domenica 13 gennaio 2019

Diffamazione a mezzo internet


Mi sono rotto i coglioni in modo biblico di venire tacciato di essere bugiardo, di vedermi offendere in modo personale da l'ultimo coglione che si crede dio o che è cresciuto nella più profonda maleducazione  o i cui tentativi di educarlo/a al buon vivere comune, al rispetto delle idee altrui e alla dialettica come motivo di incontro e di crescita. I miei attacchi, alle volte anche pesanti non sono MAI personali. L'ultima volta che ho dato di scemo a qualcuno sono diversi anni fa e ho sbagliato. Imparo dai miei errori o per lo meno ci provo.
Pertanto, come avvertito il tipo di bekinky, ribadisco che vale per tutti: scemo, idiota, buffone, racconta frottole etc. etc. per quello c'è sempre la diffamazione a mezzo internet e i miei legali faranno quello che devono nelle sedi opportune. Non avverto più nessuno, non rispondo più a nessuno. Fine della comunicazione.  

Non metterti mai tra il drago e la sua rabbia. (William Shakespeare)

4 commenti:

  1. Le persone dicono agli altri ciò che vedono riflesso nel proprio specchio.

    RispondiElimina
  2. Le persone dicono agli altri ciò che vedono riflesso nel proprio specchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Mi pare proprio una saggia affermazione. Dovrò tenerne particolarmente conto in futuro. Grazie Many anche del video :)

      Elimina
  3. È sempre un piacere leggerti ��

    RispondiElimina

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)