giovedì 9 agosto 2018

E' l'ora di abbozzarla una volta per tutte

Non so più come  spiegarlo, veramente proprio non lo so ma prima di cominciare a leggere mettetevi comodi. Accendetevi il condizionatore e rilassatevi che qui non c'è niente di incazzato. Son preso dal caldo, ho avviato diverse bozze e non riesco a finirle perché ho da fare e  perché si cade sempre nella stessa  minestra.

Ogni persona ha i suoi ricordi. Belli o brutti che siano e tra i due estremi, una sfilza di roba abbastanza anonima. Pare chiaro per tutti che che questa sia la vita si? Ogni persona è oggi per quello che ha vissuto ieri, imparato ieri, fatte le sue esperienze e tirate le sue conclusioni. Con tutto questo in genere si affronta l'oggi che è poi la linea di indirizzo per il domani. Non sono concetti astrusi, astratti, sognati, immaginati. E' roba semplice per la miseria.

Perché Mastro ha scritto quei due post, il maglione e l'aviatore? Perché fosse esplicitamente chiaro fino in  fondo per come la penso a costo di scoprire cose che non avevo mai raccontato. Perché se un dubbio è venuto a me che sono molto San Tommaso (se non vedo, non credo), probabilmente qualcosa dovrebbe naturalmente spuntare nella testa di qualcun altr@ che crediate o meno, purché abbiate un minimo di sale in zucca. Proprio poco è.

Dopo tutto sto tempo continuo a trovarmi con i profili del papà della "cosa" milanese, i suoi e poco ci manca anche di tutto il resto della famiglia suggeriti da facebook? Perché è chiaro che viene a trovarmi. NON HA MAI SMESSO DI VENIRE A TROVARMI e francamente non so perché. Mi sono anche provato a non andare a rivisitare i profili in risposta per evitare che fossi io praticamente ad auto suggerirmeli. Stessa solfa. Faccio un post sul blog, il giorno dopo pieno di visite. Faccio i post sulla pagina (meno interessanti o sul mio profilo), una visita a settimana-dieci giorni. Adesso vediamo con questo che cazzo esce fuori. 

Non è mica importante tutto questo in fondo tanto ci possiamo ragionare su un milione di volte ed avere un altrettanto numero di risposte diverse, Quindi se non lo spiega lei è solo tempo perso e ho di meglio da fare che stare a fare ipotesi su questo o quello. Forse perché se fa così parlo di lei, sente importante? Se una persona è sana te lo spiega e già il non aver avuto risposte serie, la dice lunga così non me ne fotte una sega nulla. Beh vediamo se sta volta la spiego tutta, la metto su un lato pagina e poi non mi rompete più le balle in merito a questa apocalittica stronza. 

Se volete capire cosa sia amore,
chiedete a l@i, ve le spiega senza
pronunciar parola.
Perché vedete un "mi piaci", "uno sto bene con te" ha una scalatura infinita di valori da zero in su. Anche un mi manchi da solo è altrettanto ma un "ti amo" no. "Ti amo" è il tutto e non conosce misure. "Ti amo" non è una scelta, è una presa d'atto e di coscienza che l'altra metà di te è quella che ti completa e ti rende felice. Il bisogno l'uno dell'altra. "Ti amo" non è possesso è rispetto e libertà. "Ti amo" è qualcosa che dice: qualsiasi cosa succeda, io sarò accanto a te. Ci sarò quando godiamo, quando scherziamo, quando ridiamo, quando ci sono problemi di vita, quando le lacrime scendono irrefrenabili per la perdita di qualcuno o di fatti che purtroppo la vita ci mette davanti o anche per la troppa felicità. "Ti amo" è il completamento della paura di solitudine che attanaglia l'anima di ogni essere umano con una presenza che rende diversa e piena la vita per tutti e due. "Ti amo" è altruismo, è mettere l'altr@ davanti a se stessi perché è cosi che ci si completa in fondo in ogni campo lavorativo o sentimentale della vita.
Così un Mi manchi dopo o prima di "Ti amo", è qualcosa che dimostra quanto peso ci sia in una relazione. Non vi dovrebbero essere dubbi per qualsiasi persona empatica rispetto a questo. Alle volte la vita ci allontana per cause di forza maggiore. La madre della mia prima convivenza era "matta", aveva dei seri problemi a socializzare. Probabilmente ha una spiegazione psicologica che io non riesco a dare per la mia preparazione basica ma penso che un qualsiasi psicologo sia in grado di rispondere. "Questo italiano di merda di porta via da me". Ricatto genitoriale dicesi. Con questo riversava su di lei tutta la montagna di cazzate che faceva tutti i giorni e di cui non era mai responsabile ed ovviamente rovinando la vita della figlia. Per questo finì è. Non per altro.  Dentro di noi non si è mai esaurito. "Nessun amore più grande". Semplicemente impossibile.

Però la voglia di sentirsi di sapere come si sta, di andarci a prendere un caffè, di fare un'uscita assieme alle volte di spingersi oltre non è mai finita né con lei, né con le altre precedenti e successive. Magari ci sono state situazioni di incompatibilità caratteriale che non ci hanno permesso di avere di più ma nonostante la legge dica che promettere amore eterno sia una promessa fasulla, da  buddista dico che questo non è vero. L'amore è eterno ma noi no. Cambiamo, ci evolviamo, alle volte in meglio, altre in peggio. Spesso con il tempo prendiamo strade diverse perché non siamo uguali, siamo simili e si cresce tutti in modo diverso. Non cambia un cazzo. Le persone a cui si dice "Ti amo", hanno una valenza speciale e che deve essere dimostrata dai fatti. Aprir bocca e darci fiato è semplice, troppo. Dimostrare è difficile invece, parecchio.
Così le esperienze della vita che siano positive o negative mi rimangono dentro. Ricordo ogni attimo vissuto con il mio biondo angelo e demonio. Il suo odore, il suo sapore, i suoi occhi colore dell'acqua marina che si addormentavano sul mio lato sinistro avvinghiata come un polpo alla preda, appoggiando la sua testa sulla mia spalla o sul mio petto dopo magari qualche ora di sesso forte. Ecco, questa persona è ancora così. Semplicemente perché è lei.  Non si è mascherata di altro perché era semplicemente se stessa. Vera. No, lei quel "Ti amo" non l'hai mai pronunciato ed io la prendevo in giro che quello che faceva era di una che aveva perso letteralmente la testa (ed il cuore), per me. E lei rideva con con gli occhi e con la bocca e credetemi è difficile fare le due cose assieme. Tanto difficile.

Ebbene per darmi e darvi una risposta definitiva mi ci è voluto oltre un anno che una persona normale non avrebbe mai avuto quel comportamento, mai. Sarebbe uscita dal lavoro e chiamato quando qualcuno non la vedeva. Avrebbe preso un'altra sim, si sarebbe inventata l'impossibile per non perdersi in qualche modo. E invece no. Un bel colpo di spugna fino a cancellare anche l'inimmaginabile. Non ho mai distrutto i files ricevuti perché sono la dimostrazione che non sono pazzo, che non ho sognato. Sono le prove che non mi sono immaginato tutto e che NO, NON HO FRAINTESO. NON HO CAPITO MALE. Sono la prova di quanto sporca sia quella persona che cercava di farmi andare fuori di testa e quasi, quasi c'è pure riuscita. Lo stronzo ero e sono io. E beh cazzo no, non ci cado nel tranello pur avendo fatto diverse cazzate. E' una cosa normalissima, che non lascia proprio nessun adito a dubbi sulla rapidità dal mio lato si sia passati dal tutto al nulla e dall'altro ad un Mastro trova una per quell'incapace di mio marito così non rompe i coglioni e facciamo come ci pare alla serie di foto della famiglia felice e dei due amorini che tubano.
Alle volte fantastico e manco questa è una minaccia è solo un volo di fantasia giuro, ma se da un lato si potesse vedere quel set di foto dedicate all'apparenza accanto a quelle reali, per lei come per tutti, nessuno escluso, che cavolo succederebbe? Credo che morirei dalle risate. Ehhhhhhh non tutto si può avere dalla vita. Peccato. Quanta gente riuscirebbe davvero a riprodursi se fosse possibile davvero vedere la vera faccia che hanno, chi sono davvero?

Già che una ha un compagno, poveraccio (ma non in senso dispregiativo), che non sa cosa cazzo sia internet e non risponda manco alle mail, figuriamoci se ti controlla. C'è un problema forse di promesse a cui dopo si da una priorità? Perché le promesse e i giuramenti non hanno termine è. A me hanno insegnato certi valori e violare un giuramento fatto era motivo di allontanamento e veramente l'impossibilità di riuscire a guardarsi allo specchio. Per quanto mi riguarda giurare qualcosa impegna per la vita e non per il tempo che fa comodo o che è utile allo scopo. Me ne sto zitto altrimenti e un ti amo è anche questo. Amore è fatto di tante cose. Rispetto, lealtà, altruismo, esserci, affetto, completamento e via così. No, non ha termine. Può finire un rapporto, non l'amore. E la cosa "buffa" è che mentre son qua e lui canta, mamma arriva e mi domanda cosa sia questa bella musica che si ricordava... :)


You fill up my senses - Tu completi i miei sensi
Like a night in a forest - Come una notte nella foresta
Like the mountains in springtime - Come le montagne in primavera
Like a walk in the rain - Come una passeggiata sotto la pioggia
Like a storm in the desert -  Come una burrasca nel deserto
Like a sleepy blue ocean - Come un calmo oceano blu
You fill up my senses   - Tu completi i miei sensi
Come fill me again  - Vieni e completali ancora
Come let me love you - Vieni e lasciati amare
Let me give my life to you - Lasciami darti la mia vita
Let me drown in your laughter - Lasciami annegare nelle tue risate.
Let me die in your arms - Lasciami morire tra le tue braccia.
Let me lay down beside you - Lasciami giacere accanto a te.
Let me always be with you - Lascia che io sia sempre con te.
Come let me love you - Vieni e lasciati amare
Come love me again - Vieni e amami ancora
You fill up my senses - Tu completi i miei sensi
Like a night in a forest - Come una notte nella foresta
Like the mountains in springtime - Come le montagne in primavera
Like a walk in the rain- Come una passeggiata sotto la pioggia
Like a storm in the desert -  Come una burrasca nel deserto
Like a sleepy blue ocean - Come un calmo oceano blu
You fill up my senses   - Tu completi i miei sensi
Come fill me again  - Vieni e completali ancora

Beh, poi è anche vero quello che dice l'amico Shinken Hayanawa alias Saverio Rossi: "Chi fa bsdm deve divertirsi, una sessione deve far venire voglia di farne un altra subito. Ovviamente il divertimento è una cosa molto soggettiva, ma un Master o dominante alla fine è una specie di animatore che dirige un gioco che deve soddisfare le necessità di ogni partecipante" e questo indubbiamente è l'atto pratico.

Bon, arrivati a sto punto molti domandano: ma se tutta sta roba tu l'hai vissuta è vera! Tu hai sentito qualcosa per lei. Voi avete raggiunto qualcosa di speciale assieme, c'è stato, innegabile. 
No rispondo. Intanto la persona a cui mi ero legato non esiste, non è MAI ESISTITA: E' come si era disegnata con me, per me. Per raggiungere i suoi scopi. Non c'è. Come per tutti quelli che sono venuti a contatto con i narcisisti. Quindi anche quello che c'è stato è solo un'illusione.

Ora, all'atto pratico in effetti quel tempo c'è stato. Non mi sono ubriacato per un anno e mezzo o sono uscito matto. Ma non mi sono stato sbronzo o drogato fino a perdere la valvola manco negli altri 52 anni prima. Tutto è parte della vita in fondo. 

Però c'è un dopo, il tempo del risveglio in cui guardi le cose con altri occhi che con quelli vecchi niente avrebbe senso. Niente. Un comportamento fuori di ogni schema razionale, sentimentale, normale in fondo. E allora:

Perché "Signora", tu non esterni mai quello che senti? Sono timida. No, non senti un cazzo.
Perché "Signora", non lo fai a gesti e non a parole? Mi viene così. Non senti un cazzo.
Perché "Signora", non ti fai prendere mai dalla passione, dal desiderio di baciare, di toccare, di prendere un po' dell'altro? Perché sono un pochino egoista, mi piace quando mi fai. Non senti un cazzo ter!
Perché "Signora" mi hai fatto regali quando eravamo in tre e poi ti sei scordata che ci fossi? Perché mi sono dimenticata! Perché non senti un cazzo quater! Una competizione e fino a che  ha fatto comodo per far fuori l'altra, è andata così.
Perché "Signora" non hai mai chiamato dopo per spiegare quando per le piccole cose nel tempo precedente telefonavi per qualsiasi cazzata quando avevi un minuto e se non c'era, te lo inventavi? Perché prima ti faceva comodo per conquistare fiducia e credibilità, poi ti sei rivelata per quello che eri.
Perché "Signora" mi ci son trovato anni prima a non vederla per un mese o due e a vari livelli, son volati i vestiti. Strappati di dosso letteralmente, l'un l'altra. La prima convivenza che non mi amava, una volta attaccò un pompino piantandomi sul divano che mi morse il cazzo in più punti dalla foga che aveva e mi fermai sul più bello riprendendo il "controllo" per dare anche a lei un'ora di fuoco. "Violento", passionale, amorevole, dolce, forte, spinto. Parecchio! Perché sono timida te l'ho detto. No, perché non senti un cazzo quinques. Semplicemente nessuno può esternare quello che non ha.
Così vale per ogni singolo momento o situazione vissuta e rianalizzata dopo così tutto poi ha un senso se guardo il suo schema comportamentale comparato a quello di ogni narcisista. E' come giocare a battaglia navale. Punto 1, preso. Punto 2, preso e così fino al punto 24 o quanti sono che non ricordo. 
Tutto combacia senza sforzo. Come se uno facesse un puzzle e qualcuno ti dicesse: questo pezzo prova a metterlo qua ci va? Si.  Ecco! E' facile scambiare un@ borderline da un@ narcisista ma negli ultimi, tutto deve incastrarsi. Oddio, non è che sia meglio un@ borderline ma è il quanto.

Alla fine di ogni non-relazione come questa cosa rimane? Quello che loro poveracci non riescono a vedere né a capire. Che ogni relazione è univoca. Sarebbe sufficiente uscire, prendere il primo o la prima che passa e farci di tutto di più a letto e fuori. Peccato che non funzioni così.
Spesso ho chiesto a molte: guardati indietro. Sei la stessa? Quanti passi in avanti hai fatto in questo tempo senza condizionamenti ma semplicemente scoprendo di davvero sei, quale sia la tua natura senza condizionamenti? Alle volte letteralmente non ci si riconosce ed è come l'evoluzione su questo pianeta. Per milioni e milioni di anni non è successo un cazzo ed in un puff l'uomo è arrivato oltre il sistema solare. Lo stesso. Se ha funzionato, se "tu" hai fatto la scelta giusta per te e hai scelto "me" come tuo maestro,  allora "tu" puoi guardarti indietro e vedere chi eri e chi sei adesso. Quanti nei loro tentativi bislacchi hanno cercato di afferrare una luna e chi invece "ti" ha portato alle stelle abbracciando l'universo intero.  Perché qualcuna li c'è arrivata davvero e "questa cosa", in particolare. Non è solo questione di letto.  E' davvero una questione di vita di tutti i giorni in ogni  possibile aspetto, anche di salute e di morale.

Per tornare al** "Visitor", non ho mai capito cosa abbia davvero raccontato a casa. Visto che tutto quello che ha detto a me si è rivelato falso, non ho motivo di credere che invece il resto sia vero. Anzi, metto tutto sullo stesso piano, per lo meno il non comprovato e ricambio esattamente con la stessa moneta. E' più semplice e pure giusto. Se tutto quello che ha detto, vissuto è stata un'illusione allora anche tutto quello che ho fatto e vissuto con te e per te è un'illusione. Sparisce veloce. Si è accorta con quanta velocità qualcuno può pariteticamente toglierti la terra sotto i piedi nello stesso modo in cui "quella" ha fatto con me. Peccato che chi aveva più da rimetterci era lei e alla fine questi sono i conti.  L'inevitabile risultato è che "ognun per se e dio per tutti", ognuno si trova dove era  prima di qualsiasi conoscenza e/o qualche intervento esterno, nel caso il mio.

L@i con un modo di lavorare vecchio di trent'anni, e invece di stare che ne so a far pacchi per il corriere, star li a evadere ordini per 30 clienti a mattina, c'è chi preferisce evaderne uno alla volta e solo da chi entra da una porta fisica. Questione di ampiezza mentale "né"?. Il boom dell'e-commerce è in continua ascesa ed ogni azienda dovrebbe avere entrambi. Ogni sana azienda. Dei magazzini di idraulica che conosco, solo chi ha un sito ben fatto, è sopravvissuto. Chiamo tizio che magari sta in puglia e in meno di 48 ore ho il pezzo che cercavo ad un prezzo concorrenziale. Non mi devo rompere le palle. Faccio tutto dal telefono o se voglio dettagli (meglio), dal pc. Ci riusciva quella testa vuota di censura, ci riesce chiunque. E' roba suggerita 4, 5 anni fa e quasi come al solito non ho sbagliato. Adesso in certi settori direi: preparatevi al 5G. Cominciate seriamente a pensarci.

Però ripresomi il mio, l@i nonostante gli "Ho imparato sai?" non è stat@ capace di realizzarsi un sito, una app, di tenere aggiornato quello che aveva e renderli fruibili. Un conto è quando qualcuno ti da un'auto e tu l@ guidi. un conto è progettarla e realizzarla e non importa se hai capito come funziona. FALLO! Ecco, tu, voi usate internet (o altro per, dire), io creo quell'internet. Posso insegnare ad usarlo? Si. Ma i meccanismi che lo muovono no, sono semplicemente di un altro livello. Mi spiace a dirlo, sembra che mi vanto ma non è così. Ognuno è più bravo nel suo settore e che a differenza di molti, sia bravo in diverse cose, questa è semplicemente altro. L'ho già detto. C'è chi l'evoluzione premia qualcun@ con un bel culo o sorriso e chi invece con una bella testa. Ci si trova, punto e basta. Il libero arbitrio è valorizzare quello che la fortuna (in tono Machiavellico), ci ha dato. Psss. che siate d'accordo o no. Che lo capiate o no NCFUC, è semplicemente così.

Perso mastro, perso le stelle. A  letto, al lavoro. ovunque c'erano. Ovvio. Inevitabile. Vale per questa, vale per le altre, vale per tutti nel bene e nel male. Nessuna eccezione, me compreso.
Alla fine cosa rimane? Una persona che seguita a venire da me, a seguirmi, a guardare cosa faccio e qualsiasi ragione sia, non è una ragione "sana". Cos'è la tipica "richiesta" narcisista: parla di me, hai visto quanto sono importante? Ci sta male, visto come sono stat@ brav@? Beh, è roba da ricovero. Roba seria.  E' altro? Morbosità  e curiosità nel vedere che faccio? E' uguale a prima perché se fosse semplicemente un atto di umanità fino ad oggi non dimostrata, il comportamento sarebbe diverso. La porta è aperta. Sa dove sto. Ha i miei contatti e se viene qua e su fb a leggere, lo sa dove mi trovo. Oddio, tra il contattare qualcuno e dargli una spiegazione credibile e accettabile ci sono sette o otto galassie nel mezzo ma insomma, se un@ lo vuole fare, dovrebbe per lo meno essere il minimo. MPC (Manc Pu' Cazz')!!! Psss, non è un invito, è una costatazione e a me non importa niente di cosa fa lei e tutti i suoi amici e parenti. Niente di niente.! Eppure mi hanno insegnato a non "sparare" contro chi si arrende. Mai avvenuto. Mai una scusa, mai una spiegazione anche fantascientifica del tipo: sono stata rapita dagli alieni, mi hanno fatto un innesto cutaneo non ho capito più un cazzo.

Vedete la vita è strana. Quando ero vergine chiedevo ai ragazzi più  grandi cose del tipo: "Ma che gusto ha la fica? Perché diventate tutti pazzi per una donna nuda o per trombare?" Uno dei miei migliori amici mi disse: Io non so spiegartelo. Quando hai provato non ne puoi più fare a meno. Aveva ragione e vale per tutto. Vale per le cose buone a tavola, vale per ogni cosa che dia emozione e gusto alla vita. Vale anche per la droga purtroppo ed è cosi che non se ne esce. Vale per ogni cosa che si voglia fare. Magari è una corsa in kart, magari e davvero un lancio in paracadute in tandem. Magari un volo in deltaplano o uno skuba diving. Qualsiasi cosa, davvero. Fino a che resta un desiderio pace, è cosi facile non provare ma una volta che hai dato ed è quella cosa che da il sale che ci vuole alla tua vita, non rinunci. Mi dicevano dopo: ocio al bdsm. È difficile entrarci nel modo giusto ma se entri, poi non esci più. È la tua natura, è quello che sei e nessuno sano di mente rinuncia a se stesso. Semplicemente, non può.

Il prezzo da pagare è rinunciare ad una parte di se, soffocarla e reprimerla. Aver lasciato le stelle e tornare ad una vita piatta. Comune. La monotonia della normalità. Non è un bel vivere auto costringersi ad essere quello che gli altri si aspettano che uno sia piuttosto che davvero quello che si è. E' una bella prigione con le sbarre rugginose e sporca e non il posto in cui "ti" divertivi e "stavi" bene in tutti i sensi.

Come si fa allora? Perché ci siamo passati tutti. C'è chi ha mandato in culo il marito per vivere se stessa. Chi ha fatto l'esatto contrario. Chi invece ha preferito proprio non accasarsi da tempo. Chi invece ha dovuto per cause di forza maggiore, proseguire relazioni parallele più o meno segrete. Ok, sarebbe meglio che sia tutto alla luce del sole ma alle volte la controparte, poveraccia, non riuscirà mai a capire perché la moglie o il marito hanno una relazione con una miss o un master e ci vanno fare session. E se lui o lei si scoprono bisex che si fa? Perché siamo in Italia e il modo di pensare è spesso roba da far rigirare nella tomba Dracula. Così il marito "esce con gli amici" e la moglie  con le "amiche" e tutti zitti. Non fate l'ondaaaaaaaaaaaaaa. Ci sono tanti casi in cui la gente sparisce così, perché magari trova qualcosa di più interessante e invece di dare spiegazioni fa pufff. E chi se ne fotte. Poi magari tocca a l@i e li senti piangere come bambin@. Inculati da un cavallo è poco, per certi soggetti indipendentemente dal caso in questione. Davvero.

Intelligenza, saggezza e buon senso dovrebbero dire che non si possono salvare capra, cavolo e lupo? E' un vecchio indovinello logico e la soluzione è una semplice variante. Qualcuno si ricorda o è ancora alla III media? :D ECCO visto che c'è il modo? :D
Oppure spe. Si fanno calmare le acque, s'aspetta che tutto si trranquillizzi e poi si ricomincia, con quello o quella accettabile che si ha sottomano al momento. Ocio che se poi vi beccano poi vi "troncano" e farebbero bene. Intanto la capra, il  cavolo ed il lupo sono tutti finiti a merda, e voi insieme a loro. Geniale!

Mi metto nei panni di ella. Davanti alle cazzate che ha raccontato a me e di conseguenza un po' a tutti, che scelta  c'era? Rivelare che quello per il lavoro non era farina del suo sacco? Se lo avesse potuto dire, perché cancellare tutte le chat di lavoro?
- Passami i codici di accesso che ti faccio tutto con la tua mail così che se un giorno schiatto, hai una base su cui partire e non un webmaster da pagare. Eccole.
- Chi la legge la mail di lavoro? In genere mio marito, alle volte io. Bene tempo di risposta massima 48 ore.  Fagli impostare la gmail sul telefono.
- Fai delle foto con queste caratteristiche. Hd, risoluzione minima 4128 x etc. pxls  meglio 4:3 e non 16:9. Non mi riesce con l'Iphone. Procurati una macchina fotografica anche in prestito. Fa delle belle foto. Mandale in posta che le lavoro con il corel.
- Il logo, l'impostazione della pagina, così non va bene. Modifico questo. Adesso non devono frugare per trovare i tuoi contatti. Mettiamo il tasto chiamami adesso. Quale nr devo impostare? Chi risponde?  Si, ok, visto. Io!

E via così mentre creo luoghi sui social, imposto pagine accessibili e ridimensionanti in w3c, che funzionino su qualsiasi carretta che si colleghi ad internet.
Perché tutte ste centinaia di paginate di queste cose non avrebbero dovute essere mostrate e fatte vedere? Ho preso una lira, un euro o un fiorino? NO. Serviva per ricattare (commercialmente) qualcuno? NO. Per impadronirmi di loghi altrui? NO. Non mi sono  incazzato fino a che oltre che con me ha giocato anche con il mio lavoro e quello che è troppo è semplicemente troppo! E' qualcosa che si chiama dignità.
Non posso fare niente se non prendere atto che qualcuno mi abbia considerato niente in pochi minuti, dopo avermi ripetuto per mesi ed in ogni possibile intimità che se non ero il tutto, poco ci mancava. Dovrete pure capire, dovrà capire che se ricambio non c'è niente di sbagliato.

Perché  non ha voluto le copie una volta cancellate? Semplicemente perché  non aveva detto la verità. E' la sola conclusione a cui riesco ad arrivare in una cosa che altrimenti sarebbe così illogica ed assurda.
Perché è venuta a rompere le palle con i loghi trasformati da me per internet e non li ha modificati da sol@? Le linee guida ce le aveva. Perché non cambiare un po di layout e ripartire da capo e volere a tutti i costi le mie modifiche? Perché  nonostante tutto non era capace di farle, non ci piove. Ripicca? Non era idea sua, non era lavoro suo, comunque. Perché  dopo di me, con il cambio di politica di alcuni social, non ha adeguato i profili trasformati in pagine? Quando toccò  a me svegliarmi la mattina ed essermi visto cambiato il profilo in page, andai a vedere anche il suo. Una strage. Fb li ha tolti tutti, anche in blocco. Una parte segnalazioni  credo, altre no. Perché  non le riusciva. Non c'è altra spiegazione. Le ha gestite fino a quando le avevo create, poi fine. Ci son delle robe attive adesso che son ridicole ma ognuno faccia il suo.

Bon torno a vostra moglie  o marito che ha fatto delle scelte, che ha provato il lancio e tu, moglie del marito o vice-versa, non ti resta che assecondare,  lasciare la libertà  di essere o fargli fare la loro vita permettendo loro andare lontano da voi. Si vive assieme, si cresce assieme ma non con la stessa velocità e la stessa direzione. Alle volte questo ci separa. Inevitabile. Ciò non toglie che si debba smettere di amare una persona, di rompere o prendere decisioni importanti senza dare spiegazioni o discuterne e trovare le soluzioni del caso più adatte. Però per alcuni siamo esseri umani, per altri siamo solo cose da usare.

Cosi mi rendo conto che per evitare casini, e che venisse davvero tutto a galla così che più di qualcuno capisse la vera cosa e non quella che gli era stata propinata, si torna a casa e l'idiota che non ha capito una sega sono io o chiunque capiti nelle loro  narcisistiche grinfie. Perché vedete, prima di tirare fuori il polverone una mail al compagno la mandai. "Pesante" ma vera senza offese, solo verità e spiegazioni anche richieste. Chi mi rispose? Lei. Dopo 4 o 5 giorni. Lu, e se la legge mio papà? Per favore levala. Ma come, non sapevi fare tutto? Come, non era destinata a lui? Ti sei letta della posta altrui che tu dovevi LEGALMENTE stampare e comunque consegnare al destinatario! Ecco, lo feci e non mi mangerò mai abbastanza le mani per averla ascoltata. Lei che oggi utilizza o ha utilizzato il profilo di papà per venire qua contando che il coglione (io), non mi accorgessi. Lo ripeto, se voglio ti conto anche quanti peli ti sono rimasti sul culo che magari qualcuno te lo sei dimenticato e il tutto senza fare violazione alcuna delle leggi di questo stato. Per adeguarsi a quelle di altri, è sufficiente spostarsi. "O vinci al totocalcio, o sposti la chiesa, o  vai in Perù" (cit. Nuti, "Madonna che silenzio c'è stasera"). Vai in Perù o dove fa più comodo. Se sei in Italia ed il tassista ti apre la porta per scendere, dici grazie. Se sei in Giappone dici mi dispiace.

Stiamo bene attenti perché in certi casi è  importante non iniziare e se si andare fino i fondo. Come per le fobie. In fondo, risolte tutte. Potrei contare a decine le donne che non hanno mai avuto orgasmi, quelle che li hanno persi e che in poco tempo li hanno trovati o ritrovati. Questa É CRESCITA, non solo un: A quattro zampe troia. Che poi scrivi "ti prego, dimmelo ancora" e dopo no, ho sognato  tutto. Nessuno ha costretto ad esserci, nessuno ha obbligato a fare. Nessuno ha chiesto impegni importanti o paroloni importanti. Ho solo e sempre chiesto: sincerità, lealtà, onestà, rispetto perché è quello che do e perdinci, lo pretendo. Tutte quelle cose che cerco di dare. Ho chiesto di scrivere sensazioni e questo è il risultato. Non c'è firma. Tutto deve rimanere anonimo.

Ecco vattene a.., tu e tutti i tuoi parenti in gruppo e la tu' mamma in carriola come dicevano i Giancattivi. Per lo meno suonava cosi da quel che mi ricordo.

Ho "sempre" avuto tempo per chi è importante per me perché è semplicemente un dovere. Ogni diritto per la miseria nasce da un dovere e non è MAI il contrario. Quindi si. Sarò cresciuto male rispetto alla maggioranza ma riesco a guardarmi allo specchio sia la mattina che la sera. Riesco a stare in pace con me stesso e non è poco.

E allora voi che seguitate a chiedere, ecco questo è il quanto e per come si sento. C'è un buco nella vita, un brutto buco e la responsabile di quel robo seguita a venire qua dopo aver chiesto stargli lontana. Di avermi scacciato e buttato via come l'ultima delle ultime cose meno importanti. Beh, vale nei due sensi. Non sono nessuno per andare a rompere i coglioni a destra a e manca, se non sono gradito sparisco e questo da sempre per evitare che la mia presenza sia un peso o un ingombro o comunque crei disagio. Mi manca quel tempo e quella persona? SI! Il punto è e rimane che quella persona li non è mai esistita. Non c'è mai stata. Quindi mi manca qualcosa che con c'è e di conseguenza vedo di non farmela mancare. Tanto non c'è! Dopo aver scavato nella merda altrui per lavoro, lo so che a questa non c'è fine. Fa specie, che uno ne sia rimasto invischiato proprio dalla persona che doveva proteggermi da questo, così come io ho fatto con lei, così come si fa in ogni sana coppia ufficiale o meno. Perché non sono i fogli che uniscono le persone in genere, sono i sentimenti. Questi possono dargli l'ufficialità ma niente di più.

Oggi sono quello che sono per tutto quello che ho vissuto, anche per questo ma di sta "roba" non ne voglio semplicemente più. Quindi e per autodifesa o sta storia di venire a rompere le palle ogni tre per due finisce o la finisco io e questa non è una minaccia, è il mio diritto di essere lasciato in pace.  Diffido di chiunque voglia stare al centro dell'attenzione, di chi cerca le mie attenzioni in modo assiduo e costante. Diffido del love-bombing perché so da chi arriva e cosa si cela dietro. Diffido forse troppo ma come diceva un collega: "Non mi fido manco del mio cazzo che alle volte fa cilecca" ed avevamo vent'anni o poco più. Diffido di tutti quei comportamenti assimilabili al narcisismo anche se per essere definito tale devono combaciare tutti i pezzi e non uno o i suoi tre quarti. Semplicemente "volo" nel cesso e tiro la catenella. Così mi pare che siano esaudite tutte le vostre curiosità e come eventualmente approcciarmi. Ah. è anche facile capire se cambiate atteggiamento per essere accettate. Già ripetuto tante volte da farmi venire due palle così. Sono fatte con lo stampino. Sbagliato ma esattamente uguale per tutti/e. Quindi se rientrate in questo bel quadretto anche per uno solo degli aspetti narcisisti, qui l'unica strada che riuscite a trovare è quella per località VAFFANCULO ed ocio che è a senso unico. Smettetela pure di domandarmi come sto. Sto bene quando penso alle cose belle della vita, sto male quando penso a questa merda e cerco di pensarci il meno possibile se non per evitare di ricaderci. Grazie.

Finisco con qualcosa di comico. Si, lo so che non tutte le donne sono zoccole e non tutti gli uomini sono MDF. Sta di fatto che alle volte va così. :)

2 commenti:

  1. E' la prima volta che commento su questo blog. Posso solo consigliarti una cosa, se mi è possibile. Attento a non confondere comportamenti realmente spontanei, realmente affettuosi nei tuoi confronti, realmente interessati, come "altro". E' il peggior sbaglio che potresti fare a te stesso. Capisco la diffidenza, la comprendo davvero, risulta quasi una forma di auto-conservazione/protezione. Ma non precluderti la possibilità di provare ancora determinate emozioni. Altrimenti, a mio avviso, darai a quella "Signora" il potere di continuare (senza far nulla) ad influenzare la tua felicità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene. E' molto difficile fidarsi. Vedi per un narcisista questi comportamenti SONO spontanei. Il che non significa che davanti ad uno o dure comportamenti un po' più estremi uno si possa classificare in quella categoria. Come ho già detto, TUTTI i tasselli devono combaciare, non uno escluso ma le persone in genere non sono equilibrate. Ognuno di noi eccede da qualche parte in modo naturale. Il "problema" è riconoscerli. Tempo al tempo :)

      Elimina

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)