giovedì 17 novembre 2016

Quantum leap II

Da dove comincio? Muble, muble. Ecco, vediamo... l'altro giorno mi son fatto in film: "American snipers", storia vera di un cecchino Seal di nome Chris Kyle. All'inizio un tipo per imbroccare una pulzella in un bar che diverrà poi la moglie di Chris, si toglie la fede nunziale e lei si accorge, così lo sgama. La stessa cosa successe a Firenze con due pulzelle che tentai di imbroccare ma l'amico fece la stessa manovra e anche loro si accorsero e mi fece andare in bianco. Brutta roba tentare di prendere per i fondelli i prossimo. Nessuno in linea di principio vuole essere preso per i fondelli nemmeno nell'approccio, figuriamoci dopo un po'.
Da un punto di vista tecnico fidarsi di una persona sana anche nelle cose più semplici ti salva la pelle sempre che quella sia onesta e leale. Pensate all'HIV, pensate ad essere legati, frustati, alla cera e a tante decine e decine di pratiche che si possono fare in un rapporto di letto in ambito SM. Dal punto di vista sentimentale una persona normale è passata nel corso della sua vita da esperienze belle e meno belle e quando va a letto con qualcun* desidera anzi, ha bisogno per lo meno di una certezza oltre alle garanzie fisiche,  di sapere che ripone i sentimenti in una persona che non li userà contro di se e che saranno rispettati e custoditi. Per questo non importa avere una laurea, basta essere sinceri, onesti, leali. Empatici.
Bene mi pare chiaro a tutti che chiunque fondi il proprio lavoro sull'apparenza, abbia qualcosa da nascondere che non vuole che sia rivelato. Incompetenza, inesperienza, quel che si vuole anche magari il solo voler apparire sopa le righe. Egocentrismo appunto.
Per anni inesperte teste di cazzo si sono mascherati e vestiti da Dei ingannando nelle tecniche altrettanto idiote e vuote pulzelle in vena di provare. Da questo prese forma il blog. Spesso e volentieri dietro a questi fulgidi esempi di genere umano non solo si nascondevano degli inadeguati tecnici ma anche degli immensi narcisisti disposti a tutto pur di raggiungere i propri scopi. Facile trovare materiale da plasmare qui. Dalle"bambine" a cui gli prude troppo la passera a quelle a cui piace essere al centro dell'attenzione e quindi le feste, le legature sui palchi, fare la modella, essere la tipa del tipo più in auge al momento.  Il set fotografico e via cosi in una lunga lista di esaltazione dell'ego femminile.
Son diventate famose le bugie patologiche del tipo che racconta di non avere un harem e poi si scopre che se ne spupazza due o tre assieme e succede un bordello. Beh, queste cose non si sono letteralmente contate. D'altra parte son difficilmente verificabili e fanno però più parte di una cultura basso-popolare per inzuppare il biscotto. Generalmente si scopre il tutto dopo poco. Già per me queste cose non si hanno da fare per principio. Intanto non sai come va la vita. Esci con XXX e arriva una YYY che ti dice che vuole provare. Personalmente dico a XXX che tal YYY ha idee porcelle e avverto contestualmente YYY che esco con XXX. Non ho mai visto volare insulti nemmeno altra roba tipo piatti, coltelli, sedie e pure il pranzo del giorno. Anzi, l'esatto contrario. Come procedo poi con le due, me lo tengo per me che poi imparano. Naaaa. Mi piacciono le noccioline mentre vi tirate le sedie, i piatti, etc., etc.. Posso solo dire: date amore e non egoismo. Date verità e non falsità. 

Così arrivo al punto: chi è il narcisista?
Intanto è un* che non ha sentimenti, in genere è anche un* bugiard* patologic* perché è attraverso le sue bugie che ottiene i suoi scopi. Ottenere quello che vuole. Divertirsi, lavoro, politica, relazioni tra amici non importa. Qualsiasi sia lo scopo che è prefissat* di ottenere. Lo farà dandovi prova che invece è coerente con quello che dice fino a che non avrà conquistato la vostra fiducia. Si ricorderà delle date importanti, vi coprirà di attenzioni dimostrando verso di voi una sensibilità fuori del comune. Mentre per voi quell* è una persona da rispettare e vivere, per loro voi siete una cosa da possedere. Non hanno nessun rispetto di fondo per la vostra vita, per il vostro lavoro, per quello che pensate e sentite. il vostro lavoro è loro per diritto e non se ne discute. Loro vi danno la "vita", voi siete un possesso assoluto e per questo fanno il vuoto intorno a voi anche dandovi tutto quello che vi aspettate sentimentalmente o l'illusione di ciò attraverso l'accondiscendenza, in modo che vi sentiate appagat*, fiducios* e che abbassiate ogni possibile difesa perché possano disporre di voi come meglio credono poi si rivelano. non avendo niente dentro non hanno niente da dare. Lo scenario si apre a mille possibili strade. Scappano con la vostra roba, vi accusano di tutti i mali della loro vita, alla fin fine lo sbaglio siete voi che avete frainteso, che non gli lasciate in pace, che gli state troppo addosso,  insomma tutto il contrario di quanto prima.
Il risultato finale è che la persona che credevate di conoscere semplicemente non esiste e non è mai esistita: l'hanno creata loro come un essere perfetto ma virtuale. NON C'E'. Tutto quello che avete vissuto, che l*i vi ha dato è stato solo un'illusione. Una mera viscida, lercia falsità.

Quindi no, non si dimentica. La parte più difficile è il conoscere di nuovo, prendere atto della vera persona che si ha davanti. Non è un amante premuros* e attent*, è un* irresponsabile abnorme menefreghista ed egoista.  Il loro cambio di comportamento vi porterà prima a pensare cosa gli stia succedendo, poi a cercare di farl* ragionare e non riuscendovi, o a subire ogni possibile genere di angherie e soprusi ed abusi, oppure a scappare e cercare di ricostruirvi una vita. No, non si può dimenticare. Non giustifico, non del tutto quelli che danno di matto e li prendono per il collo ma capisco le ragioni ed il perché.  Mi pare ancora più scemo andare a pensare che non ci sia nessuno che reagisce anche in malo modo perché il malo modo è quello che hanno ricevuto. Direi pure il pessimo se non il peggior modo. Qualche tempo fa mi diceva un militare che oggi le denunce fioccano. I tribunali sono intasati ed ottenere giustizia in questo paese è quasi una mera illusione. Venti anni fa si risolvevano le cose tra loro e quell* in genere capiva. Non so se avesse ragione, ma visto il proliferare di tali assurde teste di cazzo, comincio a pensare che non fosse del tutto sbagliato. Due scoppi anche minacciati del tipo: "o l'abbozzi o ti rompo" e finita li. Testa di cazzo ridimensionata in meno di dieci minuti.
Non voglio raccontare storie vere successe qui e causate da comportamenti narcisisti a persone che sono addirittura arrivate al suicidio. Ho visto persone credere di cambiare la loro vita e di aver trovato un* partner seri*, adult* e coerente ed invece hanno trovato solo un fiore reciso che dona solo morte nelle sue assurde bugie, presunzioni e nell'incapacità di assumersi le sue responsabilità come un qualsiasi sano essere umano. Questi non sono umani, sono talmente assurdi da non sembrare veri. Hanno il corpo e la voce come tutti ma non sono come tutti. Vivono nel loro mondo ed anzi, sono essi stessi il mondo e tutto il resto ai loro piedi. Hanno una giustificazione per tutto e non è MAI colpa loro e se l'ammettono, ci caricano su una serie di pretesti e giustificazioni tali da far sembrare che non si potesse fare altrettanto. Ebbene, qualcun* ci crede. Sveglia!

Si, la legge li protegge e ribadisco che è mica sana sta legge. Proprio no.

Bene, finita questa storiella che tale non è, sappiate che c'è un modo per far girare le palle ad ogni narcisista psicopatico in circolazione "colpite" le loro cose.  Loro non sono in grado di capire il dolore se non quello fisico. Loro posseggono tutto anche i loro figli. Colpite legalmente i nastri, i dischi, i cd che si sono portati via. Lasciateli in braghe di camicia perché è l'unica vera cosa che gli fa effetto. Non potrete mai riprendervi la vostra vita senza averne subito gli effetti oppure metteteci sopra una pietra tombale di proporzioni bibliche in modo che non possa essere spostata più.  Oddio, se quando la mettete gli centrate, poco male, non si è perso niente.
Ieri una cara "amica" ha postato questo:

"Spesso ho chiuso il profilo per allontanarmi da persone e situazioni spiacevoli che pur cercando di ignorare mi davano comunque fastidio. Non ne posso più di leggere di persone ipocrite e false, di considerare amiche persone che mai lo sono state e mai lo saranno, non mi interessa cosa facciano gli altri nel proprio privato purché il loro modo di essere falsi non coinvolga moralmente me o persone che frequento. Non mi interessa con chi vai a letto, se sei di destra o di sinistra, se sai usare i congiuntivi oppure no. A me interessano le persone genuine, punto. Sarà  l'età, sarà  presunzione, sarà qualsiasi cosa, ma mi son rotta le balle. Non mi farò più condizionare da niente e da nessuno, chiuderò con questa gente. Gli altri sono liberi di andare o di restare."

Si, è anche l'età. Se già è poco concepibile un bimbo ineducato egoista non in grado di socializzare ma che lascia tempo educativo alla correzione, diventa assolutamente intollerabile in persone adulte che dovrebbero essere in grado di capire cosa fanno e di assumersi la responsabilità delle loro azioni.  Dimenticavo come al solito. Visto che la loro morale è poco superiore a quella di un ranocchio prepotente, in genere a letto funzionano. Se si mettono in testa che vogliono divertirsi, lo faranno eccome pensando quasi esclusivamente per se. Compris?
Namaste.

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)