sabato 4 febbraio 2017

Quando scoprirai chi sei...

Si, si. Sono nella fase: "scazzo". Seguito  a divertirmi ma da quel che vedo in giro, il livello emme è cresciuto abbondantemente. Due vergate, un po di abbigliamento  sexy e molto parte e finisce con una trombata.
Il legame nasce e si conclude con una legatura e l'inn-amoramento è solo il motel dove vai a fottere. Una cosa bella è! Poi lo chiamano BDSM. Tra un po esce pure la seconda puntata di 50 sfumature di bischerate e se ci sarà qualche altra genialata, saranno tutti pronti ad emulare. Già  dopo il primo tutti i segaioli si sono trovati  l'uniforme da "dio infallibile", il gessato e la rappresentazione esteriore di se, il dipingersi per come vorremmo essere e non come siamo. Adesso chissà  cosa esce. In fondo viene da ridere a pensarci ma rimane l'abbrutimento del desiderio.
È e rimane una cosa molto diversa il desiderare di fottere e/o di giocare con una persona o anche più, piuttosto che  farlo con chi capiti anche con una piccola intesa.
Lecchi qualcuna, quella viene. Scopi qualcuna, quella prima o poi viene, ti tirano un pompino, tu prima o poi vieni ma lo dico e lo nego: mica sempre e anche se succede, l'appagamento non c'è. L'unica cosa di cui poi di ha bisogno è cercare una situazione più  scabrosa o piccante e di venire un'altra volta senza appagamento. Questo NON E' trombare. Ficcatevelo bene in testa. Questo è prima di tutto il confronto con se stessi e scoprire chi siamo. Scoprire la nostra vera faccia e per l'appunto riuscire a vivere questo mondo e stile di vita senza per forza sopraffare il prossimo, senza ingannarlo o spingere se stessi verso devianze psicologiche. Quando dicevo che il SM serve a qualcosa, questo è una parte dell'esempio. Solo una parte. D'altra parte i più volte citati esempi con le ex, servono a nulla e voi seguitate ad approcciare questa cosa nel modo sbagliato. Ho sete: bevo. Ho voglia: scopo. Mi interessa questa pratica, chi me la da? Così affrontate questi test che vi metto qua e quelli seri, nessuno li fa. Chi di voi pensa di avere un'anima? Rispondete in 4. Vi metto la fila delle porcellate e li che rispondete. Sembra quasi che non abbiate tempo per tutelare il vostro io, la vostra interiorità eppure parte tutto da li. Se non c'è finisce veloce ed anche in modo brutto. Questo blog ha protetto diverse persone nella scelta del partner e per capire ma non ha protetto me. Lama Michael lo spiega benissimo, sentitevi questo. Per quello che mi riguarda potete anche saltare le preghiere ma ribadisco che non importa che lo guardiate, basta che lo "sentiate".


Un po come mangiarsi che ne so, un fetta a latte senza scartarlo o un'arancia.  Il sapore prima o poi lo trovi tra un morso insipido e l'altro ma la maggior parte del del tempo lo passi a cercare di evitare un incarto o una buccia troppo insapore e amara da non valerne la pena. Il SM per quello che mi riguarda è "la bolla" dove regna l'armonia, dove lo spirito si fonde con il corpo, l'uno nell'altra ed il tempo si ferma.


"Se io fossi un pesce, lo Zen sarebbe l'acqua in cui nuoto" è un valido esempio ma se quell'acqua è avvelenata, il pesce muore. Ma se si accorge dell'acqua poco salubre, capisce ed ha il tempo e la possibilità di trovarne una adatta a lui, allora no. Non è  manco detto che l'avvelenamento investa direttamente il pesce ma è sufficiente che impedisca la crescita e lo sviluppo del cibo di cui ti si nutre. Non è bello da dire e va contro a tanti esempi buddisti in cui si dice che poche gocce, non rovinano gli oceani. Mi limito a riportare il pensiero del Dalai Lama: "Provate a dormire con una zanzara". Rimane il fatto che per capire, vale quell'immagine che ho messo su: "Devi disimparare cosa hai imparato". Sempre per analogia è come studiare una lingua straniera. Il punto di non ritorno è arrivare a pensare in quella lingua e non tradurre in testa dall'italiano all'inglese. Quando pensi Zen, sei Zen. Quando porti Zen nelle relazioni umane e qua, a letto, si apre un universo dove tante difficoltà spariscono. Questione di approcci. Cominciate a pensare così SEMPRE quando vi rivolgete a qualcuno o quando giocate, quello che sente l'altro, sentitelo voi e per arrivarci, mushin: no mente, rileggetevi questo post. Quindi per non riempire di nuovo il post di immagini, qui dentro c'è davvero tanto di quello che so e che porto e mi porto dentro e che ho dato anche a chi c'è passato sopra senza nessuna morale. Questo però DOVETE guardarlo. Parole miste  di Buddha, Mahatma Ghandi che adoro ed è di una dolcezza e di una profondità uniche e qualche cosa che ho scritto io, senza nessuna pretesa. Ci sono infine due cose. Nella pagina dei movie spinti, ho rielaborato "Adagio" che adesso si vede nelle giuste proporzioni e rimodificato "I will always love you" in modo un po' sarcastico. Era da tempo che volevo fare qualcosa di simile a quella bellissima canzone "What a wonderful world" in cui si vedevano le immagini della guerra del Viet-Nam e così ci ho provato. Sempre che abbiate sentito Lama Michael, ebbene, li faccio per me, è qualcosa in cui credo ed è un bel messaggio. Si oggi siamo tutti atei ed in effetti il buddismo è più il rispetto per tutte le forme di vita anche per quelle che noi non consideriamo tali come la terra stessa e le rocce. Buona serata. Namasté.

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)