Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

venerdì 18 dicembre 2015

Oggetti

  


Tra ieri e stamane mi sono trovato prima le considerazioni di un'amica poi questa serie passata su tumblr e ho deciso di postare. Lei ha detto: "Il mio corpo non è un campo giochi" ma in effetti lo è. Allora cos'è che fa la differenza tra l'oggetto nudo e crudo e l'oggetto del desiderio?
Ho una sola risposta. La montagna di sentimenti che legano due persone in cui sta la profondità di qualsiasi relazione. In questi giorni mi veniva di nuovo da pensare e riflettere su quello che ho postato da luglio in poi. Sugli avvertimenti e sui cartelli e che qualcuno chiama sputtanamento.

Provo a pensare ad un mondo senza quei cartelli ed avvertimenti. Nessun segnale stradale perché anche per terra sono comunque cartelli. Nessuna via, numero civico che anche quello identifica il luogo e rimane un cartello. Nessuna lettera sui pc, nessuna icona sui telefoni, niente di niente. Sarebbe il caos.

Per strada ci sono i cartelli più appropriati che ti salvano la pelle. Il rispetto per i cartelli è fondamentale. Anche un senso unico preso male ti fa stampare, un obbligo di svolta in una direzione che se pigli quella sbagliata poi ti prendono pieno. Poi ci sono quelli triangolari che sono i segnali di pericolo. C'è un dosso, tu lo pigli forte e decolli. C'è una buca, ci arrivi troppo veloce e addio ruota o sospensioni e preghi. Ecco.

Chi è che se si comporta a merda non dovrebbe meritarsi un cartello? Ne era passato uno bellissimo su facebook qualche gg fa e che ho visto e salvato.
Eccolo qua ed è vero così. Tante volte ho sentito dire che le mie azioni parlano per me ma è spesso, troppo spesso che con queste azioni ho fatto i cozzi. Dirò le stesse cose ma il guaio è che sento sempre le stessa solfa e che sta diventando "cosa" troppo comune".
Così ridico che il senso che da un senso a tutto, rimangono i sentimenti e quelli non sono sinceri se non sei una persona sincera. Vero, la verità alle volte può fare male, quasi dolore ma rimane comunque la base per le condizioni in cui ci si incontra e si sceglie di rimanere o di viversi. La verità è la sincerità e da una grande pace perché lascia un'immensa libertà di scelta. E' vero che l'amore è cieco, ci si innamora di qualsiasi cosa e persona e l'amore è anche follia al suo estremo come ogni sentimento. L'amore, l'intesa, il legame, l'amicizia, il rispetto, l'empatia, sono sentimenti che fanno la differenza tra il nulla ed il tutto. Tra il niente e l' "oggetto" dei desideri più belli, profondi e appaganti che si possa vivere.
Quindi credo che i cartelli servano perché le persone che ingannano ce ne sono fin troppe e sono degli artisti nel farlo. Hanno la loro faccia di bronzo che li porta a negare anche l'evidenza. Oddio, questo non significa che una persona non abbia diritto di cambiare e di migliorarsi ma fino a che non decidi di farlo, è beh, credo che tutto sia dovuto ma anche il dovere di essere responsabile prima delle parole che si dicono e dei fatti che gli seguono, siano importanti. Ribadisco che alle volte le incazzature ti fanno anche salire sopra le righe ma è anche vero che devi mantenere la capacità di fermarti che se sei stato offeso/a o "tradito/a", hai anche il diritto di reagire ma con giustizia che la "vendetta" rimane eccessiva. Quindi non credo di sbagliare a dire e ribadire il quanto.

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)