Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

martedì 29 dicembre 2015

Approcci

Rimane ancora il dito nel culo che mi pare il caso di sottolineare alcune cose fondamentali e magari c'entra pure il dito nel culo, ecco.
Allora, chi va nel subspazio come dicono gli inglesi,  è sempre chi sta sotto. Non bisogna essere sei geni per capire che chi gode tanto da sballare è proprio il/la bottom. Chiamatela gravità o spazio-tempo, quando lasci andare qualcosa, cade.
Qui è lo stesso, se ti lasci andare godi.
C'e un punto fondamentale però di vedere la dominazione. Uno è quello in cui il/la bottom subisce i desideri del "capo". È chiaro che alcune pratiche fanno godere comunque quindi se si vuole, è abbastanza semplice. Tu la fisti, se è rilassata gode. La topa funziona in automatico con i giusti tasti. Vale se la scopi, se la inculi e via così detto proprio a grandi linee e molto terra-terra. Il secondo modo è un po' più altruistico ed è il mio di modo, giusto o sbagliato che sia. Segue un principio di base. Ognuno "scopa" per l'altro. È vero, a me piace leccare la fica e magari alla pulzella, piace parecchio succhiare il cazzo. Però se la lecco o lei succhia il cazzo come piace a lei dimenticandosi che quel cazzo e quella fica è di qualcun altro, verrà fuori la peggior leccata di fica ed il peggior pompino che storia ricordi. Penso anche alle scopate da pochi minuti se noi uomini scopiamo per noi. Noi siamo obbligati a gestire il nostro piacere per dare piacere. In altre parole, ogni scopata epocale nasce e si realizza quando ognuno scopa per l'altro/a.
Lo so che ci sono due grosse falle in quest'approccio. Non ne avevo mai parlato ma visto che oramai il casino è successo, posso pure dirlo, magari qualcuno sta con l'occhio alla penna incontrando qualcuno/a. Non è per rivangare ma è il quanto.
Se rimedi una persona narcisista, sulle prime farà di tutto per accontentarti e prendere il piacere che desidera per poi sparire incolpando te anche solo di esistere.  Non scopi per qualcun altro se non lo senti e per sentirlo/a devi agire in modo poco materiale. Il rischio di aver fatto divertire l'altro/a senza ricevere un grazie ma solo un benservito, è molto alto. Ne sono stato un poo sempre cosciente ma come ho già detto, non mi aspettavo che il problema narciso, fosse a carico anche di pulzelle lo vedevo quasi come una garanzia di sicurezza per loro. Beh da oggi, anzi dalla Samy, Luca sta con le antenne alzate ed il "mitra" spianato. Semplice autodifesa ma resta il fatto che questo approccio che ti fa raggiungere il top nell'intesa delle relazioni e del piacere. Ovvio che rimane il mio punto di vista e che è opinabile ma è il quanto.
Il risultato dell'abbandono però non fa solo godere di pitti ma di insegna il valore della fiducia e a lasciarti andare quando serve. Scopare, fare bdsm non è solo curiosità o una prova per vedere che succede. Mi spiego. Una pulzella trombata gode, come dicevo su,  va in automatico e anche il cazzo lo fa spesso e volentieri. Il punto semmai è che cosa fa una trombata o una session fatta per queste ragioni. Cerco di distinguere tra un orgasmo e l'appagamento.  Puoi avere anche 50 orgasmi e non essere appagato/a. L'appagamento nasce sempre e comunque dall'interiorità e pure su questo non ci piove.
Non sono manco le pratiche che fanno la differenza tra curiosità,  dom, sub o switch. Se ti infilano un dito nel culo e ti fanno una pipa con un massaggio prostatico godi, punto. Oppure o hai bisogno di imparare a rilassarti (abbandonarti), o di uno psichiatra. Se vuoi capire che effetto fa una fica premuta sulla bocca mentre ti tirano una pipa, devi lasciarti andare. Garantisco che la rossa dom di prima esperienza, ci mise pochissimo a farmi venire e riuscivo anche a controllare i battiti del cuore. Stessa cosa se la mandi in debito con una scopata in gola e te la lecchi a dovere. La domini? Si. Per certi lati la dominazione non è sempre assoluta.  Lo è se te la sbatti in gola e ti dimentichi che lei è li per godere oltre ogni limite. Sempre questioni di punti di vista.
Gli fai un g, quella squirta e tu te la prendi addosso o in bocca se te la lecchi e lei squirta.
Rimane il fatto che non è questione solo di tecnica, di dom e di sub ma di opportunità che sta cosa ti puoi dare nel viversi meglio.
Ecco, mi pare il quanto mai dietro le ultime domande,  queste sono le risposte più o meno ampie. Magari domani mi viene in mente qualcos' altro e l'aggiungo.

mercoledì 23 dicembre 2015

Buon Natale

Siccome non so se domani ci sono, intanto gli auguri li faccio.
Per chi mi ama, per chi mi odia, per chi non gli piaccio e anche a chi non piace a me.
Auguri a chi gioca, magari il prossimo farà il balocco lui/lei.
Buon Natale che comunque sia è una festa pagana.
Buon Natale alle persone che ho perso, agli animaletti a cui ho voluto bene e loro ne hanno voluti a me.
Buon Natale a chi prega e chi no. Per chi crede che le azioni facciano una profonda differenza tra rendere questo mondo un luogo migliore per tutti. Come dice Lennon, è facile se ci provi, comunque. :)
Per chi invece se ne frega e beh, tanto siamo stretti e se rimediano qualche musata, meglio :)


Cipolle


Quattro anni fa con il movie maker feci tra gli altri, questo video. Riguardandolo non è un gran che ma la qualità delle gifs e tutto il resto è cambiata nel corso degli anni in meglio.

Non sono un gran fan degli U2, qualche canzone ma questa si. Mi piace il ritmo, la musica e mi piacciono le parole e pure il titolo.

Orgoglio - Nel nome dell'amore. Eppure sono immagini "pesanti", forti, spinte. Mi piaceva e mi piace quest'associazione tra l'estremo e la dolcezza, tra la passione e la serenità. Qualcuno se ne accorge e dice:
XXX: "Credo di capire quale sia il tuo confine. E' la cura ma dell'essenza, della delicatezza e di una parte di inviolabilità che io penso sia preziosissima. Sbaglio?"

MDS: "No :)"
XXX: "Quelle pratiche che hai elencato, sono pratiche che superano l'inviolabilità dell'essere".

Appunto. C'è un confine ben preciso che non si dovrebbe MAI superare ed è proprio quello li. Il rispetto di cui mi sono tanto riempito la bocca, le incazzature con cui tizio e caia prendono per il culo un altrettanto tizio e caia così, per farsi una montata. Così per divertirsi oltre che alla tua inviolabilità prendono qualcosa di molto più prezioso, il tuo tempo. Un tale, che non so chi sia, ha scritto sta roba che io ho ribadito nei post ma che è ben sintetizzata: "La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo. Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo. Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un'ora o una vita." David Grossman

Il tempo che hai dato a qualcuno che non se lo è meritato non te lo rende nessuno. E così sempre parlando siamo arrivati ad una similitudine che ci calza a pennello.

Le persone sono come le cipolle, più togli bucce, più vai al cuore. Il cuore è indifeso altrimenti di che cosa avrebbe bisogno se non di strati protettivi? Ecco, quando ci arrivi e lo rovini, rischi se tieni due cipolle, di rovinare anche l'altra. Ne butti via una per salvare l'altra? Va benissimo, il guaio è che le persone non sono cipolle (cit. parafrasata da "Fanteria dello spazio" (1959) - Robert A. Heinlein). Alle volte le puoi pure perdere entrambi che minimo, minimo siamo in due.
C'è un'altra cosa importante. Se tu hai buttato via la cipolla che ti ha permesso di crescere e di cambiare, di conoscere te stessa, di evolverti in meglio, cosa credi che con l'altra sei allo stesso punto? Il cambiamento, il miglioramento dipende sempre dalla cipolla che hai nell'orto non dall'orto. Sei tu che coltivi quell'orto ed il sapore cipollesco nel momento in cui la butti via, lo perdi completamente senza ma e senza se. Nessuno può rendertelo. Preparati a passare una vita con il ricordo di una cipolla che non potrai mai più avere. Questo vale per me e per voi tutti. Prima di muoversi, prima di coinvolgere persone e ortaggi, credo che convenga pensarci, non una ma 10, 100 volte.

Le implicazioni del bdsm sono molto profonde, raggiungono strati nascosti dell'animo umano a meno che non si tratti solo di divertimento. Questi sono solo piccoli esempi che come al solito metto in pubblico ma non ne rivelo il contenuto più intimo. Non voglio assolutamente che la solita manica di stronzi/e li utilizzi per fare male a qualcun altro solo per divertirsi. Pubblico stralci di conversazioni complesse e di vita interiore. Piccole finestre e per guardarci dentro bisogna esserci ed essere responsabili di quello che si fa. Non posso dare fucili carichi a qualcuno che se poi li usano io vado a cercarli ma ne risponderanno comunque. Pssss sta a vedere che un colpo di culo l'ho avuto davvero. :)
Meditate :) 


martedì 22 dicembre 2015

Domanda da legami

Domanda arrivata via legami.org, così mi distraggo.

"Buongiorno Luca, spero tu stia bene. :) Avrei una domanda da porti: quanto la prudenza di un Dom nel percorso è sintomo di cura e quanto invece segnale di non ritenere "pronta" se non addirittura "inadatta" una aspirante schiava? Considera che io ho un nodo profondo di inadeguatezza, di cui conosco le cause e i traumi, ma che nonostante questo non riesco sempre a contenere e controllare... Ti ringrazio se vorrai rispondermi e ti auguro una giornata serena. :)"

Allora P., ecco il quanto.

Intanto ognuno ha il suo modo. Quindi il tuo "coso" farà come pensa lui, come lui crede che sia giusto fare.
Posso dirti il mio e magari ti aiuta a rifletterci un po'. Intanto il senso di inadeguatezza dovrebbe conoscerlo lui e porvi rimedio. Se non gli riesce o tu non lo segui e non ti fidi oppure è un dom e non un master. No, non sono drastico. Alle volte le cose non vanno comunque per evidenti incompatibilità ma se non è questo, allora è quello prima. Master è maestro e non colui che ti domina o che ti impone di fare cose o di negartele o di regolare la tua vita. Lui è colui che ti risolve dando alla tua vita una direzione. Quelli del tipo: "ubbidiscimi schiava", sono un po' dei mostri. Sono dei dom che vorrebbero essere altro ma non lo sono. Forse hanno più bisogno loro di aiuto che qualche schiava novizia. Premesso questo vado molto a sensazioni ma anche a domande, risposte e reazioni. Un po' come disegna una casa, un serpente, un lago, il sole, un bosco e un fiume.

A tutto questo cerco come dire, l'arco di volta. La conferma di quello che suppongo o che penso andando verso il primo incontro in camera. In genere è molto interlocutorio anche se nudo. Cerco di capire e vedere se quello che sento e penso ha delle corrispondenze pratiche. Insomma è facile dire io faccio questo, a me piace questo, la penso così e poi "sul campo" si rivela altro. Alle volte come la penultima esperienza, si sbaglia comunque che i "professionisti" dell'inganno ci danno dentro di brutto ma non cambia un cazzo. Dicono cosa vorrebbero essere, non quello che sono. Il bdsm è sorpresa. Ti trovi alle volte con una partner che si scopre bisex, che invece di odiare i fluidi gli adora, che invece di odiare questo e quell'altro, invece ne va matta.
Ora, non so da quanto tempo voi due chiacchierate ma insomma, se lui reputa giusto incontrarti deve farlo. Non è che non sei tu quella pronta è lui che deve indicarti la via per esserlo e condurti li se lo segui. Quindi anche l'incontro è parte del gioco. Ovvio che se tu scalpiti per vederlo ed è qualche mese che vi parlate, eh, figlia mia, guardati intorno. Qualcosa non va. C'è puzza di bruciato e da qualche parte c'è una torta. Occhio anche al fatto che ti veda una, due, 10 volte e poi cominci a farsi venire tutti i mali del mondo per non vederti. Mettilo alla prova prima. ;)

Ci sono delle persone amanti della teoria, stanno qua per puro esibizionismo, per leggere e per capire e non capiranno mai un cazzo mi spiace dirlo. La vita è fatta di delusioni, di gioie e di tutto ed il contrario di tutto non solo di idee e queste, sono spesso campate in aria senza una controprova sul campo.
Ribadisco che ognuna di voi non dovrebbe certo spogliarsi con ogni primo che capita ma prima di aver trovato quello giusto, un po' di spogli vanno fatti. E' il bello ed il brutto della cosa ma si chiama vita.
Il segnale più forte che tu puoi dare credo, sia il fatto che vi intendiate, che vogliate "giocare", che desideriate vedervi per vedere che succede. Non abbiate aspettative, non ne rimarrete delusi. Il bicchiere è sempre mezzo pieno e non mezzo vuoto.
Non sono in contraddizione con quello che ho scritto ultimamente. Ribadisco che ogni impegno è preso in piena libertà e coscienza che se sei scemo ti ci vuole un doc non un master o una slave, quindi se li pigli, rispettali. Chi è che vuole incontrare un irresponsabile, arrivista e bugiardo/a? Nessuno/a. Ecco. :)

Buon viaggio

Ti avevamo trovata piccola malata ed abbandonata.
Eri un frugolino sporco, quasi non si vedeva che eri una micetta.
Così ti abbiamo portata in casa. Dove mangiano due, mangiano tre.
Ti abbiamo curata grazie alla bravura dei nostri veterinari e sei guarita.

Ci hai regalato tanti anni di amore vero, senza dubbi
compromessi e sommersi, letteralmente sommersi da una montagna di coccole.
Oggi te ne vai, così come sei arrivata la prima notte,
addormentandoti così tra le mie braccia e mille fusa.

Rimarrà di te il tuo pelo sparso, i tuoi graffi lasciati sulle poltrone
il tuo odore sul viso col nasino appiccicato al mio, il tuo respiro
ed un altro, un'altro ancora buco nel cuore. Incolmabile.

Ognuno con il vostro carattere, il vostro modo di fare,
il cibo che vi piace di più, i grattini dove vi piacciono di più.
E sempre a ricordarci che.. "Tu sei mio sai? si tu sei mio,
ti voglio bene." Perché lo dicono, si che lo dicono.

Oggi mancherai a tutti noi, alla mamma umana che ti ha curata
come una bimba, amata come una bimba, alla nonna.
Un giorno saremo di nuovo tutti assieme. Un giorno <3 <3 <3


lunedì 21 dicembre 2015

Rosetta non è una sonda

Nel corso degli anni ho visto e sentito dei tutto. Ogni possibile porcata qui è esasperata. Ci fu una, umbra, tal, F. Nera che non so manco se gira ancora in internet e che aveva un sacco di fotine carine. 3 mesi di cazzate, fissiamo i gg possibili a Siena. L'hai vista te? Ecco, nemmeno io. Quell'altra che mi disse faccia a faccia al primo incontro che voleva l'unicità e che il gg dopo ansimava al telefono con un altro. Beccata, sputtanata. Un'altra ancora che si era fatta venire un tumore al cervello ed era pure morta resuscitando poi con un altro nick e ribeccata con il modo di scrivere. Qualcuno mi chiese di trovarla in modo non legale e ovviamente gli dissi di no.

Nonostante quello che so fare e che posso fare, nisba, alcune cose non si fanno. Un conto è sfogarsi da bibliche incazzature, un conto è fare e più di uno la voleva letteralmente gonfiare. Oddio, magari gli stava pure bene ma insomma, evitiamo va.
Mi riportano quasi giornalmente donne che sentono i loro "master" farsi venire malattie serie, problemi di salute ed impegni di tutti i tipi per sparire di circolazione dopo scopato per qualche volta o mese con la tipa presa all'amo nel sito a tema.
Ci sarebbe davvero da scriverci un libro su centinaia e centinaia di questo genere di non rapporti, di non persone. Me ne ero scappato da i vari siti se non mantenendo una presenza formale con gli account dedicandomi al blog ed alla diffusione dei pericoli di quello che si cela qui.
Tu credi di aver trovato una, due, tre persone che siano definibili tali.
"Siii, apriamo un forum, un account, una mail e aiutiamo chi non è come noi". Facile vero quando va tutto bene? Poi cambia il vento e stranamente "tu" sei fuori direzione, sopravvento appunto.
Come se il "bdsm" fosse un mondo a se, il mondo del proibito, del non conforme alla vita di tutti i giorni e gli appartenenti,  solo delle cose da usare quando se ne ha voglia. Qualcuno per caso ha letto qui "supermarket free: servitevi quando vi fa comodo"?
A scanso di equivoci questa è casa mia. Non sono le relazioni bdsm sbagliate,  sono sempre e solo le "persone" sbagliate. Vogliono tutti la differenza ma poi sta differenza non c'è e fanno sempre peggio.
Prendi atto che ci sono persone che sono più inutili di una rosetta di vacca??? Grazia, Graziella e grazie al cazzo! Per lo meno le rosette nutrono, queste distruggono tutto quello che toccano. Forse hanno passato la vita in un parco giochi che pensano che tutti ne facciano parte. Per assurdo mo in tv c'è la serie: "Chi diavolo ho sposato?" E mi fa specie che è la stessa cosa. Così prendi il telecomando e vai sul Tg nella speranza che abbiano fatto incazzare uno come loro ed in preda ad una crisi di follia, gli abbiano spianati con "TIR o con uno schiaccia sassi,  magari facendo pure retromarcia per sicurezza" (cit paesana). Nulla, è andata male. Ok, magari la becchiamo nella prossima serie è!!!


Papà diceva: "C'è un solo modo per entrare in casa mia, mille modi per uscire". Ecco, ho tolto le foto esplicite dai siti pur avendo l'autorizzazione ad usarle, scritta. Perché chiedo, comunque chiedo ma per me questa è una cosa privata e non  mi va di mettere cose che potrebbero girare in rete. Ci fu uno che dalla Nuova Zelanda mi rimandò le mie spacciandole per sue. Le avevo messe on line 6 mesi prima. Ci casco una volta, due no. Dal mio comportamento dipende l'integrità della persona con cui esco e non voglio non dormire come stamane che sono le 5:30. Ok, stanotte non ho dormito per altre ragioni.
Così mi va più che bene che spariscano non-persone legate a doppio filo a quella cricca di "amici" magari spostandosi su tumblr e ricominciando a fare le stesse cose sto giro basta presentarsi con il marito o con il partner e omettendo tutto il resto.
Poveri piccoli idioti. L'ho detto più volte. Non c'è tana o buco dove una rosetta si può nascondere, l'odore di merda è parecchio ma parecchio difficile da celare.
È Natale, siamo buoni, raccontiamo le porcate del mondo in modo che servano di insegnamento per gli altri.  Si dovrebbe essere brave persone tutti i gg non un gg all'anno con il sorriso e la solita ipocrisia di facciata.