Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

giovedì 10 novembre 2011

Sesso sicuro o comunque insicuro - HIV

Questo è un argomento che non ho mai trattato. Che si fa per fare sesso sicuro? Come al solito non sono un medico, quindi vale sempre il solito consiglio di prendere tutto con le molle e soprattutto se avete qualche articolo serio o volete portare il vostro contributo, siete benvenuti.
 Per iniziare, faccio riferimento a tre siti:
http://www.europrofem.org/contri/2_08_it/it-sex/01it_sex.htm
http://www.sportmedicina.com/speciale_-_aids_3.htm
http://www.arcigaymilano.org/dossier/aids/comesicontrae.htm

Parliamo di HIV e come si diffonde.

"Per via ematica.
Le trasfusioni di sangue infetto possono trasmettere il virus HIV. In Italia dal 1988 il sangue destinato a trasfusioni viene sottoposto a screening per il virus HIV. Lo scambio di siringhe può trasmettere il virus HIV. Iniettarsi droghe con siringhe nuove non trasmette alcun virus, ma può portare a comportamenti a rischio come appunto lo scambio di siringhe.

Virus HIV
Da: https://micro.magnet.fsu.edu/cells/viruses/hivvirus.html
Per via sessuale.
Il virus può essere presente oltre che nel sangue anche in altri liquidi biologici. Nello sperma e nelle secrezioni vaginali il virus può essere presente in grande quantità.

Per via verticale.
La madre può trasmettere il virus HIV al figlio durante la gravidanza, al momento del parto o durante l'allattamento. La possibilità che questo avvenga si riduce fortemente se la madre è in terapia con antiretrovirali, fino ad essere meno del 10%. Il bambino non avendo anticorpi propri eredita gli anticorpi della madre, quindi può nascere sieropositivo, ma non avere il virus. In questo caso il bambino ritornerà sieronegativo durante i primi mesi di vita. Studi recenti dimostrano una notevole riduzione di casi di trasmissione dell'HIV nel caso in cui la madre sia sottoposta ad idonea terapia durante la gravidanza e partorisca con parto cesareo."

Allora andiamo al sodo. Il virus passa attraverso le mucose o la pelle se ha escoriazioni più o meno evidenti. All'atto pratico ci becchiamo il virus se:
  1. Prendiamo il getto di sperma in bocca ed abbiamo delle ferite anche micro. E per intenderci: vi sanguinano mai le gengive quando vi lavate i denti? Ecco, questo potrebbe essere sufficiente da farvi avvelenare dal veleno di un serpente mentre lo succhiate dal morso subito da un amico o da una semplice persona a cui prestate soccorso. Quindi non succhiate il veleno dei serpenti, non succhiate lo sperma dal cazzo del vostro ragazzo se lui è siero positivo. Se lo siete voi che succhiate a meno che non abbiate una bocca sanguinante, non vi sono rischi.
  2. Leccare il culo. Non ci sono studi che confermano da sola la trasmissione ma se la vedete in un contesto pratico, ci sta. Fate delle inserzioni anche con le dita durante un rapporto, graffiamo che è impossibile fare attenzione in quelle situazioni o facciamo un'inculata abbastanza rude, ci mettiamo la lingua e addio. In ogni caso con questa pratica qua, ci possiamo beccare altre malattie a trasmissione sessuale. Qualcuno è in grado di sapere se nell'ultima ora si siano provocate delle lesioni anali per qualche stracazzo di ragione? No. Allora anche qui un rischio c'è, è imponderabile, poco valutabile ma non è a zero. Una pellicola trasparente o con un preservativo, toglie il rischio. 
  3. Lecchiamo la topa di qualcuna con delle ferite in bocca. Lecchiamo la topa di qualcuna con delle perdite di sangue es mestruazioni o delle lesioni magari causate da un rapporto precedente un po' "violento". Graffi interni magari da esplorazioni con dita. Per esperienza si causano anche con unghie corte. Mi è successo più volte durante le pratiche di "stimolazione punto G" sopratutto a causa dei di lei inconsulti movimenti.
  4. Scopiamo senza preservativo e lei/lui prima ci ha tirato un pompino provocando delle microferite sul glande. Senza microferite i fluidi vaginali veicolano comunque in un senso, lo sperma nell'altro.
  5. Scopiamo senza preservativo, non abbiamo ferite o microferite poi andiamo al cesso a lavarci ed usiamo un sapone neutro. Veicoliamo così il virus che risale nei dotti uretrali o vaginali. Usate un sapone a ph acido.
  6. Facciamo del fisting anale, provochiamo delle ferite all'intestino e ne abbiamo alcune sulle mani e addio. Vale in ogni senso. Usate i guanti. Usateli comunque anche ad intestino pulito.
  7. Facciamo del sesso anale senza protezione e con poca lubrificazione. Magari il lui è pure armato bene e si provocano escoriazioni. Fine della prospettiva di evitare il contagio. Usate SEMPRE dei lubrificanti all'acqua e non oleosi. Non vi posso dire quello che uso io ma vi metto il link. Comodissimo in piccole strip monouso. Non è solo lubrificante ma anche protettivo per la pelle. Allergia al lattice, sempre più comune, materiale di cui sono fatti i preservativi. Ce ne sono anche di senza. Sono fatti in nitrile. Vale anche per i guanti. Sono pure comodi per rivestire eventuali oggetti di lattice con cui giocare. Si evita pertanto il contatto diretto con le mucose ed il lattice pur mantenendo i pregi del materiale: elasticità, morbidezza, "calore" etc etc.
  8. Per pratiche sadomasochiste: frustate = abrasioni = sangue = facile trasmissione di HIV. Niente morsi, niente graffi, niente di niente. Usate un flogger, non un frustino magari, siate delicati, non rompete la cute. Non provocate abrasioni. Usate le mani magari per uno spanking.
  9. Pissing. L'urina non è generalmente infetta da virus HIV fatta una possibile eccezione di presenza cospicua di sangue dovuta ad altre situazioni o se così si vuole, visto che la medicina non è una scienza esatta, a causa di malesseri dovuti alla malattia. Sangue visibile. Non è rischioso ricevere pissing addosso da parte di una persona sieropositiva se non in presenza di lesioni cutanee. Non è rischioso manco riceverlo in bocca fatto salvo le note di cui sopra. Ci sono comunque altre malattie trasmissibili attraverso i fluidi corporali questo incluso. Quindi e comunque.. ocio! (http://www.gay.it/forum/viewtopic.php?f=27&t=13173 e vi suggerisco i post di 
Adesso qualcuno mi dirà: ma perché tu vai a dire queste cose? Intanto se lo conosci lo eviti, come diceva uno dei primi spot. In secondo luogo non è giusto discriminare. Mi pare assurdo magari dire no, con te no e poi fare del paracadutismo, correre in auto, fare immersioni profonde e via così. Oppure ghettizziamo, facciamo finta che HIV non esista, non pratichiamo sesso sicuro e stiamo alla sorte. Allora? :)
Esci con una che è una stronza nell'anima, che ti chiede unicità e poi passa 3 o 4 giorni a settimana in letti diversi e non te lo dice. Questo è un rapporto a rischio! Se la matematica non è un opinione e non lo è, la possibilità di contrarre HIV, è molto alta.
Partner sicuri significa scelte di vita sicure. Chi l'ha preso dal dentista lo buttiamo a mare? Che se ne vada con un altro sieropositivo? Naaaaaaaa ci sono ceppi diversi, potrebbe pure essere peggio per loro che per noi.

Vado su note pratiche. La percentuale di donne uomini tra i 25 ed i 65 anni è di circa 26.000.000 con una media di un 30 % tra le coppie regolari che tradisce.
La cifra si riduce a 7.800.000 unità di papabili senza contare quelli che per altre ragioni non potrebbero comunque avere relazioni extraconiugali o occasionali. Il risultato è che due persone su cento che incontrate sono sieropositive. Con dati statistici alle mani, sono convinto che si arriva facilmente ad una persona su 30 la quale è sieropositiva e non ve lo dice o che è onesta e vi stoppa prima. Magari voi insistete per non usare precauzioni, lei o lui avranno bisogno di un contatto più umano e profondo e lasceranno perdere il preservativo e tutto il resto con facilità o magari sono della famiglia degli stronzi che non ve lo dicono e basta oppure ancora quelli dei coglioni che senza aver usato protezioni, sono sieropositive e non lo sanno.
Che si fa?
Si butta nel cesso l'umanità? Vi riporto per intero lo scritto di "Almadell" che è sostanzialmente "perfetto", che condivido in ogni sua più piccola parte e che centra la parte del problema.

"Emozioni ed emotività"  sono cose verso cui, io personalmente, sono più pudico rispetto a questioni di sesso.  Per me i sentimenti sono una cosa infinitamente più privata del sesso; sarà che considero l'Amore una cosa importante mentre il Sesso una specie di piacevole ginnastica. Mi vergognerei di più a parlarti delle mie passeggiate notturne mano nella mano; rispetto alle mie tecniche per la doppia penetrazione. Perché a essere SACRI sono i nostri sentimenti e non le nostre secrezioni. Anche se tu fai sesso solo con la persona che ami ricordati che è l'Amore ad aver reso magico quel momento: sarebbe stato magico anche se aveste solo parlato. Io frequento masochisti da una vita. E non mi sono mai sembrati meno equilibrati dei Romantici. Perché "farsi umiliare per gioco" è un'ottima palestra per non "farsi umiliare davvero". Io gioco a Risiko e non sono un criminale di guerra. E francemente preferisco parlare con voi dei miei "giochi" e delle volte che dico "cagna" rispetto alle volte che dico "cucciolo". Ci mancherebbe altro che parlare di relazioni non fosse un "nervo scoperto"! Accidenti, è il "nervo" più importante quello che arriva dritto al cuore. 
Mi preoccupa di più che sembri a te un "nervo scoperto" parlare di "perversioni sessuali": questo nervo fa "pulsare" una cosa sola che non è certo la più importante.
Quindi conosciamolo, cerchiamo di approcciarci al partner in modo tale che se vi capita, non sia relegato in una comunità d'infetti ma consci che il rischio si può evitare e che la differenza sta proprio nell'anima di chi ci sta accanto non nel gesto di per se. Si rinuncia per amore si vive secondo sentimenti non paure. Le paure si affrontano, i sentimenti si possono solo accettare.

Statistiche: http://www.stopaids.it/prevenzione-hiv/percentuali-di-rischio e se qualcuno non sa cosa significhi "rimming", è semplicemente leccare il culo, il buco del culo :).

Qualche comodo link:
Acquisto di preservativi in lattice, più sottili per la vagina, più robusti per quello anale.
Acquisto di preservativi in nitrile:
Guanti in nitrile:


Per qualsiasi contatto penetrativo,
usate i "guanti"







1 commento:

  1. ma con tutte queste paure, non passa anche la voglia ?

    RispondiElimina

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)