Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

giovedì 23 febbraio 2017

Aho!


Perché il gruppo dei santoni è sempre il gruppo e che cazzo :)


Venti giorni fa mi fu spedita la notizia della condanna del Carmignotto visto l' "apprezzamento" che ho sempre avuto nei suoi confronti. Beh si, una delle ragioni dell'esistenza di questo blog è proprio lui. Adesso che c'entra direte? Eh beh. C'entra eccome. Meglio evitare di tirar dentro di nuovo cazzate oramai vecchie vista quella situazione.
Gli articoli in questione sono questi ma molto simili l'uno all'altro.

Me li leggo e vedo che maltrattamenti o lesioni? Non pervenute. Un anno e mezzo per stalking, una richiesta danni e tutto quanto ci hanno parecchio ricamato su. Non avevo intenzione di commentare e l'oggetto non è il caso degli articoli no. Non me ne può fregare di meno delle solite "cazzate". A me hanno rotto i maroni per una voce non contraffatta abbastanza bene e qui le "solite" stronzate o ben peggio e mi devo sentir dire ohhhhh ma non è quello, sapessi che è successo, poverini mentre si inventano quali e chissà stronzate come al solito frutto dell'invidia e della fantasia contorta che hanno.
Così quella che fino a stamani avrebbe dovuto collaborare al blog, mi chiama e mi fa due coglioni così. Secondo lei non ho capito nulla a quanto pare. Dice che ha seguito tutti i processi e che giustamente, le persone coinvolte son messe male o insomma, qualcosa di simile. Non posso che essere d'accordo qualsiasi sia l'opinione in merito alla faccenda. Rimangono cose brutte che non dovrebbero succedere da qualsiasi lato la si pigli.

Ma perché mi sfrantecate i coglioni per qualcosa che non me ne può fregar di meno? Vuoi tanto difendere qualcuno che ti sta a cuore? Sei qui, scrivi quello che cazzo ti pare visto che sei tu responsabile di quello che scrivi e pigli le parti di chi vuoi. None, si incazza con me perché non mi sta simpatico il Moji Retsu per evidenti ragioni storiografiche del personaggio e sono io lo stronzo.
Per quello che mi riguarda rimane gente "tossica" con cui non voglio niente a che fare, nemmeno di striscio. Son così lontani dai miei pensieri e dal mio stile di vita che proprio raus. Via. Sciò. Ho tenuto il Carmignotto "bloccato" su facebook per anni per non vedere manco quello che pubblicava, figuriamoci se mi frega che cosa diavolo gli è successo a lui, chi l'ha scelto prima e chi dopo con tutto il sincero rispetto parlando. Facciano come gli pare, lontano da me però.

Si incazzano perché quelli con cui escono mo, avevano una storia diversa da quello che credevano. C'è gente qua che si è presentata come sub, poi son diventati master imparati, poi ancora erano bull e son diventati sadici e poi ancora trombano e son master e pure bull e alle volte anche switch. Sembra il bancarello dei dolciumi, a seconda di quello che mi va oggi! Cambiare idea è una cosa normale nella vita ma per dio c'è un limite a tutto. Mi viene in mente quel detto famoso: "Tira di più un pelo di fica in salita, che una coppia di buoi in discesa". Per i moderni, sostituire buoi con trattrice. Ecco!

Infine, ognuno è libero di esprimere la sua opinione. Che diavolo ti ci piglio a fare nel blog se poi ti impongo la mia? Non avrebbe senso e se chiedo "guarda che è un mese e mezzo che non scrivi nulla, che si fa"? Mi viene risposto di fare come cavolo mi pare.
Bah! Rimango come al solito, interdetto ma dico sul serio. Hai la possibilità di esprimere, di divulgare, di difendere chi ti pare e l'unica cosa che ti riesce di fare è quella di zittire chi di da la possibilità di farlo? 

L'unica risposta che mi arriva dentro è che si tratta della solita merda. Il "giro" dei grandi. Quelli a cui deve essere perdonato tutto e che possono fare e sbagliare quando e per quanto cavolo gli pare! Hanno sempre e comunque la giustificazione degli accoliti e chi si chiama fuori perché si ritiene leggermente diverso dai vari dio in terra, non va bene. Anzi, siamo "noi" che non capiamo un cazzo.
Ti capisco se ti allinei, se ti uniformi, se ti adegui al gruppo. Ti ascolto se accetti come e cosa facciamo, nel modo in cui lo facciamo. No signori. Vi do la possibilità di esprimervi ma rimango dell'idea che ci siano persone e persone e che nei modi e nella sostanza, qualsiasi cosa e persona sia diversa ma tanto anche. Seguito a sostenere che è certa gente e questo continuo modo di fare che ha attirato qui dentro una robusta fila di stronzi di ogni razza e sesso e che ne ha fatta scappare un'altra metà sana e sincera. Di che cosa avete da lamentarvi, se uno si innamora o gli piace il signor Vallanzasca o chiunque altro sia, e poi non si dovrebbe incazzare se un giorno da di matto e fa una strage. Spero che capiate che un modo di dire, non si sa mai.


Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)