venerdì 13 ottobre 2017

Amico è tutta un'eternità

"La lontananza fa all’amore quello che il vento fa al fuoco: spegne il piccolo, scatena il grande". Roger de Bussy-Rabutin


Ho trovato questa frase ieri. Io che non sono abituato ad andare ad aforismi. Preferisco i miei pensieri anche se infinitamente scritti peggio di un poeta o di uno scrittore. Io, noi che non c'era internet ma il telefono a rotella. La mail era senza la e- e ci dovevi appiccicare un francobollo. C'erano 1750 km tra noi e lo so che cazzo fa lontananza. Eccome se lo so, e lo sa ancora pure lei. "Dopo di te", mi disse, "credevo di non riuscire ad amare più nessuno" mentre ancora tremava mentre mi dava la mano dopo 27 anni. Zitte! Silenzio.
Lo so che cosa succede quando ci si rivede. Volano, si strappano i vestiti. I pompini sono fatti a morsi, il sesso è "violento", forte, è pieno di desiderio e ti fermi quando hai perso il conto di quante volte siamo venuti mentre nel frattempo abbiamo girato tutta la casa e tutte le situazioni possibili che in quel momento mi/ci venivano in mente. Come diavolo si racconta sta roba? Così, non c'è altro perché ha scritto bene il tipo. Scatena il grande. La ragazza ed il drago esiste, è bionda e non ha paura né di volare, né delle fuoco. Anzi, voliamo in alto sempre più su, verso le stelle, in una tempesta di fuoco talmente grande che scappi pure il diavolo. Poi si vede dove siamo andati senza pregiudizi, senza pretese. Senza io voglio questo e quest'altro e questo è il mio modo e qui, quo e qua. Andatevene a fanculo, solo andata per dio e non è una preghiera, è proprio un ordine.



E' il perenne monito fino a che avrò respiro e mente per farlo, di ricordarmi che la merda fino a quel punto c'è arrivata pur essendo un livello davvero impressionante. Questo invece era sul vecchio Blog e contavo di non pubblicarlo più ma a quanto pare serve.

"Può darsi ch'io non sappia cosa dico
scegliendo te - una slave - per amico
Ma il mio mestiere era comandare
in fondo si tratta solo di obbedire
sei strana, forte e debole compagna
che qualche volta beve e a volte sputa
l'eccitazione sintomo d'amore
Al quale non sappiamo rinunciare
Le conseguenze sono da leccare
A turno noi dobbiamo ripulire
Tu amica cara non mi consoli
perché non ci vediamo un po' da soli?
Ti ha legata ?
ma chi?
Troppo docile non fa per te!
Lo so divento antipatico ma è sempre meglio che ipocrita.
D'accordo fa come vuoi
I miei consigli mai.
Mi arrendo fa' come vuoi
Ci ritroviamo su VIBER poi...
Ma che disastro io mi maledico
ho scelto te una slave per amico



BUGIARDA!
"Non concedo fiducia facilmente, così quando di dico "io credo in te", per favore, non farmene pentire" Così, "giurami che qualsiasi cosa succeda non ci perderemo mai, giurami che rimarremo sempre amici".
Da uno a 10, quanto mi ami? "12, mila". Ptuà.

Ne ho vagonate di questa roba. Che parlano di amicizia, di promesse, di lavoro, di vita di tutti i giorni e di buongiorni, di buonanotti, di ore al telefono per rimediare alle cazzate di uno stato indecente e rimettere in linea un'attività. Di scherzi, di carezze e di situazioni tanto estreme, dolci, profonde e forti come solo l'SM sa fare. Poi un giorno diventi merda, il nulla. Non sei mai esistito, non c'è mai stato niente, questa roba non l'ho mai ricevuta. Quello che ho fatto è roba sua, loro. "Perdonami se puoi" e ciao ma non c'è niente da perdonare, non è possibile perdonare e io imparo. Non posso cancellare questo dalla mia vita cosi come non posso cancellare quando mi sono giocate le mie vite, una per gli ospedali italiani del cazzo tanti anni fa. Giri e rigiri non capendo perché stai crepando lentamente ma un pezzo per volta e sei solo. Solo, con la paura, solo e non c'è una merdosa spalla su cui appoggiarti. Mezza! Una piccola, stampella, nulla, manco una voce che ti chiede come stai, mentre voi cercate confidenza, di "imparare" qualcosa ma mai di sentire, solo ascoltare. Pretendete una spalla per piangere, per ridere e per godere e non siete disposte MAI a incontrarsi a mezzo. Sembra un disco in vinile rigato con la puntina che salta e ripete sempre lo stesso insulso ritornello. Mi piace tanto guardare il canale giallo ma soprattutto la serie del tenente Joe Kenda che mi ricorda qualche vita fa. L'altra sera disse: chiunque dica che non ha paura o è un bugiardo o è pazzo o qualcosa del genere. Nessuno dei due ma la paura oramai è andata, da un po'. Paura di cosa, di morire? Beh, che venga. Basta che sia rapida e va bene così.  Il resto me lo tengo per me. Così rimane solo questo:
"La gente falsa non parla, insinua. Non conversa, spettegola. Non elogia, adula. Non desidera, brama. Non chiede, esige. Non sorride, mostra i denti. La gente falsa è povera di spirito, poiché non cammina, ma striscia nella vita, sabotando la felicità altrui. La gente falsa ignora la bellezza e la nobiltà d'animo perché non ama, ma è solo egoista, e così finisce per non vivere, esiste appena." Marisina Vescio

Passate così velocemente dalla profondità, al bisogno di "me" al chi diavolo ti conosce all'uscire e andare a fare festa la sera dopo come se niente mai fosse successo. Perché si, per voi non è successo niente, non vi preoccupate di chi avete davanti ma solo di voi al quale è dovuto tutto, anche l'impossibile. Eppure sono attrezzato per i miracoli ma per l'impossibile non c'è proprio modo!

Così, visto che oggi sono in vena di frasi o di canzoni fatte che diventa dura scrivere, così proseguo:"Io e te, lo stesso pensiero! Che fai, se stai lì, da solo! In due, più azzurro è, il tuo volo! Amico è bello, amico è tutto, è l'eternità!" Qualcuno si ricorda si da dove arrivano? E ancora: "Dietro questa maschera, c'è un uomo e tu lo sai! L'uomo di una strada che è la stessa che tu fai. E mi trucco perché la vita mia, non mi riconosca e vada via. Batte il cuore ed ogni giorno è una esperienza in più. La mia vita è nella stessa direzione, tu! E mi vesto da re perché tu sia, tu sia il re-gina di una notte di magia!"


Quindi per cortesia e vale un po' per tutti, niente "amico", niente "lontano". Niente ipocrisie, falsità, illusioni, pretesti o maschere del bisogno o dell'interesse dietro cui nascondersi. Solo quello che è: chiacchiere per passare il tempo.


... un ideale che non c'è, come il tutto!

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)