venerdì 18 novembre 2016

L'inferno

Bon, nomi di fantasia e tutto opportunamente mascherato.  È una storia vera, quindi evitiamo accuratamente di far sì che qualcuno vi si riconosca. Cercherò di mascherare anche il sesso degli "attori" di questa storia.

Tanti anni fa c'era una coppietta felice con un figlio. Uno dei due entrò in intimità con un altr*. I soliti discorsi che si fanno quando comincia ad esserci del tenero oltre che a del buon letto. Cosi i mi piaci vengono sostituiti da i vari ti amo e che si può fare per avere di più.  L*i cosi decise di lasciare i/l/a consorte ed andare a vivere con l'altr*. Ovviamente il tutto fu discusso assieme.  Arrivati al momento di uscire di casa, dalla famiglia l*i indovinate che cosa gli disse? Dai che è facile!!!
Che aveva capito male, che non intendeva questo, che erano cose che si dicono al momento ma che l*i non aveva nessuna intenzione di trasformare questa relazione tra amanti. Nova è? :) Sorrido perché è il tono ma non c'è assolutamente niente da ridere.
http://broomsticker.co.uk/
L*i non fece discorsi. Una volta rimasta sol* a casa,  prese il fucile da caccia, ci mise due cartucce, l'appoggiò sotto il mento e bang! Capelli, ossa craniche, materia grigia e pure qualche dente e pezzi di lingua, spalmati a rosa sulla parete di casa. Un figlio coetaneo che rimase senza un genitore per via di una testa di cazzo galattica. Pensate che dopo questa esperienza abbia smesso? Manco per il sugo dei maccheroni. Cambiava paese e ricominciava da capo. Sempre la stessa storia, sempre la solita. All'epoca chi pensava che fosse una psicopatia? Nessuno!  Dicevamo che era una testa di vuota incapace di prendersi delle responsabilità.  Adesso lo sappiamo tutti eh.
Un giorno una persona nuova si vide in paese. Le voci giravano veloci e tutti dissero cose del tipo: ci risiamo, sotto un altr*, poverett*. Così alla prima occasione gli chiedo cosa ci facesse qui e l*i racconta che è andat* a vivere con st* tip*. 
No, amic* mi*, scappò di bocca... e gli raccontai tutte le porcate che questa persona ha combinato e che sono quelle che si sanno. L*i cade dal pero perché non ci credette e non gli parve possibile ma promise di stare con l'occhio alla penna e piano, piano viene fuori lo stesso identico refrain. Così l*i prende tutti i carabattoli e se ne tornò a casa sua ricostruendosi una vita per quel che gli rimase. Qualche tempo dopo venne a trovarmi e mi ringraziò di quanto successo.

L*i non ha mai smesso di comportarsi così.  Mai. Una volta ebbe un incidente con la suaauto sportiva  vicino a qua. Non mi ricordo chi c'era con l*i ma arrivati li, si preoccupò di più dell'auto che del passeggero e dire che entrambi non erano messi bene. Cosi è chiaro cosa quest* signor* combinano e non posso che amarli alla follia. Li amavo prima, gli ho amati durante e gli amo ancora in un modo che proprio... è! :)

Ah, non vi fu nessuno che l* incriminò per istigazione al suicidio e non c'erano foto nel mezzo, nessuna. Chi ha detto che ne uccide più la penna che la spada? Ecco, le parole fanno uguale. Meglio se sono solo parole, non vi sono prove.  Se le hai con questa genialata della privacy, il santo graal degli anni 2000, non puoi usarle quindi si da valore a queste brave persone. Possono santificarsi ogni nuov* pulzell* e pulirsi la bocca e la facciata come se fosse immacolata. Non c'è un senso in tutto questo se non l'aver legalizzato l'abuso. Con internet è tutto più facile, spero che ne conveniate.  Profilo nuovo ma anche no e dritti come il TIR a 18 ruote addosso al/la pover* pulzell* che gli passa davanti. Pss una nota per un* lettore/rice a caso: ti trovo anche se cambi galassia. Per te non vale. :))))))

Una delle ragioni per cui non mi piacciono i munch e gli incontri di gruppo è proprio questo. Non devo andare d'accordo con tutti perché tra quei tutti, una testa di cazzo c'è o è un miracolo di no. uno su dieci, dicono le statistiche se non sbaglio e non li voglio tra le scatole che siamo maschi che femmine. Voglio sperare che da qua impariate qualcosa per lo meno a conoscerli e prendere i dovuti provvedimenti se ci siete caduti nonostante le accortezze. So che è difficile anzi, difficilissimo ma è il quant
Come diceva la doc, continua a seguirmi e non capisco il perché o meglio, visto che non ci sono riferimenti riconducibili o che ne svelino l'identità,  l'unica ragione è che sia vero quello che la doc ha da dire: si nutrono dei vostri sentimenti, si sentono importanti così,  sempre al centro dell'attenzione come protagonisti del male che distribuiscono gratuitamente a piene mani senza limite e soluzione di continuità. Fulgidi esempi di umanità e di sensibilità.  Però scopano anche senza limiti, se vi basta un cazzo o una fica, accomodatevi, di sicuro potrete divertirvi fino a che dura, poi l'inferno sempre che non vi siate già prima. Prendetela cosi.  Se è vero che il SM ti fa vedere la vita ed il sesso in un altro modo, anche loro dopo che ci hai battuto il muso devono essere visti con altri occhi e per quello che sono e dopo hai pace.

Chiedetevi però cosa faccia sbarrocciare a tal punto qualcuno da fare gesti simili, da non avere più fiducia nel prossimo,  da sentirsi cosi fuori da non riuscire più a ragionare in modo lucido, In fondo sarebbe sufficiente fregarsene. "Morto un papa si fa un papa e un cardinale" si dice. Se uno se ne accorge, dovrebbe ritenersi fortunat* e di trovare la libertà da un legame distruttivo. Ecco, io questo non so spiegarlo bene visto che non sono un doc e quello che so, sono solo le basi. L'esempio che seguita a venirmi alla mente riguarda sempre l'ambiente storico-militare. Anche questa è una storia vera. Un tedesco andò da un contadino e gli fregò una gallina. Il contadino non fece storie, prese il fucile e gli sparò alla schiena. Così l'ufficiale prese dieci persone a caso dal paese e mise tutti in fila nell'aia per fucilarli. Arrivò un altro tedesco che riportò il furto del pennuto e l'ufficiale rimandò tutti a casa. Questa storia me la raccontarono un paio che erano li in fila.
Prima domanda: come ci si sente a pagare per qualcosa che non si è fatto? Risposta: non è spiegabile, ti tremano le mani ed il cervello non riesce a pensare. Nonostante tutto non pensi che spareranno. Ti sembra completamente fuori di testa anche se sai che sei finito li per quella ragione.
Seconda domanda: se quell'altro non fosse stato onesto, quei dieci sarebbero morti per nulla. Solo un atto di coscienza li ha salvati.
L'effetto e lo stesso. La tua vita crolla, è come se non ci fosse futuro. Ti senti morire dentro ma nel caso non capisci il perché e non c'è nessuno che prende la tua parte o che prova a rimettere le cose a posto e ti sembra talmente impossibile da non sembrar vero. Vivere in un incubo. Reale. Tanto da non far più capire più cosa sia giusto o sbagliato. Cosa fare per uscire dall'incubo. Come comportarsi. A cosa credere.

Più volte avevo fatto esempi e similitudini tra il nazismo ed il Daesh che sono figli di un narcisismo di stato e religioso e per il quale la vita altrui non vale niente. Ebbene, se si fossero fermati ad una semplice deportazione il loro crimine non sarebbe stato diverso. Avevano ed hanno ridotto il valore della vita altrui (non importa se da un punto di vista razziale o religioso), al nulla togliendo loro tutto: la dignità,  il lavoro e la stessa esistenza. Gente che sparisce alla vista di altri semplicemente perché considerati nulla. Pensate e decidete voi come risolvere e fermare questi qua. Non siamo in guerra, non si possono adottare soluzioni drastiche. Sono persone malate di disumanità e si sentono degli dei. Non ci sono pasticche, vaccini o flebo per fargli guarire. Sono condannati al loro stato vita natural durante e per tutta la loro esistenza non faranno che distruggere vite altrui spesso non coscienti della loro follia. Provate a far cambiare idea ad uno normale che già è difficile, vedo me e provate a far cambiare idea ad un folle che non sa di esserlo. Magari l'assenza di sentimenti è un retaggio di una vita ancestrale e che serviva a sopravvivere nei tempi passati, non lo so ma se un dio c'è e ci ha fatti a sua immagine e somiglianza, allora ha sbagliato stampo. Molti animali inferiori, nonostante siano predatori, hanno dei sentimenti, questi no.
Ahhahaha ehm. tanto per
Ridere dai. ))))
Bisogna dissacrare un po.
A proposito di storia visto che ci siamo e siamo anche pure ai terremoti. I Friuli, poi l'Irpinia, poi che c'è stata che non ricordo, l'Emilia-Romagna e non ricordo. Beh da noi i soldi se li son fregati quasi tutti o non li hanno dati. Ecco, non ricordo se a Gemona o Osoppo, paesei completamente rasi al suolo, il sindaco si mise in tasca 20.000.000 delle vecchie lire. Saputa la cosa, una sera una coperta in testa e lo fecero morbido. Il giorno dopo i soldi erano al suo posto e il sindaco dimissionario. Allora funziona dico! Me lo chiedo insomma e mica giustifico ma prendo atto di quello che è stato e ci ragiono un po su. Poi vi dico di non farlo mai che ci deve pensare lo stato e le sue leggi a fare giustizia ed infine vi spedisco tutti a fanculo, ipocrisia copresa. Così,  perché mi va. Solo per questo. 
Credo di aver sviscerato il problema abbastanza. Ricordate però che una delle forme di difesa naturale è diventare come loro. Siete pronti, davvero???

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)