mercoledì 6 giugno 2018

Il conformismo

Attrubuzione: Mariano Mantel  licenza CC BY-NC 2.0
A Firenze nella seconda metà del secolo XV si impose una famiglia, quella de' Medici che non solo ebbe la forza militare per controllare la città ma anche la lungimiranza di finanziare tutte le arti. La pittura, la scultura, l'architettura e pure la letteratura. Questo movimento socio culturale venne denominato
IL RINASCIMENTO

Il Perseo, Loggia de' Lanzi
Benvenuto Cellini
Attribuzione Guglielmo d'Arezzo
Licenza CC BY-NC-ND 2.0

in cui al centro del mondo c'era l'uomo e la sua creatività. La libertà di espressione, la libertà di pensare di creare e di studiare arte, scienze, architettura e quant'altro fosse possibile. Per qualcuno fu anche l'occasione di manifestare anche la sua libertà sessuale come Agnolo Poliziano dichiaratosi gay ma in effetti quello fu ancora troppo per qualcuno e fu assassinato. L'arsenico, si sa, non lascia scampo.
Ecco una lista degli artisti del movimento rinascimentale dell'epoca. Michelangelo Buonarroti, Leonardo da Vinci, FIlippo Brunelleschi, Leon Battista Alberto, Bramante, Raffaello Sanzio, Michelozzo, Il Palladio, GIorgio Vasari, Baldassarre Petruzzi, Giulio Romano, Antonio da Sangalllo il Giovane, Gitto, Pellegrino Tibaldi, Antonio da Sangallo il Vecchio, Simone del Pollariolo, Benedetto Briosco, Gabriele D'Agnolo. Tra i pittori si aggiunge anche Sandro Botticelli, Donatello, Masaccio, Beato Angelico, Domenico del Girlandaio, Andrea Mantegna, Filippo Lippi, Piero dell Francesca, il Perugino, Andrea del Verrocchio, Giorgione, Pinturicchio, Antonello da Messina, Masolino da Panicale, Dosso Dossi, Paolo Uccello, Bonifacio Bembo, Agostino di Duccio, Vincenzo Foppa. Tra gli altri anche artisti del calibro di Luca della Robbia o di Benvenuto Cellini, che pur essendo un "disonesto" e che rubò persino quello che aveva creato, aveva raggiunto livelli tutt'ora ineguagliabili nella sua arte. Gli scrittori tra quelli non elencati come Ludovico Ariosto, Lorenzo il Magnifico, Machiavelli, Leon Battista Alberti. Robuccia no? :)


Firenze divenne quindi un luogo catalizzante per tanti e per altrettanti studenti che hanno dato vita ad opere minori o completato quelle maggiori. Le tegole dei palazzi, vengono tutte dagli artigiani dell'Impruneta in cui fin dall'epoca etrusca, si lavora la terracotta. Le decorazioni del campanile di Giotto, sono tutte fatte da scalpellini anonimi, tutt'ora vengono riprodotte e sostituite da artisti dell'opera del Duomo di cui non si leggerà il nome sui libri di storia ma che saranno ammirate fintanto che rimarranno visibili e fruibili. Firenze è così piena d'arte e di emozioni che questa suscita da aver dato origine ad una sindrome, quella di Stendhal che così la descrisse: "Ero giunto a quel livello di emozione dove si incontrano le sensazioni celesti date dalle arti ed i sentimenti appassionati. Uscendo da Santa Croce, ebbi un battito del cuore, la vita per me si era inaridita, camminavo temendo di cadere."
Praticamente tutti vennero attratti da questo luogo così particolare che attraverso questo movimento ha condizionato la vita di tutto il pianeta con un influenza diretta fino alla pubblicazione da parte di Galileo Galilei del "Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo" e riscusate se è poco.

Adesso dovete permettermi un paragone ma è veramente il succo del quanto e di dove un'assoluta manica di ebeti sia web che in r.l., ci stanno portando. Facebook. Tutti li. 
Bondage session 7
Attribuzione Gothic Jazz
licenza CC BY-NC 2.0
Nel luogo dove il controllo è massimo. Dove loro decidono cosa sia arte e cosa no, cosa sia lecito vedere e pensare, cosa renda "sicuro" il loro social e su quali binari dovete camminare e cagare. Invece di guardarsi intorno e cercare il luogo dove potere esprimere le proprie idee e la propria sensibilità, sarebbe come se tutti questi artisti avessero deciso invece di andare a Firenze, di recarsi a La Mecca solo perché era di moda. La cosa peggiore è che attraverso la loro mentalità talebana, alle regole imposte dallo stato mediorientale, ci mettessero pure le loro ancora più restrittive. Visto il livello di cul-tura generale, vi rinnovo l'invito di andare a rileggervi il Canto III, nell' "Inferno", "Divina commedia" (Dante Alighieri),  che "sen vanno su per l'onda bruna" e l'unica possibile soluzione che essi vedono, è il chieder di non far l'onda come da saggia riflessione popolare. Non smuovete le acque, che siamo nella merda fino al collo. Così passo allo zen saggio, semplice efficace. Se voi foste dei pesci, lo zen sarebbe l'acqua in cui nuotate ma siccome non siete dei pesci, quando l'acqua si tinge di marrone, è sufficiente nuotare in acque più pulite. Troppo complicato è? :D
Ok, magari non smerdare l'acqua pulita o far ritornare l'acqua marrone di nuovo pulita lo è ma questa è un'altra storia.

Ora, io non so voi ma si da il caso che nella mia testa ci sia un cervello che funziona e nel petto un cuore che batte pieno di emozioni e non un rospo completamente ubriaco alimentato costantemente ad alcool etilico puro. Così ho scelto di aprire un profilo su https://vk.com/mastrodesade. Di dare la possibilità a voi di ritrovarvi attraverso un gruppo aperto ma su cui è possibile postare foto e filmati espliciti: https://vk.com/bdsmitaly ed ovviamente lasciando a tutti quelli che ivi giungono l'opportunità che il social vi da di creare i vostri gruppi più o meno pubblici, privati o segreti. Le vostre pagine followers e tutto quanto vi passa per la testa senza che NESSUNO vi rompa i coglioni.
Ovviamente c'è arrivato chi capisce, chi è un minimo curioso e chi invece e come al solito, cerca solo di farsi pubblicità. Il resto della massa, semplicemente boccheggia sul social più restrittivo al mondo. Siete talmente inquadrati che spesso non vi accorgete manco del cambiamento delle regole di facebook che vistosi alle strette per evitare fughe di menti libere. ha smesso di bloccare gli utenti per i contenuti che loro giudicano inappropriati ma si limitano a non farti pubblicare il post. Foto o movies che siano.

Ora magari vi chiedete perché scrivo questo post in barba agli ultimi due di ben altro tono. Seguito sempre a fare esperimenti con voi anche se non ve ne accorgete. Il maglione è una storia palesemente inventata anche se così la raccontavano. Comunque non verificabile. L'aviatore è vera, vissuta in prima persona e anche gli altri realmente esistiti in toto ma rimane storia "leggera" facilmente comprensibile. Ne in un mondo pieno di certezze materiali, ho cercato di dare una possibile e qualche spiegazione più tecnica e a largo raggio ma basata su ricerche e teorie scientifiche. Il risultato è che avete divorato il maglione. Avete quasi divorato il secondo e quasi ignorato il terzo. Morale: non fate i sondaggi? Vi rigiro come calzini vostro malgrado. 

Avete guardato "Tanta voglia di lei" un numero X volte e sul profilo di vk potete pure vedere i numeri, mentre strauss e l'universo, meno di una decina di volte. Boni lettori, pensare vi fa male. Parecchio male. Probabilmente per l'immane sforzo quella decina di neuroni sani finirà irrimediabilmente in corto circuito ed il cuore in arresto cardiaco. E no, non è manco un'autocelebrazione o la voglia di dimostrare il livello di sensibilità di molta gente facendole sentire formichine e fine della frittata. Fintanto che non si prende coscienza di quello che siamo e si decide di agire, non c'è possibilità di migliorare e migliorarsi. In nessun modo. Questo mondo rimarrà una merda per molti proprio a causa dell'apatia di molti che vivono una vita singola ma che non sono liberi. Sono piuttosto legati a fili invisibili la cui vita è fatta di illusioni, di molti mi piacerebbe ma che poi non fanno. In rari casi si muovono un po' fino a tornare poi irrimediabilmente dal nulla da cui sono venuti. Il conformismo.


Dimenticavo. Il famoso Davide di Michelangelo, era e rimane piazzato in piazza della Signoria, proprio all'ingresso di palazzo Vecchio (oggi è li una copia), proprio per rammentare al mondo e a tutti i fiorentini lo spirito libero della città fermo restando che i Medici fecero costruire la fortezza da Basso con i cannoni puntanti verso il centro città in modo da evitare colpi di testa tipo quello de' Pazzi qualche anno prima.
Meditate gente, meditate. Spesso fa bene :).

4 commenti:

  1. Non a tutti è dato intendere...
    L'ho riletto un paio di volte , è la connessione che manca.
    Ormai i cervelli si sono uniformarsi ai social più popolari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cervelli? Quali cervelli. Molti hanno solo un chip di seconda mano avanzato dal modello precedente di telefono. Tze.

      Elimina

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)