Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

Termini e modi di dire del bdsm moderno e dei suoi partecipanti. Cose da ridere ma mica tanto.

Un uccello del paradiso, non a caso:)

A cura delle numerose esperienze vissute e riportate da amici e conoscenti. Vita reale, non apparenza o come si vorrebbe che fosse. :)

  • Admin. Acronimo di Animale Da Mortificare Infinitamente. È un/a tale che non se lo/a prende nessuno e siccome non ha un cazzo da fare, passa le giornate e alle volte pure le notti, a leggere le stronzate degli utenti. In ambito SM si definisce colui o colei che vive la più bassa forma di masoschismo autoinflitto.
  • Abrasioni.  Sono quelle che ti provocano le porcate che ti fanno gli  appartenenti al genere umano.
  • Adorazione. Serve per distrarre il master o la mi stress e appena si gira un attimo, verga nel culo con strapon o didlo fuori misura.
  • Allergico. Quando ti trovi uno/a talmente testa di cazzo che ti provoca pure l’orticaria e il bello è che non ti passa.
  • Allunga capezzoli. Tipo l’allunga palle ma al femminile. Soggetto che baca parecchio i coglioni.
  • Aids. Acronimo di Assumere Imperterritamente Comportamenti Da Stronzi.
  • Ago. Quella cosa che ti serve per la flebo dopo la mummificazione.
  • Amsterdam box – Struttura usata per la deprivazione sensoriale. E’ quella specie di valigia vista su “Amici miei”. Ci infili dentro il soggetto e lo carichi sul primo autobus che passa.
  • Anal. Tutto quello con cui inchiappetti o vieni inchiappettato dal prossimo.
  • 24/7. E’ in genere un rapporto che dura 24 ore al giorno per 7 gg a settimana con cui qualcuno di sfranteca i coglioni per ottenere il suo scopo. Poi sparisce 24/7.
  • Aperello. E’ quella cosa che bevi per incontrare gli ultimi arrivati che non hanno paura a metterci la faccia. 
  • Age Play o gioco dell'età. E' quando una o uno più giovane di te, ti adula facendo finta che gli piaci. In genere o punta al portafogli, o a soddisfare la sua curiosità, oppure tutte e due..
  • Anal torture. Quando quello che fa anal è molto bravo.
  • Animal Play. E’ il gioco in cui uno assume i comportamenti dell’animale  più bastardo che c’è e se non c’è, se lo inventa.
  • Ass licking. Viene un attimo prima o durante il gioco dell’età.
  • Atterraggio – “Termine gergale per indicare la fase conclusiva della sessione, che comporta un ritorno alla «normale» quotidianità”. Precede il bombardamento a tappeto dell’ultima sub che ti spacca i maroni.
  • Autobondage. E’ quando sei talmente sfiduciato dal prossimo che non ti resta che legarti da solo.
  • Ball Gag. E' quella cosa che ti mettono per non urlare quando senti parecchio male.
  • Ayor. Acronimo di At Your Own Risk. Insomma ti ci infili, cazzi tuoi se poi ne esci con le ossa e i sentimenti rotti. E’ un “te l’avevo detto io”, in inglese.
  • Ballbusting. Pratica con cui una ti prende a mazzate nei testicoli.
  • Ball dance. Come sopra ma praticata da una vera artista. Dolore assicurato. 
  • Ballgag. E’ quella cosa che si mette nella bocca di qualcuna che non fa altro che dire stronzate. o quando sei stanco di sentire bugie.
  • Bavaglio. Quando non hai una ball gag e usi quello che capita incluso un paio di mutande usate.
  • Bavaglio a pompa. E’ quando non avendo un bavaglio, decidi di farti fare una pompa.
  • Bbw. Acronimo di Big Big Wasting. Stai veramente rompendo le @@ da non poterne più.
  • BDSM. Basta /Dire /Stronzate /Molto inutili.
  • Bottom o sub.  Uno o una che fa finta di ubbidirti per ottenere i suoi scopi. Non c'entra un cazzo con il SM ma fa parecchio fico detto in inglese. 
  • Bdsm Pride. Orgoglio bdsm, quando sei talmente orgogliosa/o per le porcate che fai che non ti importa una mazza di quello che pensano di te.
  • Benda. Quella che ti mettono prima di essere fucilato. Raramente avviene che ti “ammazzino” con pietà, altrimenti che sadici sarebbero?
  • Bitch. Cagna. E’ quell’animale che tu credi di trovare in un canile ma che invece trovi in ambienti strani. Es. Bar, ristoranti, negozi di alimentari, fioristi, supermercati e chi ne ha più ne metta. 
  • Black party. E' una festa al buio in cui son tutti uomini gay e se non sei pratico rischi di farti inchiappettare diverse volte senza riuscire a farti nessuno.
  • Bloodsport. E’ quello “sport” che praticano molti neofiti e che ti riduce in fin di vita da cui: “mucchiettino di ossa, e pozza di sangue.” 
  • Bollitura. E’ come quello sopra ma con te ci fanno il sanguinaccio per la successiva festa a tema.
  • Breath control/ Controllo del respiro. E’ quando ti sei spappolato per terra e qualcuno cerca di farti respirare per riprendere i segni vitali. 
  • Branding. E’ quando sei talmente bastarda/o che ti marchiano per certificazione a vita. C’è chi ce l’ha naturale sulle caviglie.
  • Boxing. E’ una variante del bloodsport ma prima ti pestano per bene.
  • Butt plug. qualsiasi cosa anche sentimentale che sia atta ad inchiappertarti.
  • Cane. Una canna che fa bau-bau. E’ un altro modo per chiamare le Bitch. 
  • Calpestamento. E’ come il training ma fatto con le scarpe chiodate.
  • Cappuccio. Subito prima dell’esecuzione. Alle volte però!
  • Caning. Portare in giro la cagna. 
  • Catetere. Te lo mettono se sopravvivi ad una relazione bdsm.
  • Catsuit. Cagna travestita non in periodo di carnevale.
  • Cavigliera. E’ quella roba che compri da Deca… per prendere per il culo il prossimo.
  • Cbt. Acronimo inglese di Cazzo Basta Tram! (vedi training).
  • Chastity/castità. E’ quella cosa che tutti dicono e nessuno fa.
  • Chains/catene. Sono quelle cose metalliche che servono per tenerti fermo o per dartele nella schiena. Fanno più male delle fruste.
  • Chat. Luogo ideale dove abbordare prede da massacrare.
  • Cheloidizzazione. Quando ti hanno fatto così male dentro che ti escono pure le cicatrici sulla pelle.
  • Cintura di castità. Quelle cose che si mettono ai genitali non prima che chi le porta abbia un pas-partout all’insaputa dell’altro/a.
  • Cintura «piombata». Quella cosa che ti mettono al collo prima di buttarti a mare. Vanno bene anche pozzi, fiumi, laghi e intesi anche come dimenticatoi.
  • Clamps. Tutte quelli oggetti o modi di fare che ti stringono fintanto che non ti hanno spremuto come un limone.
  • Clistere. Quando ti riempiono il culo con dei fluidi fino a che non diventi una fontanella e ti esce tutto dalla bocca. In genere vieni messo in sala ad una festa a tema. 
  • Clinical. Quando sei talmente a pezzi che ti studiano come caso clinico e vieni portato in giro come esempio per i neofiti in vena di sadismo.
  • Cockstrap. Quando una è talmente sadica che te li sbarba proprio.
  • Cock cage. Quella roba che ti metti per evitare che te li strappino! 
  • Coda. Fa parte del travestimento (vedi catsuite)
  • Collared/collarata. Una che fa credere di ubbidirti. Il realtà ubbidisce solo a se stessa e ai suoi bisogni.
  • Contract/Conratto. Messo nero su bianco ogni regola, ogni limite. Appena cambia la musica, si strappa il contratto  e si nega pure di averlo mai visto, figuriamoci firmato.
  • Colori, codice dei. E’ l’insieme dei colori che assumono i lividi. Rosso, blu, viola, viola e giallo etc. etc.. 
  • Comunità. E’ quella roba in cui si riuniscono i neofiti per discutere come sia meglio farti male. In genere sono fatte di persone con gli stessi gusti ma che in Italia, realmente non esiste se non nelle strafalcionate di qualcuno.
  • Consensualità. Parola fittizia che serve per ingannarti. Ci si dichiara consensuali a fare bdsm e a rispettarsi ma la seconda in genere non viene MAI seguita. 
  • Corda. Fune atta all'uopo per cercare di impiccarti. Alle volte ci riescono pure. 
  • Craupadine. “Termine francese per indicare l’hogtie, ma ritenuto più elegante nei paesi di lingua inglese (dove hogtie significa letteralmente ‘legatura del maiale’).” Fa sempre parte del travestimento.
  • Croce di S. Andrea. Quella che mettono dopo che ti hanno sepolto. In genere accompagnata da una dedica a presa di culo. Es. Qui giace quel coglione che voleva fare il masterone.
  • Crossdresser. Uno o una che fa il motocross vestito fetish,
  • Cucchiaio di legno. Coso con cui si mescola la marmellata.
  • Degradazione. Quando al meteo dicono che farà più fresco.
  • Denial. Negare, anche l’evidenza. Su tutto. Di aver mai detto o promesso qualcosa, di aver mai fatto qualcosa. Se te lo chiedono, sparire in silenzio vita natural durante.
  • Dermoabrasione. Parola riferita ad una che faceva finta di grattarsi in vista di una session. 
  • Desensibilizzazione. Stato sentimentale ad “hoc” per qualsiasi forma di bdsm e di relazione. Meno sentimenti ci metti, più carogna sei e puoi sbizzarrirti.
  • Desperation. Dopo che hai incontrato una desensibilizzata. 
  • Disciplina. Quella che si fa finta di seguire per giocare con chi hai davanti.
  • Dom/inant. Chi crede di avere il controllo. Divin Marchese.  Nel senso di Di-Vin marchese. Famoso rosso della Valpolicella.
  • Dog training. Quando cerchi di far spianare la cagna da un treno. Vedi Training.
  • Dolore. Quello che provi quando capisci con chi esci.
  • Dressed for sex/Vestito/a per fare sesso quei vestiti che non ti fanno più capire un cazzo, da cui testa di cazzo e ti lavorano come meglio credono. Vale per tutti i sessi.
  • D/s: Dopo la Stronzaggine.
  • Elettricità. E’ quella cosa che senti quanto ti piace qualcuna.
  • Eiaculazione vaginale. E’ uno schizzo che non ne sapevate un cazzo se non c’era mastro.
  • Encefaline. Mal di testa che simuli per non compicciare niente.
  • Esibizionismo. Quando ti vanti ma non sai fare nulla ma se lo hai imparato, è perché c’eravamo noi on line.
  • Estasi. E’ quello stato che cerchi e cerchi ma che non trovi mai. E’ conosciuto anche come Estiquatzi.
  • Etica. Che cazzo è sta roba!!!
  • Etichetta. E’ quando ti bollano dopo che ti sei rivelata per come sei davvero. Viene applicata alle stronze più comuni.
  • Face sitting/Sedersi sulla faccia. Uno dei tanti modi per farti stramazzare.
  • Fascia. Te la mettono alle volte dopo il Training.
  • Fetish/Feticismo. Vedi il dressed for sex ma con più diavolerie.
  • Festa. Si fa quando si è applicato tutto quanto qui su uno/a e quello/a non ha fiato manco per respirare. Molto in voga davanti a persone agonizzanti. 
  • Fisting. inserimento di un pugno della vagina o nell'ano. E’ quando ti inchiappettano all’ennesima potenza. C’è anche chi ha usato un TIR.
  • Fire play/giochi con il fuoco. Quando Tizio o Caia non ti serve più, fai una fiammata e addio.
  • Golden showers/ pissing. E’ quando ricevi l’urina per far credere che qualcuno/a ti preme. 
  • Forbici. Per tagliarti le palle con rapidità.
  • Fumo. Subito dopo quello di cui sopra perché non sai a chi rivolgerti per fartele riattaccare. 
  • Gatto dei ladri. Quando ti rubano il tuo animale domestico.
  • Gesso. Te lo fanno sempre dopo il Training. 
  • Ghiaccio. I sentimenti di chi spesso hai accanto. 
  • Giocare. Quello che fa con te la persona di cui sopra.
  • Giocattolo. Quello che sei per la persona di cui sopra.
  • Gioco Di Ruolo. Quella che ti assegna pure un ruolo quando gioca con te. Tipo: sei il mio amore, sei la mia luce, sei il mio master, sei.. etc. etc..
  • Giornale. Dove ti leggono quando ti sei incazzato come una bestia e hai fatto una strage, perché tra tutti ne escono pochi che non sono così.
  • Gogna. Troia imperiale esposta in piazza.
  • Gruccia appendiabiti. Dove ti appendono quando non gli fai più comodo.
  • Hair pulling. Tirare i capelli. In genere si fa con gli uomini, le donne si rasano la topa per evitare che reazioni inconsulte facciano il loro corso.
  • Hnh – Acronimo inglese di Hurt, not harm, “Infliggere sofferenza, non danno”. In Italia è stato prontamente sostituito con “Hurt & Harm”. Insomma, fregatene.
  • Ice/ghiaccio. Il cuore della maggior parte delle femmine.
  • Ice kiss. Quando lei ti bacia.
  • Impalamento. Quando ti inchiappettano con uno strapon leggermente più grosso. 
  • Incaprettamento. Impalamento a pecorina.
  • Infantilismo. Genere di comportamento e stile di vita molto diffuso.
  • Insertions/Inserzioni. Vedi il fisting.
  • Infusione. Stato catatonico dopo il mummification in cui ti mettono a guazzo per estrarre l’olio essenziale di coglione. 
  • Inquisizione. Quella roba che ci vorrebbe a più di una qualcuna.
  • Isolamento sensoriale. Stato di molte, hanno i sentimenti completamente isolati dal resto del corpo.
  • Latex/pelle artificiale  o lattice. Quando ti hanno dato fuoco, alle volte è l’ultima speranza.
  • Leather/pelle. Come sopra ma con metodo più antico.
  • Limiti. Stronzate che si dicono.
  • Masochista. Colui o colei a cui piace provare dolore.
  • Lubrificante. Quella roba che non si usa quando ti inchiappettano. 
  • Magia sensuale. Credere all’isola che non c’è. Manette. Quell’oggetto che hanno tutti e che gli fa credere di fare bdsm. 
  • Maschera. Oggetto che si indossa per presentarsi agli altri.
  • Medical. Quando qualcuno arriva che sei mummificato e finge che sia arrivato il dottore. In genere è il boia travestito. 
  • Mindfucking. Oggetto primario di inchiappetta mento. Seguono a ruota i sentimenti ed il fondoschiena.
  • Mummification. Stato catatonico o di coma in cui cadi dopo che ti sei accorto di come stanno esattamente le cose. 
  • Munch. Gruppo di persone che si riuniscono a monaco di Baviera ma che non sanno il tedesco
  • Pain. Quando t’hanno fatto parecchio male. 
  • Neofita. Stato naturale non riconosciuto da nessuno.
  • MILF. Mother I'd Like to Fuck. Tradotto: mamma che mi piacerebbe scopare. Tipica persona repressa a cui piace mettere in mostra la sua felicità di coppia ma che in genere nasconde un serio bisogno di essere davvero trombata e pertanto disposta a qualsiasi promessa o impegno pur di arrivare allo scopo (con qualsiasi accento sulla prima "o" si legga scopo).
  • Morso. Quello che mi piacerebbe tanto darti. 
  • Oggettificazione. Come in genere ci si riduce in un rapporto bdsm nelle "mani giuste".
  • Padrone. Uomo che ha dei possedimenti di beni immobili incluse sub persone oggettificate.
  • Pedofilia. Adorazione dei piedi. Ah no? Scusate, ho sbagliato.
  • Play Party. un festino di gruppo in ambito bdsm. In genere più donne prendono per il culo lo stesso uomo.
  • Puppy Play. quando lei è talmente brava che riesce pure ad intenerirti.
  • Rack. Raccoglimento Assiduo di Chincaglierie Kiavatorie. Il classico masterone o la mi-stress che ha un assortimento di attrezzi e giochi più grande di un sexy shop ma che si è perso le istruzioni e non sa come usarli.
  • Rosolatura. Coglione cotto a puntino.
  • Rotella di Wartenberg. Ruota di scorta per auto fetish.
  • Safeword. Parola che serve per andare a prendere un caffè dopo o durante la session. In genere non la pronuncia nessuno perché quando arrivi a dirla o sei talmente rotto/a da non aver fiato per pronunciarla o hai talmente i sentimenti a pezzi che non ce la fai.
  • Sensualità e mutualità. Interpretazione alternativa dell’acronimo S/m proposta per un certo periodo e mai entrata nell’uso comune. Appunto! Che ce ne fotte? 
  • Slave. L’hard disk dove hai salvato i tuoi ricordi e le tue esperienze.
  • Sospensione. Quando cerchi di sospendere il tutto nella speranza che il treno si fermi.
  • Spanking. Letteralmente battere. Da farsi con oggetti fatti all’uopo. In genere ci si presenta con un battipanni per poi usare una mazza ferrata.
  • Speculum. Da latino, speculare. Atteggiamento di comodo da attuare nei rapporti bdsm.
  • SSC. Stronza, Sagace e  Cazzona.
  • Switch. uno  o una che prende per il culo a 360°.
  • Tease and denial. Ecciti ma non concludi. Uno dei tanti modi per illudere le persone e farle obbedire al proprio volere. 
  • Trans. Tipo di treno che ti investe.
  • Top. Il posto più alto che trovi al momento per fare spanking soprattutto nella parte finale.
  • Training. Quando non ti resta che fare come in 38 luglio ed invece di un autobus, scegli un treno che sia più efficace.
  • Vanilla.  Quella roba che nessuno vuole e piace ma che poi viene usata per drogarsi o drogare chi hai vicino. Poi si passa allo spanking di nuovo.
  • Weights/pesi. Quanto rompi il cazzo con le tue promesse.
  • Whipping/frusta. Quella cosa che si usa per montare la majonese o lo zabaione. Servono per farti riprendere dopo il mummification. In genere lo prepara chi è talmente sadico che ti risveglia per darti la seconda mazzata.
  • Warm up. Quando accendi il fuoco. Vedi Fire play.
  • Wax play/Cera. E’ sbagliata la scrittura. In realtà C’era! Tu hai sbattuto gli occhi e lei non c’è più. In genere è con un altro.
Nuovi termini, da felife.

  • Acronimi. Tipici incasinamenti statunitensi per far sembrare le cose per come non sono.
  • Brat. Altro nome di brut o brutto/a come la fame ma che con l'inglese tenta di darsi un contegno.
  • Bull. Uno che è riuscito a scappare dalla plaza de toros e cerca di nascondersi prima che gli facciano la festa.
  • Couguar. Un/a morto/a di fica/cazzo che tenta di darsi l'apparenza di predatore.
  • Disciplinarian. Altro modo di chiamare un dom-perignon ma più di moda. Specializzato/a in champagne e botti con i tappi.
  • Doll. Bambolina cretina che non si è ancora resa conto della sua desolata condizione.
  • Edonista. Un/a sociopatico/a a scartamento ridotto.
  • Hotwife. Una che ci tiene a dimostrare quanto cornifica il marito.
  • Furry. Un discendendete di Furia, il cavallo del West.
  • Kajira/Kajrus. Persone con poca fantasia che si rifanno a romanzi per sfrantecarsi i coglioni a vicenda.
  • Kinkster. Un/a che ancora non ha ancora capito cosa cazzo fare.
  • Middle. Un altro/a indeciso/a a vita. Anche nella prossima.
  • Pet. Uno/a che non ha ancora capito la differenza tra un animale ed un uomo (sapiens-sapiens)
  • Primal. Uno/a che crede di essere arrivato prima di te e ti tratta come una ciabatta.
  • Primal prey. Il pregatore primitivo/a. Gente che spara qualsiasi stronzata che gli viene alla bocca pur di rimediare qualcosa. I classici MDF e MDC all'estrema potenza.
  • Princess. Una particolarmente gasata. Nel senso che dopo averle spruzzato nel culo un'abbondante dose di seltz, sprizza bolle e allegria da tutti pori.
  • Rope top/bottom. Quelli che sono rimasti annodati nelle proprie corde e che nessuno si è preso la briga di andare a liberarli.
  • Rope bunny. Coniglio/a che si è annodato da solo/a.
  • Sadist. Sadico che è rimasto solo.
  • Sadomasochist. Come sopra ma gioca allo specchio facendo un solitario.
  • Sensualista. Classico bischero che non ha capito che é la stessa cosa vuota dell'edonista ma che ancora non se n'é reso conto.
  • Swinger. Uno che voleva dire singer, cantante o altresì la nota macchina da cucire per chiudere la bocca ai rompicoglioni. In genere sono i soliti che confondono Bondager con rigger, GDR per SM, Bondage per Rope bondage e via così. 
  • TNG. The next Generation. Come confondere Star Trek con il SM a conferma che certe robe spaziali sono parecchio bone.
  • TGA. The Golden Age. Gente che crede di essere nell'età d'oro come se tutto il resto del mondo fosse nella cacca più totale. 
  • Vanilla. Noto gelato.


Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)