Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

mercoledì 9 dicembre 2015

XXX che non si può far nicks

Dal gruppo BDSM Italia, Facebook. Visto da 4122 membri, chiesta l'autorizzazione comunque alla pubblicazione, fintanto che ovviamente non mi chiudono tutto  e mi serve per fare le iscrizioni ai vari siti.

"Denuncia di tentata manipolazione e violazione del consenso.
Oggi vi racconterò una storia, spinta dal desiderio di portare a conoscenza dei membri dei vari gruppi il comportamento di XXX, con la speranza di:
- arginare il *suo operato*;
- invitare chi è vittima di abuso a denunciare.
Veniamo ai fatti.
Per privacy, eviterò di nominare terze persone che sono informate dei fatti perché hanno, in qualche modo, vissuto la stessa dinamica.
Ciò non esclude il fatto che le stesse persone si possano liberamente esprimere.
In primis, XXX tentò di instaurare con me una "relazione D/s virtuale", e mai si rassegnò al mio due di picche. Cercò di manipolarmi più volte con le sue "strambe conoscenze", sia via chat che telefonicamente.
In una fase successiva, nonostante i precedenti, decisi di incontrarlo per conoscerlo de visu.
Un caffè, nulla di più.
Salita in macchina, mi mostrò un'enorme clamps che cercò di attaccare al mio corpo con la scusa "tanto tu sei masochista", non prima di aver sfoggiato tutte le sue conoscenze circa la potenziale tenuta di quella clamps.
Mi tirai indietro.
Al bar, dopo avermi regalato un bracciale, estrasse una pomata a base di canfora, raccontandomi come, quando facesse il militare, la usasse per scaldarsi i piedi.
Di soppiatto, se ne spalmò un po' su un dito per poi sfregarlo sulle mie labbra, senza avermi chiesto consenso alcuno.
Mi procurò gonfiore, rossore e bruciore tanto che sentii il bisogno di correre immediatamente in bagno a sciacquarmi.
Tuttavia, quella sensazione e il gonfiore si protrassero a lungo.
Ero decisamente confusa e non in grado di capire come stesse bypassando il consenso.
È un abile manipolatore, se non si fosse capito.
A seguire, prese la mia mano e mi schiacciò le dita per mostrarmi la sua forza. Lo fece in maniera così potente che un dito rimase dolorante sino al giorno seguente."

Sta roba chiamasi "Sputtanamento". Conosco il tipo a cui è riferita ma non conosco la tipa che l'ha pubblicata. E' uno dei "soliti" con cui ho avuto in passato, molto da ridire.
Non conoscendo veramente la storia, e leggendo solo quello che c'è scritto qua e che magari non basta.
Chi ha impedito a lei di alzare i tacchi ed andarsene? Molto semplice in fondo. E' un primo incontro. Non è che si è rivelato una testa di cazzo dopo qualche mese o anno. C'è voluto poco per alterare la ragazza ma poco non è. Eppure è stato "SPUTTANATO" (per l'ennesima volta), in rete. No, non è sbagliato. Non per me. Ha fatto bene. La prossima volta ci pensate ad uscire con uno così. Però visto che è fare comune (tonnellate di sta roba in rete), perché vi incazzate con me? :)

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)