domenica 3 maggio 2015

Bisessualità

"La bisessualità consiste nella ‘potenzialità’ di sentirsi attratti (e di stabilire delle relazioni affettive o sessuali) con persone di entrambi i sessi. La ‘potenzialità’ non significa naturalmente che poi queste relazioni vengano effettivamente stabilite nella realtà. Il livello di attrazione del/della bisex per soggetti di sesso maschile o femminile può non essere esattamente lo stesso, nel senso che potrebbe essere sbilanciato verso una parte o verso l’altra, anche a seconda del periodo vissuto e degli incontri avuti. Il bisessuale infatti si sente attratto/a dalla persona in quanto tale, a prescindere dal genere sessuale cui essa appartiene."
Da http://www.psicolinea.it/la-bisessualita/, Dr. Giuliana Proietti

Adesso signore e signorine, il fatto che quando fate sesso con un'altra donna non appaghi completamente la vostra libido fisica o mentale che sia, non cambia una mazza di quello che siete. Vi piace fare sesso con un'altra donna? Sentite attrazione verso un'altra donna? Se si, siete bisessuali o bisex che dir si voglia.

Per ampliare a farvi capire il ragionamento che dovete trasporre alla vostra relazione "omo",  questi sono i ragionamenti che se mai dovete fare.
Cosa state vivendo con la vostra partner di letto, un incontro causale o una relazione comunque completa con l'altra partner, magari parallela alla vostra? Nel primo caso, non potete pretendere di avere comunque un appagamento totale, nel secondo, le cose cambiano parecchio.
Sentite il bisogno comunque di un uomo che qualcosa ancora vi manca e che un'altra donna non è in grado di dare? Ci sta ma non sposta il punto di una mezza virgola, manco un quartino perché se è vero questo ragionamento nella vostra bisessualità dovete comunque continuare a provare attrazione e/o voglia di fare sesso verso un'altra donna. Non importa che poi vi rinunciate per le vostre ragioni: es. un'altra relazione in corso e la paura di rovinarla, etc. etc.. Insomma, tutti i castelli che ci costruite su sono solo il frutto della testa che nega l'evidenza. La parte più difficile nei casi, è accettare se stessi in modo totale. 
Per farvi un ulteriore esempio, prendiamo una relazione etero. Voi signore, state con il vostro partner etero. Vi lecca la fica, il culo, tette, piedi, quello che capita e vi piace ma vi manca qualcosa. Che ne so, essere scopata, inculata, il cazzo insomma o quel che ne consegue. Bene, nonostante il vi manchi quel qualcosa non è che non siete etero. Ci sta che seguiti a mancarvi un qualcosa (scusate le ripetizioni), anche in un rapporto lesbo o a tre ma per capirlo dovete tentare di approfondire quella relazione doppia o gay che avete. Uscite con la vostra "amica", fateci sesso ma esplorate anche la parte mentale e sentimentale altrimenti non vale. Non potete mettere sulla bilancia due pesi diversi altrimenti è ovvio, penderà sempre dal lato dove mettete di più. Ci sta che alla fine seguiti a mancarvi l'uomo nella sua totalità quando uscite con una donna o che vi manchi una donna quando invece uscite con un uomo.
Il bdsm poi è un mondo sottosopra, l'ho detto e ripetuto. Funziona al contrario. Non dovete convivere con il vostro partner. Non dovete andarci d'accordo in casa o a cena o per come pagate le bollette o gestite i figli. Qui dovete andarci d'accordo a letto e sentimentalmente e fine della frittata. Se poi uscite a cena andate in un locale dove entrambi i gusti possano venire soddisfatti.
Inutile quindi cercare da mastro gli aghi ad esempio o shibari complicato o modifiche del corpo come la tipa su fet. Mastro non le farà mai. Partite dagli interessi di letto poi vedete se avete feeling empatico e sentimentale.
D'altra parte il bdsm è prima di tutto libertà. Chiaro che se chiedete a me di uno che usa gli aghi, vi risponderò che è un pazzo furioso ma ognuno ha i suoi gusti e preferenze. Per me non usarli è una questione morale, per altri no. Qui al limite sta il giudizio tra una persona e l'altra ma se uscite con una persona con i vostri stessi interessi, di sicuro vi troverete bene e probabilmente di mastro direte che siccome non usa gli aghi, è una pappamolla. Quindi, libertà assoluta di vivere la vostra sessualità come volete con chi volete se questo vi appaga. Tenete di base le linee guida fondamentali e per quanto mi riguarda, non fatevi (troppo). male.
Ecco :D 

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)