domenica 11 novembre 2018

Chi, in giapponese Ki 氣. Energia, dualismo, psicologia, buddismo, compassione, amore.


Piacere? Quello che scrivo, penso e faccio non deve necessariamente piacere a nessuno. E' l'essenza della vita.

Il Tao. Cosa cazzo è il tao? Il famoso simbolo del cerchio bianco e nero diviso da una linea sinusoidale e con due cerchi di colore opposto l'uno nell'altra sezione?

Dal punto di vista occidentale per cui molte persone credono che il chi sia il simbolo di una lotta tra due elementi distinti e separati, antitetici si, nella cultura orientale il bene ed il male sono parte di ogni singolo elemento dell'universo. La moneta ha due facce, non per questo sono distinte, è e rimane una moneta. Ogni giorno è composto dal giorno e dalla notte. Il giorno non combatte con la notte, non sono su due piani diversi, sono un'unica cosa composta si da due stati diversi ma che rendono il tutto completo.
"Yin e yang sono opposti e complementari tra di loro, relativi (si può essere yin sotto un certo aspetto e yang sotto un altro) e non antitetici, tanto che nella pienezza dell'uno è implicita l'origine dell'altro. Il loro alternarsi determina tutte le cose. 
Yin e yang sono i due princìpi che mantengono l'ordine naturale del tao: 
yin è il principio femminile, passivo ed oscuro, identificato con la luna; 
yang il principio maschile, attivo e luminoso, identificato con il sole."
E' chiaro questo concetto si, o vi serve altro? Nel caso, ecco:

  1. https://cultura.biografieonline.it/
  2. https://www.sololibri.net/Yin-e-Yang-cosa-significano.html
  3. https://www.shierli.it/approfondimenti/yin-e-yang/
"Il mito-rivelazione dice che il Giappone, tutti gli esseri giapponesi e i Giapponesi stessi sono stati creati da Izanami e Izanaghi (personificazioni degli opposti Yin e Yang ,forze dello lo Spirito Universale : fratello e sorella e marito e moglie ).  Dunque i Giapponesi portano in se stessi la natura divina dei Kami." https://quotidianocattolico.freeforumzone.com

In ognuno di noi ci sono delle forze opposte che fanno parte di una stessa ed unica dualità. Non ci può essere il buono senza il cattivo. In ambito bdsm cos'è la cattiveria del punire senza la dolcezza dell'amare? IL NULLA. Lascio volentieri "la terza fase della cosmologia shintoista, seguente a quella della bipolarità, ovvero la manifestazione dell'energia cosmica" a chi vuole approfondire per conto suoIn Cinese Yuan. Di questo e della similitudine del triskele BDSM e del tomoe giapponese ne avevo già parlato in precedenza qui:
  1. I simboli bdsm apparentemente un inganno. Post ribloggato ed ampliato. 16/06/2012
  2. Bdsm e simboli. Alcune verità a confronto dal mio punto di vista. 01/07/2016

Qualche millennio dopo Confucio, Lao Tze, e Buddha è arrivato un tale dal nome Carl Gustav Jung allievo del Dr. Sigmund Freud che si staccò concettualmente dal maestro sviluppando una diversa concezione della psicanalisi e i cui riferimenti alla dualità dell'uomo sono oggi associati profondamente ai suoi studi. Ne avevo affrontato il succo nel post Filosofia possibile di uno stile di vita.
Il buddismo come già affermato dal XIV Dalai Lama, per certi versi è un esercizio della mente e la moderna psicanalisi si rifà a doppio filo con i concetti di salute mentale e di armonia dei principi di Buddha. Nel buddismo non ci sono leggi, non ci sono preghiere, non ci sono Dei come noi li intendiamo a cui preghiamo di darci questo e quest'altro ma sono FORZE, energie della natura e degli esseri viventi. Sono spiriti immateriali che in giapponese vengono definiti Kami. Per certi versi Buddha è stato il primo vero psicologo della storia pur non rendendosene conto. Avevo fatto un post sui Kami ma siccome se non si parla di porcellate  non solo non ci capite una sega, ma non ve ne può fregar di meno. Quindi tolto. Chissà mai che la conoscenza ed il capire le cose vi renda leggermente più intelligenti e sensibili.  Vade retro!

Per non infilarmi in disquisizioni profonde e poco comprensibili ai molti, ho deciso pertanto di parlarvi di un film che voi di sicuro avete visto o che facilmente potete reperire in rete: "Full metal jacket" di Stanley Kubrik. Da un punto di vista di scene di guerra vale veramente nulla ma è pregno della dualità junghiana. Così vi sparo un link per evitare di nuovo di ripetermi con quello che ho già pubblicato e dato che c'è qualcuno che l'ha fatto per me in modo chiaro e fruibile, non vedo la ragione per complicarmi la vita.
Leggetevi con piacere pertanto la (psico)analisi del film in tema Jung qua:
E che finisce poi in una scena surreale. Dopo una giornata di morti, i soldati camminano di notte tra le fiamme della distruzione cantando Mikey Mouse:

Who's the leader of the club that's made for you and me?
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.
Hey there. Hi there. Ho there. You're as welcome as can be.
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.
Mickey Mouse. (Mickey Mouse.)
Mickey Mouse. (Mickey Mouse.)
Forever let us hold our banner high.
High. High. High.
Come along and sing a song and join the jamboree.
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.
Here we go a-marching and a-shouting merrily.
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.
We play fair and we work hard and we're in harmony.
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.
Mickey Mouse. (Mickey Mouse.)
Mickey Mouse. (Mickey Mouse.)
Forever let us hold our banner high.
High. High. High.
Boys and girls from far and near you're as welcome as can be.
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.
Who's the leader of the club that's made for you and me?
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.
Who is marching coast to coast and far across the sea?
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.
Mickey Mouse. (Mickey Mouse.)
Mickey Mouse. (Mickey Mouse.)
Forever let us hold his banner high.
High. High. High.
Come along and sing a song and join the family.
M-I-C-K-E-Y M-O-U-S-E.

E adesso torno al nocciolo della questione. Quando ero piccolo fecero vedere in tv uno strano video con la canzone di sottofondo: "What a wonderful world" di Louis Armstrong. Uno straordinario pezzo musicale di un indimenticabile artista. Il punto è che era pieno di immagini di guerra del vietnam. Sulla sua falsa riga, questo ma molto più recente. 


E non c'era solo la guerra ma anche uno strano agente arancio, chiamato così in codice dagli USA. Questa sostanza era ed è un diserbante ancora in commercio. Il Glifosato le cui conseguenze sulla popolazione si fanno ancora vedere. Vi fa effetto? Bene, è quello che voglio. Voglio farvi a pezzi l'anima se ne avete una. E' questo lo scopo, obbligarvi a riflettere. La stessa canzone è stata usata in "Good morning Vietnam" per fare la stessa cosa ma con le scene del film, crude, ma senz'altro false. Ve ne sono molte versioni in tema ma google non le indicizza.  Ovviamente è puritana verso il sesso ma non gliene fotte una benché minima sega di far vedere il tutto.

Vedete il mondo è bello di per se, non ha bisogno di noi. Così visto che tanto vi piacciono gli aforismi, ricordate il film "Contact". L'interprete Jodie Foster risponde ad un suo collega che gli sviolina una filippica di quanto sia ingiusto il mondo e lei risponde: "Buffo! Ho sempre pensato che il mondo sia come noi lo facciamo". Non fa una benché minima piega mi pare no?

E la base musicale qui è di Enya, "Only time". Strano altra dolcissima canzone. Testo e traduzione. 


Così nel mio piccolo mondo, qualche anno fa, uscito da una relazione con una narcisista patologica. Mi misi in testa di capire più profondamente e di affrontare il tema nello stesso modo. Costringere le persone a riflettere e feci questo video. 


Usai le immagini che mi aveva mandato, i pensieri, foto prese dalla rete (poche), ricordando situazioni di profonda intimità a cui avevo creduto sulla canzone che spesso metteva dicendo: "ricordati..."
Ricordati un cazzo! Ricordo di avere avuto dei bellissimi momenti e delle sensazioni speciali con una persona che non è mai esista realmente ma che mi ha dato solo l'immagine che voleva avessi di lei. Dietro quella facciata e quegli occhi, c'era un'altra parte predominante, quella che spinge gli uomini a fare del male ad altri uomini in modo gratuito magari in nome di una ideologia politica, di una religione o di un interesse che può anche solo essere di letto.

“E' uno strano dolore morire di nostalgia per qualcosa che non vivrai mai”(più). A. Baricco.

Così la dolcezza e la profondità di questa splendida canzone cantata da un'altrettanto splendida donna per voce e aspetto visto che non l'ho mai conosciuta personalmente. Una canzone struggente, dolcissima fatta di promesse e di certezze finite nel cesso del menefreghismo.
Questo pianeta è fatto da gente narcisista che per il dio denaro ha venduto l'anima di tutti gli abitanti della terra, umani e non, al diavolo.
Vedo gente che tranquillamente ha un bel lavoro a nero e che organizza eventi di qua e di la, alla faccia di chi a fine mese, per uno regolare, dura fatica a portare a casa 800.00 euro. Vedo gente che tranquillamente se ne sbatte i coglioni girandosi da un'altra parte credendo di essere più "furbo/a" di tutti gli altri. Usando il mondo, l'umanità e la natura per i suoi porci comodi fatti di interessi di ogni forma e misura. Non pensano manco ai loro figli perché si riproducono, eccome se lo fanno e spesso gli insegnano gli stessi principi distruttivi che hanno seguito loro sfornando una una testa di cazzo dietro l'altra.
A sto punto della mia vita, della vostra, visto che non vi conosco, me ne può fotter di meno, rimane solo un bel buco, lasciato da esperienze simili. Cosa cazzo ho imparato, lo sapevo dove si andava a finire. Rimane un buco che ti porti dentro.  Viene con te come la tua ombra. Impari a conviverci ma il buco resta li.

Avevo già parlato pure di questo. Ebbene, per ogni bottiglia o pezzo di plastica che c'è li e nelle altre isole (perché non è una per lo meno sei!), c'è un idiota che se ne è sbattuto i coglioni e l'ha lanciata dove al momento gli faceva più comodo. Questo è un esempio ma vale per ogni azione di tutti i giorni.



Cosa cazzo mangerete tra un po', tappi di bottiglia? Cosa condividerete sui vostri telefonini tra qualche anno, come siete o come vi sforzate di essere nei vari social comuni o in quelli a tema fetish. Dove vi piacciono le frustate o cosa vi piace a letto. Cosa? 
Forse ma dico forse, queste parole le capite meglio:
  • "La compassione, l’altruismo, il buon cuore non sono unicamente nobili sentimenti di cui trae vantaggio il nostro prossimo. Sono stati mentali, condizioni mentali di cui beneficiamo anche noi stessi. Una persona altruista e compassionevole è in genere una donna o un uomo più felice, più sereno."
  • "L’amore e la compassione sono necessità, non lussi. Senza di loro, l’umanità non può sopravvivere."
XIV Dalai Lama

Incommensurabili buffoni che hanno sputtanato ogni possibile significato vero e profondo della  parola amore.

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)