mercoledì 9 maggio 2018

Non ce la posso fare


Ecco, questo era il post che stava qua da giorni prima di avere una richiesta di come la vedo, prima di aver avuto la visita della ex con tutti i suoi profili regolari e fakes insieme a tutti i suoi parenti in gruppo (o forse no ma poco importa).
Fatevene quello che volete, come al solito e buona tranquilla lettura.

Definizioni:
- Porco: un tipo che pur di fottere in modo strano fa qualsiasi cosa. Si attribuisce meriti che non ha, finge di essere chi non è e le studia proprio di tutte per saltare da un letto all'altro.

- Troia: una tipa che ha veramente bisogno di fottere in ogni modo. Anche lei è disposta ad infilarsi in qualsiasi situazione pur di divertirsi.
Tendenzialmente entrambi sono inaffidabili perché pur di soddisfare i loro bisogni raccontano ogni genere di bugia o mezza verità fintanto che trovano soddisfacente un rapporto di letto o fintanto che non si presenta loro una situazione più ghiotta.


- Porcello: un tipo che ha relazioni normali con le persone, ha dei sentimenti e crede che lealtà, sincerità, fiducia, rispetto e dialogo siano la base fondamentale per costruire un profondo rapporto in cui si arriva ad uno stato di complicità. Letto e rapporti nascono e si approfondisco, diventano sempre più profondi ed intensi attraverso il dialogo, la comprensione reciproca.
- Porcella: una tipa come il porcello ma al femminile.

- Confusi: appartenenti ad entrambi i gruppi, cercano l'empatia ma l@ vogliono fic@. Oddio, dovrebbe essere abbastanza semplice da capire che se i cromosomi di mamma e papà hanno dato una notevole mano a qualcun@, quel qualcun@ non ha un granché bisogno di altro che mantenere la "presenza" fisica per rimanere attraente. Palestra, corsa, bicicletta, jogging e tutto quello che capita pur di non avere un briciolo di grasso. Insomma, mantenersi in forma perché se sei giovane sei una bella topa, se sei tra i 30 e 40 sei una bella donna e se invece sei sopra i 40 diventi una MILF. Oddio, per gli uomini non so come funzioni ma in genere basta che respiri.

Allora com'è che si fa a mettere la mia testa ad esempio dentro un bell'Apollo tutto muscoloso e tirato? Non si può. Non si fanno travasi di neuroni e se anche fosse possibile, da soli non bastano. I narcisi sono in genere persone molto intelligenti ed argute ma sono anche delle teste di cazzo micidiali, quindi no. Facciamo passo.

Che ci vuole quando ti arriva una che vorrebbe davvero il bel figo con una testa ed un cuore così? E' italiana, mica vede oltre il suo naso e seguiterà a cercare il principe azzurro in un campo di rape. Quindi chi saluto oggi? No, dai non facciamo nomi e nemmeno nick che la mamma dei cretini è sempre incinta e ne sforna a centinaia.

Non so voi ma provate a chiacchierare con la palestrata di turno. Sa tutto sugli alimenti, su cosa fa ingrassare, cosa no. Magari è pure vegetariana perché non mangia gli animali per (giusto), rispetto però tratta le persone come soprammobili.
Presente il campo di rape? Ecco. Questa è un'altra che lo vuole figo ma è insoddisfatta perché l'appagamento non c'è. Però  esce con un ragazzino più giovane di lei e mi dice che fino a che dura, me la godo e dura solo un paio di settimane. Poi se ne esce con un avevi ragione e per la cronaca, con la ragione ci si pulisce il culo. Domandatelo a Giovanna D'Arco che la fecero arrosto. Si le hanno dato ragione ma lei finì in carbonella.

Così dopo averla allontanata tre volte è tornata sotto con il solito nulla, ho dovuto segarla con una barzelletta.

C'è un tipo che deve prendere un treno e mentre passeggia per la stazione trova una macchinetta che dice di indovinare tutto.
Così ci mette 10€  chiedendo notizie su di lui e la macchinetta spara fuori un biglietto con il responso: "Ti chiami Spartaco Sandrelli, abiti a Milano in via De Sanctis al civico 34, int. 3. Sei nato a Lambrate il 12 marzo 71 e sei sposato con Giuliana Falsettacci. Hai due figlie, una di 18 anni Gaia, e l'altra di 22  anni Sabrina."
"Cazzo! Come ha fatto?"
Prende altri 10€ domandando di sua moglie ed esce il solito biglietto:  "La Giuliana é nata a Lodi il 25 giugno 70. Lei li adora i 69 e tu no. Non è una strafiga ma a letto ci sa fare. Si è ripassata tutti i tuoi amici e pure due tue amiche. Ah, la tua prima figlia non è tua ma di Alessandro!"

"Troiaaaaa! Ancora,  voglio sapere di più!"
Si fruga in tasca e non trova 10 euro. Corre al bar e si fa cambiare 50 euri.
Torna alla macchinetta e domanda incazzato come una furia: "Voglio i nomiii!!"
La macchinetta sputa il biglietto e c'è scritto: "I nomi poco importano, ormai sono andati ma a forza di fare domande sceme, hai perso il tuo treno!"

E pare che abbia capito. Pare è. Per lo meno non ha riprovato a richiedere amicizie che proprio... naaaaaa!!!




Poi chi c'è di consistente, quella che torna dopo qualche anno e che non era pronta e che si presenta con un: sono una troia? Ok non siamo mica in un porcile forse si, boh!
Quella che pensa di costruire  una relazione empatica e poi manda il tutto a vacca sparendo per dieci giorni dicendo che ha da fare ma che riempie la sua bacheca di porcellate? Ora, io ve lo dico in modo sincero e come al solito molto pacato. Ma pensate davvero che siano tutti più imbecilli di voi?
La matematica vi è proprio contro.  Ho cercato risultati in merito all'affermazione: "la metà della popolazione mondiale ha un'intelligenza inferiore alla media" che è stata pure centro di polemiche perché messa in mezzo da Piergiorgio Odifreddi  qualche anno fa. Dopo di che è successo il finimondo. Si perché Cretino su etimo.it e su treccani.it ha l'esatto significato di quello descritto dal matematico (mentre su accademia della crusca. ni), e che la citata percentuale presenti delle sorprese. Statisticamente siamo tutti li. La metà della popolazione non pare essere troppo scema come afferma quora e praticamente tutti gli altri. Il "problema" è quello della finestra come qualche articolo fa. Dove cavolo mi piazzo io (prendendo atto di quello che è, fine)? Praticamente sto tra 2.1-2.2% della popolazione mondiale e come cazzo faccio a spiegare al restante 97% come stanno le cose?

Non c'è mica modo.

Eppure è semplice: dietro ad un calamaro, ci sta un altro calamaro. In un campo di rape e dietro una rapa c'è sempre un'altra rapa o finisce il campo. Ok, alle volte ci sta magari pure anche qualche papavero o che ne so, della capsella? Se prendete atto di questo, se ci arrivate, allora quali speranze avete che quel papavero sia meglio della rapa? Quasi zero ed è più facile essere colpiti da un fulmine che rimediare il principe papavero. Eppure seguitate a cercare nel campo di rape  il vostro rospetto da baciare. La morale della favola è che bisogna guardare le cose e tutti gli esseri viventi con altri occhi, più profondi e allora si riuscirà a vedere il proprio principe o principessa dietro l'apparenza che ha dato la vita. Ve ne ha parlato anche H.C. Andersen ne "Il brutto anatroccolo" ma forse o non ricordate o siete troppo impegnati con le vostre notifiche, i vostri profili, desideri in cui vi sentite al centro del mondo mentre siete come me: una cacchina in un mare di nulla. Psss. ci sono più stelle in questo universo dei granelli di sabbia su tutto l'intero pianeta Terra.

Non c'è. E' sempre la storia dello ione sodio. Quindi che cazzo venite a rompermi le balle francamente? Venite qua a dire che la fiducia non esiste. Si tradisce, si fa quello che fa comodo e via così e anche se poi dite il contrario lo fate lo stesso.
Ecco, adesso vi dimostro dove la fiducia è vita.


Se molli, il gommone cade, se molli, il tronco cade. se uno molla cadono tutti e visto che nessuno ha gli occhi dietro come i ragni, "tu" copri loro, "loro" coprono "te". Non è questione di guerra è questione di comprendere come stanno le cose. L'unione è forza, la fiducia è forza, l'aiuto reciproco è forza, la volontà è forza, la lealtà è forza. E mi piacerebbe tanto poter svegliare la notte qualcuno di voi e fargli un bel "trattamento" così o per lo meno che gli si avvicini (visto che non sono mai stato un Seal né un incursore, meglio non assumersi qualifiche inesistenti). Vorrei tanto ma tanto vedere cosa vi succede quando vi trovate che un qualcun@ si trova ferit@ in modo grave da un'esplosione e vi trovate a raccogliere i suoi pezzi in giro per vedere se qualcuno riesce a rimetterl@ assieme. Vorrei davvero vedere quando vi trovate a prestare soccorso a qualcun@ e le possibilità di farl@ uscire viv@ sono praticamente nessuna così che l'unica cosa che potete fare e vederl@ crepare. Vorrei vedere tante cose ma sopratutto vorrei tanto vedere che la smetteste una volta per tutte di chiedere per voi, comprensione, attenzioni, pazienza e tolleranza che chiedete per voi stess@.

"Si chiamano promesse, se vengono mantenute.
Altrimenti si chiamano bugie o prese per il culo".
 Mauela Reich, Twitter.

ed aggiungo che anche l' "io non giudico, per me puoi fare come ti pare", si chiama menefreghismo o incapacità di discernere il bene dal male, il giusto dallo sbagliato, la leggerezza dal lasciare liberi.

Ecco e seguito visto che oggi ci sono, per la tale XX
"Ti voglio mandare un audio, me lo daresti il tuo numero di telefono tanto non abuserò di questo?"
consegno il nr.
La sera trovo il messenger così:
 


E poi vi lamentate perché vi fanculizzano? :) 
Mi sembra che lo facciano semplicemente troppo poco in effetti.

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)