lunedì 26 settembre 2016

Amici in visita ed una bella giornata


Oggi è stata una bella giornata. Son venuti in visita prima due amici. Lui sta da diversi anni con una tipa della terra dei draghi del nord.
Buffo se si vuole. Ci siamo messi a chiacchierare dei mondi e della terra di mezzo. Lui, nonostante siano diversi anni, non è mai stato in Norvegia e manco conosce una parola in vikinghese. La Norvegia è uno dei posti più belli del mondo. È una terra tra mare e cielo e in mezzo ci sono le montagne e i draghi. È da li che sono arrivati in Islanda, in Groenlandia e in nord America.
Per caso il discorso è finito sui modi di fare. L'argomento è stato i picchi con l'auto. Li tutto è più semplice. Meno fogli e cose così. Dipende proprio dall'onestà delle persone. Nessuno lo tira in tasca al prossimo come qui. Se lo fai, sei fuori. Non solo finisci dentro ma vieni escluso dalla società,  emarginato. Se devi riscuotere lo stipendio il 10, il 5 ricevi i soldi, qui dopo un mese, forse. Se una donna ti dice si, è si. Se prende un impegno lo mantiene. Se ti frega, sei fuori.
Ritornavo ai miei tempi in cui qualche pantegana nordica, invece di sparire con le tue cose ed i sentimenti,  sparivano anche con i figli specialmente dall'Italia. Gente che non li ha proprio rivisti altro che lavori, sentimenti e promesse. Insomma le mia al confronto erano delle principianti. Cambia un cazzo. Anche perché se stai qua e lei torna la, loro ti considerano come un "terrone" e ciao, ciao.
Due o tre casi non fanno testo è vero, specialmente in tanti anni ma rimane il fatto che è successo pure questo. In paesi civili, sta roba non dovrebbe avvenire ma le mele marce ci sono ovunque. Lo strano è che nel paese delle mele, qui, son più quelle marce che quelle buone.
Andati via loro, sono arrivati gli amici da Padova: Chiara Ferro e Stefano Garzanti o se invece si vogliono usare i nicks di Legami: "Kitt" e "Manopesante". Siamo stati piacevolmente qualche ora a chiacchiera e pappare schiacciata con l'uva.
Bona per dio. Proprio bona.
Ecco, abbiamo chiacchierato di un sacco di cose, dai narcisisti in cui era passata anche lei, al Pacciani e i compagni di merende. A quei grulli che le corde le incerano, le bruciano, ci fanno riti mistici al fumo che vendono i grandi maestri delle legature. Roba da far girare nella mummia Tutankamen.
Però è stato piacevole nonostante che da qua magari voi leggiate fischi per fiaschi.
Ecco, volevo fissare la piacevolissima sensazione della giornata prima di farmi portare a ninna dalla micia che già è venuta a protestare.
La serenità è una cosa lontana ancora. Molto. Il resto me lo tengo per me. Non sarebbe facile da scrivere e da far capire.
Namaste a chi ama con sincerità e lealtà e un  TIR a 18 ruote per il resto. Ecco, forse rende l'idea. :)

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)