venerdì 6 gennaio 2017

Slave to love - Video

fonte tumblr
Era il 1985 ed il grande Brian Ferry uscì con questa meravigliosa canzone. Non me ne vogliate, son tutti spezzoni di video e francamente ho riscontrato delle serie difficoltà a trovare parti decenti come per gli altri video precedenti. Si trovano valide gif solo da spezzoni di porno e un gran numero dei medesimi ma roba papabile poca, davvero poca. Così spesso cado nel porcello andante. Si deve togliere il safe search e li escono delle robe indicibili che soft, erotic, sweet bdsm, sm, fetish, lingerie e in un'altra quarantina di combinazioni diverse, non esce niente di carino. Mi sembrava assurdo completare il video con spezzoni di 50 sfumature di cazzate, quindi ho scelto dei pezzi che in qualche modo mi ricordano qualcosa di importante anche se espliciti.
Per me questa canzone è la terra dei draghi, null'altro. Il resto è venuto dopo ed erano anni che cercavo di riuscire a mettere assieme un video che mi raccontasse. Un video mio come al solito, li faccio per me che non scatto foto e che ho bisogno di similitudini per rappresentare. All'epoca quelle poche foto che feci in accordo con chi c'era, ebbi non pochi problemi a farle sviluppare e come al solito, non ne ho. Le ho consegnate. Di seguito la tradizione ufficiale e quella che completammo con i sottintesi inclusi. Ancora una volta il video contiene il safe search che lo rende impossibile da vedere dai dispositivi mobili per evitare che capiti in mani di minori e che smanettano meglio di noi.



Dille che aspetterò
Al solito posto
Con gli stanchi ed estenuati
Non c’è scampo
Al bisogno di una donna
Devi sapere
Come chi è forte diventa debole
E il ricco diventa povero
Stai correndo con me
Non toccare la terra
Siamo quelli dai cuori senza riposo
Non quelli in catene
Il cielo sta bruciando
Un mare di fiamme
Anche se il mondo sta cambiando
Io sarò lo stesso
La tempesta sta scoppiando
O così pare
Siamo troppo giovani per ragionare
Troppo cresciuti per sognare
Ora uno scatto sta facendo girare
La tua faccia verso la mia
Posso sentire la tua risata
Posso vedere il tuo sorriso
No, non posso scappare
Sono uno schiavo d’amore
Dille che la aspetterò
Al solito posto
Con gli arti stanchi ed estenuati
Non c’è scampo per me
Al bisogno di “una” donna (di lei)
Devi sapere, (tener presente, ricordare)
Come chi è forte diventa debole
E il ricco diventa povero
Lei Sta correndo con me
Non toccare la terra (voli)
Siamo quelli dai cuori senza riposo
Non quelli in catene (siamo liberi – di amare)
Il cielo sta bruciando
In Un mare di fiamme
Anche se il mondo sta cambiando
Io sarò per te, sempre lo stesso
La tempesta sta scoppiando (anima e …)
O così pare
Siamo troppo giovani per ragionare
Troppo cresciuti per sognare
Ora uno scatto sta facendo girare
La tua faccia verso la mia
Posso sentire la tua risata
Posso vedere il tuo sorriso
No, non posso scappare
Schiav@ d’amore
Non c’è via di fuga da questo,
Sono un@ schiav@ d’amore

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)