mercoledì 10 gennaio 2018

Lettera d'amore.


Al/la mi@ padron@



Abbiamo così poco tempo su questa terra e la vita corre così veloce che passa in un soffio. Trascorrere del tempo con te, la rende così speciale così per favore non ti arrabbiare quando è tanto tempo che siamo lontani e ho così voglia di te e ti cerco e appena posso ti salto addosso e si stringo e ti bacio. 







Quando ci siamo incontrati eri così entusiast@ anche se di sicuro ero imbranat@ in tutto quello che facevo ma avevi pazienza e mi parlavi. Lentamente siamo entrati in sintonia con i pensieri e con tutto quello che facevamo. 









Mi sei stat@ vicino quando avevo paura di tutte le cose nuove che mi proponevi, da sentire completamente le mie gambe molli. La tua presenza mi ha aiutat@ a superare me stess@ per poter raggiungere assieme traguardi così intensi e profondi.





Dammi il tempo di capire dove vuoi portarmi. Ti prometto che farò del mio meglio in qualsiasi situazione e se ti arrabbi con me, non rimanerlo troppo a lungo. Ciò mi rattrista e senza di te mi sento pers@.





Il nostro rapporto è così speciale e nessun altro capirà. Ho solo te per viverlo e viverti. Mi piace quando mi insegni cose nuove e che mi danno emozione. Mi fa crescere, aumenta la mia autostima e mi rende orgogliosa di me stess@. 










Ricordo tutte le volte quando quando passavamo le ore in un letto a farsi coccole e sembrava che il tempo si fosse fermato.







Se mi tratterai così, ti sarò sempre leale e anche se la vita ci porterà lontano, ti avrò sempre-sempre nel mio cuore. Il/la tu@ miglior@ amic@.











Dammi la libertà di essere me stess@, selvaggi@ e dolce, forte e fragile allo stesso tempo. Lasciami sporcare con le tue paure più nascoste. Fanno male si ma insieme a te affronterò qualsiasi uragano standoti sempre accanto. La tua vita è più importante della mia. Tu sei la mia vita perché è il tuo solo esserci che la rende così speciale e mi rende così felice quando appoggio la mia testa sulle tue gambe per starti vicino e  tutto passa mentre sul tuo viso si disegna un sorriso.




Poi un giorno hai detto che dovevi andare e che non ci saremo più rivisti. Tu hai preso la giusta decisione per la tua famiglia, così mi hai detto ma c’era un tempo in cui io ero tutto il tuo mondo. Il tuo tutto dicevi ma mi hai lasciato li per strada, senza farti vedere da nessuno in modo così vigliacco ed inaspettato. Girato l’angolo sei sparit@. Che lezione avrai dato al mondo dopo che mi avrai trattat@ così? Parlavi spesso di amicizia e lealtà ma è tutto sparito in un soffio. 





Così ho cercato un altr@ che mi apprezzasse ma non potevo competere con i giovani e pimpanti. Freschi e dal viso  delicato. Un giorno mi hanno preso e portato in un luogo che odorava di vecchiaia, di solitudine e di paura. 









E’ il posto giusto per quelli come te mi dicevano. Sarai al sicuro e anche se si prendono cura di me, mi danno da mangiare cose buone, ho perso definitivamente l’appetito e mi sono mess@ in un angolo li ad aspettare e ricordare il suono della tua voce quando mi chiamavi felice. Il mio impero per un cavallo disse qualcuno. Oggi darei tutta la mia vita per un'altra carezza.







Poi non sono più stat@ in grado di muovermi e li ferma nel mio posto mi hanno tenut@ addormentat@ per non soffrire più di tanto. La mia mente ed i miei occhi non erano più quelli di un tempo. Offuscati dalla vecchiaia e dalle medicine, ho chiuso gli occhi con il tuo ricordo, come il primo giorno che ci siamo visti ed in silenzio ma con il sogno di te accanto a me ancora vivo e forte e...
me ne sono andat@.






Il tuo cane.

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)