mercoledì 10 agosto 2016

Jujitsu, judo, karatedo.

A proposito di quello che ho appena scritto e magari per chi interessa approfondire karate e judo, ecco un post un po' storico ma sintetico. Rinnovo l'invito a non provare queste cose a casa da soli, nemmeno seguiti da autodidatti ma nei luoghi adeguati con i maestri adeguati. Questi non sono giochi. Si usano anche per giocare ma non lo sono.
Ebbene la lotta senza armi era ed è sempre stato il jujitsu  o arte della dolcezza. Però lo potevano fare solo i samurai. Era un privilegio come la spada. Così i contadini e chi doveva subire le loro angherie, cercarono di imparare a difendersi in altro modo. Ad Okinawa (si quell'isola dove nella IIGM ci morirono un sacco di americani,) si praticava il Te (mani). Un'evoluzione del judo, più decisa se si vuole. Risoluta. Vi metto un video e ve lo descrivo.
Jujutsu: deviare il coltello, bloccare la mano, fermare l'avversario.
Karate: deviare il coltello, abbattere l'avversario.
Jujutsu: Mettere il piede sulla panza dell'avversario, scaraventarlo lontano.
Karate: Mettere il piede sulla panza dell'avversario, sfondarlo. Un colpo solo. Giù. La motivazione è diversa. Il jujitsu serviva per bloccare un avversario come le corde. Qualcuno che non aveva intenzione di arrendersi. Il Karate serviva per abbattere qualcuno armato e non permettergli di rialzarsi. L'altro aveva una spada che usava abilmente ed un coltellaccio che "tu" non sapevi e non potevi usare. Anche questo ho già detto. C'è qualcosa di più pericoloso di un samurai, un samurai ferito.
Nel judo moderno, il coltello quasi non esiste più. Son solo o quasi tecniche da competizione. Lo sarà tra un po' anche nel karate. Soldi, stanno mirando ad entrare nelle discipline olimpiche, quindi colpi diretti, finiti. Solo "presentati". Già che per ovvie ragioni i colpi di taglio a lancia ed in alcune parti del corpo erano vietati e mi pare anche ovvio!!! Quella che vedete è un'esibizione, è qualcosa di preparato in cui tutti sanno che tipo di colpo verrà tirato, quando e come reagire. I colpi non sono affondati perché comunque pericolosi.


In particolar modo ho messo il video per via delle forbici aeree che mi piacevano un sacco. Ogni mossa ha una contromossa. Se qualcuno tirasse un colpo del genere ad uno sprovveduto, semplicemente l'ammazzerebbe. Qui funziona e lo vedete perché ci si aspetta il colpo. Ci si butta nel senso della forbice e così si ruzzola e basta. Bisogna anche saper ruzzolare o ci si fa male anche li! 
In poche parole se non sapete cosa fate non è un tutorial che vi insegna ma colui che vi spiega perché ha imparato tramandando l'arte e pure discutendola. Devo aggiungere che il karate in Italia è arrivato a Firenze nella storica palestra "Porta Romana".

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)