosse e la pietà,  siano molto diverse l'una dall'altra. Innanzi tutto accanto a Maria c'è un cupido che è il simbolo dell'amore terreno. Eros, radice di erotico. Se girate la statua (ma mi spiace, non dispongo  di una foto del dietro), il mantello di Maria descrive un cuore perfettamente proporzionato.
Partendo da due assunti principali che dicono che il Buonarroti avesse già nascosto parti anatomiche nei sui dipinti, proprio nella casa dei papi.
http://www.wellcorps.com/Explaining-The-Hidden-Meaning-Of-Michelangelos-Creation-of-Adam.html
Mio esperimento
Come vedete sopra e sapete che non sono un medico ma un fotoritoccatore si. Le linee quasi si sovrappongono. Ci sono effettivamente troppi punti di contatto perché fortuito. Insomma, non il classico caso di quello che si vede nelle nuvole qui non è fantasia. La sovrapposizione è statica, un cervello vero avrebbe fatto toccare un sacco di linee quasi in modo perfetto. Ragazzi non ha una pretesa di una prova ma può far riflettere.
Il secondo è che il Buonarroti aveva di sicuro studiato l'anatomia umana in quel di Firenze nonostante il rischio dell'inquisizione che l'avrebbe investito se invece si fosse trovato a Roma. 
Chiedetevi adesso perché la Maria è così giovane, perché c'è un cupido ed un cuore. Qualcosa in questo quadretto non torna ed è appunto l'età della donna. Vogliamo discutere forse della capacità di Michelangelo di scolpire, dipingere o disegnare un volto nell'esatta età in cui voleva rappresentarlo? Naaaaaaaaaa!!
Da Wikipedia
Allora chi è tra le donne che giravano intorno a Gesù che?.... Maria si, ma Maddalena!
Erano stati ritrovati i rotoli del mar morto? No. Com'è che a qualcuno, es. Michelangelo ed il suo Maestro, Pico della Mirandola, avvelenato con il cianuro per le sue idee potesse pensare ad una cosa del genere?
I primi testi dei vangeli sono stati scritti in greco. Le traduzioni di questi testi non solo erano fatte ad arte scegliendo le parole di cui si aveva bisogno ma anche marciandoci su. Sappiamo infatti che Maria Maddalena non era una prostituta.
Tutto questo perché ultimamente tanti studiosi sono andati a riguardare i testi disponibili originali e come erano stati tradotti.
Tralascio il fatto dello strano e assurdo racconto così come ce lo hanno propinato per millenni in cui Maria, la non-prostituta, va al sepolcro che veramente non ha senso (andatevelo a leggere), e salto di pari passo a quando Gesù dice a alla medesima: "Donna perché piangi?" in greco: "Γύναι, τί κλαίεις;". Peccato che "Γύναι" si traduca anche MOGLIE ma a quanto pare, aseconda del comodo? Se riferito alla Maddalena, la traduzione è "donna" mentre nel libro dei Corinzi è sempre "moglie". Forte vero? :D
Oddio, non sono manco un traduttore, non conosco il greco moderno.  Mi limito a constare il fatto compiuto. Ho provato a dare in pasto ai traduttori il termine ma non mi esce un granché. Devo per forza dedurre che Giovanni o parla di donne, trovandosi loro sempre tutte assieme o qualcosa non quadra.
Adesso c'è un altro fatto indiscutibile che poteva essere rilevato all'epoca senza avere a disposizione ulteriori elementi. Siamo al culmine della verità Cristiana. Gesù risorge, la mamma Maria è a farsi un bicchiere d'acqua come spesso succede nel Vangeli canonici dove quasi non c'è o è relegata a ruoli da comprimaria e lui una volta diventato spirito, appare ad una non-prostituta e le fa un'affermazione epocale: "πορεύου δὲ πρὸς τοὺς ἀδελφούς μου καὶ εἰπὲ  αὐτοῖς Ἀναβαίνω πρὸς τὸν Πατέρα μου  καὶ Πατέρα ὑμῶν καὶ Θεόν μου καὶ Θεὸν ὑμῶν.", "Va' dai miei fratelli e di' loro: Io salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro" (Giovanni, 20:17). Trasformando la Maria Maddalena, sempre la non-prostituta, nella portavoce di Gesù nei confronti del mondo intero! Alla faccia dell'importanza della donna che in quel periodo era quasi a zero. Alla faccia dell'importanza che la chiesa ha dato al genere femminile per 2000 anni. Insomma, Gesù non appare agli apostoli, appare, secondo la versione regolare,  ad una puttana e la spedisce ad istruire i suoi discepoli che dopo la morte si risorge! 
Adesso signori e signore, oggi è la festa della donna. Questo articolo non è la verità ma una possibile verità intuita anche nei secoli passati e cioè che donna per chi è Cristiano non solo è probabile ma anche più veritiero, che essa sia il fulcro stesso della religione. Moglie e amante e appassionata al marito e ai suoi insegnamenti, ma pure sua portavoce. Ora sicuramente vedrete il "Vangelo di maria" in un'altra ottica e l'omaggio che Michelangelo voleva fare (ed in parte c'è riuscito scolpendo quel volto nella pietà), era ed è la più bella statua dedicata all'amore con al centro una donna, "la donna". Scusate se è poco.
Buon otto marzo a tutte voi.





venerdì 6 marzo 2015

Bdsm e le insospettabili scoperte di se stessi

Il bdsm è mentale completamente e senza mezze misure. È proprio uno stato non un modo. Di modi per fare bdsm ce ne sono migliaia se non milioni. Lo stato è unico ma mi spiego meglio.  Ogni persona ha di sicuro diversi modi per dare e ricevere piacere. Ogni modo porta al medesimo stato che certamente può variare in intensità ma che nella sostanza rimane lo stesso.
Adesso il rapporto dom-sub o top-bottom leggermente più ampio ma comunque sia, prendetene uno ad esempio. Il top (e da ora in poi parlo in prima persona che mi viene più semplice), dipende dalle scelte della bottom. Più limiter "tu" metti, più i "miei" spazi ai riducono. Sono pertanto sottomesso o obbligato alle tue scelte in linea di principio perché comunque il mio compito è quello di allargare i tuoi limiti.
Tu che in apparenza sei la sola sottomessa, sei anche la padrona del mio piacere. Senza di te, io vado a rasponi per intenderci. Se ti ordino un pompino, sei tu che me lo tiri anche se ti sto tenendo la testa e faccio tutto da me, la qualità di quel pompino o di quella scopata in  gola, dipende da te,
Tutto è così,  a me piace frustare, pisciare sborrare, cerare, ghiacciare, zenzerare e via così ma ha un senso se anche a te piace.
Il bdsm è qualcosa che va oltre il sesso estremo,  se vuoi e puoi squirtare,  fallo. Prendi atto che a me piace e schizza, e chi se ne fotte? Già,  perché c'è veramente qualcuna che non vuole che il cazzo sborri, che la fica si bagni, che ci sia saliva in bocca e via così? Beh se c'è si faccia avanti altrimenti i fluidi sono la massima espressione del piacere.  Più godi  più sborri, più la fica si bagna Quindi o non si fa buon sesso o l'obiettivo è quello di puntare ai massimi fluidi, al massimo piacere. 
Adesso andiamo al nocciolo della questione che alla fine è un solo fatto evolutivo di cui non siamo ben coscienti. Noi siamo sulla terra da un tempo paragonabile ad una cagata di uccello. Il nostro intestino non è né carnivoro (troppo corto), né erbivoro (senza prestomaci, non digerisce la cellulosa). La ragione si basa sulla vista perché questa è il mezzo più facile per trasmettere l'esperienza e sul linguaggio ma che limita le capacità uditive ad una stretta banda di frequenze. Il nostro naso è limitato perché non serve. Noi non inseguiamo le prede con l'olfatto né con il suono ma con la vista seguendo impronte ed altri segni. Nonostante questo alcuni rumori, suoni ed odori arrivano comunque al cervello senza che ce ne rendiamo conto.  I feromoni ad esempio ed una parte delle frequenze sonore. Questa è una parte animale che ancora abbiamo e che è stata sovrapposta e dominata dalla ragione.  Peccato che il buon sesso si faccia con l'istinto piuttosto che con la sola ragione.
Il primo passo da fare è quindi uno sforzo mentale non indifferente.  Ammettiamo che tu sia coscientemente refrattaria allo sperma che ti fa vomitare, al dolore che non lo sopporti e che cazzo ne so, a fottere con un'altra donna. Perché quando ci sei la tua fica pulsa e gode di più di prima? E perché se non ti piace, tu pigli un auto, un treno o un aereo e vieni qua a farti sborrare,  a farti fustigare e leccare la fica della tipa che il mastro ha messo nello stesso letto? Se la tua mente non trova coscientemente appagamento perché la tua fica viene a raffica? Ok, ci sta che le cose siano disgiunte ma qui cavolo, non c'è violenza, non oppressione e nemmeno un vero obbligo. Pronunci la safe, ti alzi, ti vesti e te ne vai anche senza salutare.
Fatevi una domanda semplice, semplice: nel fare sesso è meglio fare qualcosa che ci piace o qualcosa che ci fa godere? E se ci fa godere e non ci piace, perché si gode? È un controsenso in termini in  cui la fica ha ragione sulla mente perché sesso è istinto. Semplice.  Esempio paritetico.  Le lumache all'apparenza fanno parecchio schifo ma al gusto sono buonissime,  chi è che sbaglia, la mente o il gusto? Anche nello stesso caso, la mente ha torto perché la mente crea da sola le sue paure e aiutata dai dogmi e dalle regole della società in cui vive anche cosa è buono e cosa no. Le tarantole arrostite sanno di gamberetti e sono buonissime. Perché in Sud America le mangiano e nel nord no? Hanno entrambe il gusto di gamberetti!!!
Quindi quando dico NMF (non mi fotte), ti fa schifo e godi, continua a farlo fino a che la mente di nuovo non impara a fidarsi del corpo in cui vive. Certo che da solo "non basto" e non basta il master ma ci vuole la volontà del bottom e si torna a quello di cui sopra. 
Questo è uno dei sensi della crescita del bdsm. Certo, ogni cosa non può essere affine a se stessa o vista a camere ristrette. C'è sempre il giusto e lo sbagliato ma rimane legato al rispetto di se stessi e degli altri.  Se uno mi chiede una fustigazione robusta, è giusto che io la dia? Per me no. Insomma,  cerco di tenere conto del folle che ho davanti. Sono qui per aiutarla/o a godere, non a farsi male ma posso fargli male nel giusto modo (limite), per farlo/a godere. Spero sia chiaro il concetto. Giusto è non procurare danni al prossimo, non causargli ferite gravi al fisico e alla mente, MAI! Giusto è non obbligare nessuno  ad esserci e rispettare chi c'è ed allo stesso tempo, farla/a crescere.  Aprirgli la mente.
Allora, di nuovo, qui non c'è spazio per la mezza misura: si affrontano le proprie paure e si scoprono i nostri veri gusti, insospettabili spesso ma sono quelli che sono.

martedì 3 marzo 2015

Ello.co il social network beta che accetta NSFW


Ok, vi do un'altra notizia visto il mese così burrascoso in cui si parla di sesso in rete, vietato o meno. C'è un nuovo social network on line che è più in fase di crescita ma che ha la particolarità di lasciar pubblicare ai propri utenti tutto il materiale per adulti che volete.



Vi registrate, andate su settings e scorrete fintanto che non trovate:



NSFW

Post Adult-oriented ContentWhat does this mean?
View Adult-oriented ContentWhat does this mean?


Metteteli su si ed il gioco è fatto. Il vostro profilo è pubblico ma potete anche renderlo privato e potete continuare a scambiarvi foto ed opinioni tra i vostri amici, farne di nuovi senza che nessuno vi bachi i coglioni per una foto hard.

Cercate i vostri amici con search, aggiungeteli. Fatto :D


Buon apporcellamento e se vi registrate, non dimenticate di chiedere l'amicizia. :)