Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

venerdì 12 aprile 2013

Nessuno si ricorda come si fa a parlare con qualcuno


Le notizie tristi capitano a fagiolo? Ecco, anche le altre. C'è sempre un filo conduttore per un certo periodo più o meno lungo.
Quindi

yyyyyyyyyyy: Ce l’hai Facebook? E non ti scrivono.
Mi dai il tuo numero? E non ti telefonano.
Ce l’hai mica Whatsapp? E non ti cercano.
Un’e-mail? Skype? MSN? Puoi dar loro tutto, non vi sentirete lo stesso. Il motivo? Hanno inventato tutti questi modi per comunicare, ovunque tu sia e in qualsiasi momento, tanto comodi in teoria quanto inutili nella pratica. Perché il problema vero è che nessuno si ricorda come si fa a parlare con qualcuno.
Non mi piace più ·  · 8 minuti fa · 
A te e altri 2 piace questo elemento.

xxxxxxxx
7 minuti fa · Mi piace · 2

Mastro Desade: posso usarla nel blog? 
circa un minuto fa · Mi piace · 1

yyyyyyyyyyy: ho rubato anche io 
circa un minuto fa · Non mi piace più · 2

Esatto. Nessuno sa più parlare. Uno scrive qualcosa, quell'altro lo piglia in modo personale e nessuno parla. S'incazzano subito e fanculo. Già, perché anche un'incomprensione ed i fanculi alle volte aiutano a comprendersi sempre che si parli.
Così tra i farlocchi ci sono pure questi, quelli che non sanno parlare e vogliono una relazione di letto :D.
Mah!!!! :D

giovedì 11 aprile 2013

Italiane, mah!

Quando sei libero non va bene perché sei libero allora sei sfigato. 
Non frega a nessuno se ci pensi 10, 20 volte prima di impegnarti con qualcuna che poi credi che sia parte di quel 99% dei farlocchi che si trovano on line. Ci pensi perché sai che prima di tutto le chiacchiere non fanno farina. Tutto è interpretabile: una frase, un commento, un'azione, può essere letto reciprocamente in 1000 modi diversi così aspetti di capire e di conoscere. Aspetti che si approfondisca la conoscenza prima di buttarti ma sei sfigato.
Se ti butti contemporaneamente con 4 persone sempre per capire chi tra le 4 non sia una farlocca, allora sei un puttaniere. Stai con le zampe nella marmellata con troppe. Meglio evitare.
Se sei occupato e hai una partner bisex, allora chi cerchi è solo e sempre una seconda. Qualcuna che si sente sempre un incomodo, una da chiamare quando c'è l'altra.
Se chiami una coppia allora l'altro che non sa un cazzo di bdsm, vuole mettere bocca e non si fa bdsm ma solo sesso in 4.
Se hai una partner etero curiosa bisex, allora s'incazza perché se gli presenti un'amica gay o bi che già conosci, non va bene perché significa che hai slurpato l'amica prima di lei e seguiterai a slurparla anche dopo. Non gli frega un cazzo se l'amica durante l'incontro non la tocchi manco con un dito, è gelosa lo stesso.
Si hai una partner etero e gli vuoi comunque far fare il passo, non va bene perché lei è etero e li rimane. Poco importa che pure io sia etero e che me l'hanno fatto fare, poco importa che se avessi da gestire un uomo, non cambierebbe di una virgola. Chiamerei un'amica armata di strap o un amico gay per fargli provare questa situazione. Discutono anche del perché ed hanno ragione loro.
Se leggono qualcosa di tuo, non chiamano e ti chiedono spiegazioni, semplicemente leggono quello che vogliono, decidono secondo il loro punto di vista dimostrando solo un'immensa superficialità. Con il telefono super moderno, magari un Iphone ci fanno pure il caffè ma te non ti chiamano manco a morire. Evitano a tutti i costi il confronto e mi viene da pensare che abbiano veramente paura di dovere affermare a loro stesse di aver sbagliato valutazione. Sbagliare non è femminile, non in italia. Sbagliamo sempre noi.
Ci sono quelle che si presentano pure come bisex convinte poi all'atto pratico, quando c'è un'amica che volentieri partecipa, si rifiutano sul più bello, mandando a puttane la serata.
Ci sono pure quelle che arrivano all'incontro, novizie, ma si innamorano di un ideale senza aver vissuto una mazza e non sanno gestire la cosa, pertanto scappano a gambe levate.
Ci sono quelle che ti chiamano a cui piace tanto fare questo e quell'altro, che non considerano la fisicità ma che poi della fisicità ne fanno un must.
Ci sono quelle che confondo i giochi di ruolo con il bdsm e seguitano a descriversi miss o sub a seconda della posizione sessuale che assumono durante una scopata. Gli basta che il/la partner o loro stesse mentre lo fanno, pronuncino la frase "si padrone/a".
Ci sono quelle che hanno capito tutto da internet e che scopano senza protezioni a destra e a manca rischiando la pelle del marito o del partner senza rendersene conto. Fare bdsm protetto non piace a nessuno ma hanno uno stile di vita così pericolo che è meno rischioso sdraiarsi dietro una curva coperta su una strada ad alto traffico di TIR che farsi tirare un pompino o leccargli la fica.
Ci sono quelle che se sei troppo più grande non gli vai bene perché è l'età anagrafica, non il cervello che conta.
Ci sono quelle che non gli vai bene perché sei sposato, convivente e loro lo vogliono libero. Assolutamente libero ma non gli frega se poi se ne slurpa 4 a settimana e seguitano a fare incontri non protetti.
Ci sono quelle che vedono il bdsm a modo loro, che cercano il compagno per la vita (24/7), e non capiscono perché non funzioni per lunghi periodi. Provi a spiegarglielo ma hanno ragione loro sempre e non ci sentono, proprio no. Forse credono che lo fai per "approfittare" di loro, di fargli cambiare idea comunque, non so. Sta di fatto che comunque loro pensano che saranno capaci di far andare l'acqua in su sfidando la gravità e regolarmente si fanno un male cane. Si fanno miracoli, non l'impossibile.
C'è altro? Sicuramente si ma non mi viene al momento. Sta di fatto che questa non è polemica o rabbia ma solo semplicemente quello in cui "sbatti" quando parli con qualcuna. Alle volte ci vogliono anni perché capiscano a forza di musate e poi tornano ma la cosa buffa è che quando tornano vorrebbero pure che le stessi a sentire di nuovo.
Non c'è modo di cambiarle, è caratteriale. Avranno ragione comunque su altri aspetti non affrontati e ricadranno nello stesso errore perché anche questa è esperienza e quanto già successo. Capita sempre, non c'è modo di cambiare qualcuno se non vuole cambiare pertanto questa non è rabbia, non è diffidenza e manco polemica, è semplicemente quello in cui "sbatti" giornalmente e quanto fa del 99% delle persone a cui ti rivolgi o ti contattano, degli emeriti farlocchi.
Buona giornata gente :D
MDS

Ah, dimenticavo. Ci sono pure quelle che sei troppo lontano e che se non gli vai sotto casa anche se abita a qualche km, non sei abbastanza uomo o non si sentono sufficientemente adulate come se fosse solo così che puoi dimostrare l'importanza di una persona.


martedì 9 aprile 2013

Volare ohoh

Ogni tanto faccio un post che non c'entra niente con il bdsm e questo perché credo di non avere la testa fissata sul "sesso" e basta. Mi piacciono le scienze animali, la biologia e l'evoluzioni delle specie.
Così mi piace capire cosa siamo e da dove veniamo e perché. Se la vita del nostro pianeta fosse un giorno di 24 ore, noi saremmo arrivati qui solo un minuto prima dello scoccare della mezzanotte. Quindi sono successe un sacco di cose nel frattempo e ogni tanto la terra "sputa" fuori delle piacevoli sorprese.
Velociraptor del film Jurassik
park
Jurassik Park è uscito da poco tempo in fondo ma da quel film ad oggi, si sono fatte tante di quelle scoperte da far cambiare totalmente il nostro modo di pensare e di rappresentare i dinosauri.
Velociraptor
il Deynonichus,
Intanto il famoso velociraptor rappresentato ne film, non era così. Era grande quanto un tacchino ed anch'esso piumato. Le piume corporee servivano probabilmente per una regolazione termica, quelle degli arti anteriori per la riproduzione e per la caccia. Stendere le "ali" anteriori, facilitava l'inseguimento della preda. Cacciavano in gruppo e quell'artiglio sugli arti posteriori, serviva per squartare le vene del collo della preda ed ucciderla. Dimensioni e forza, non erano sufficienti ad aprire la panza delle prede come si diceva nel film  e più probabilmente il dino in questione era uno della stessa specie ma leggermente più grande, il Deynonichus, anche questo con tante penne. Di alcuni non sappiamo il loro colore, di altri si. Il punto della questione però è che si credeva che l'anello di congiunzione tra i dino e gli uccelli fosse l'archearopteryx litographica ma anche questo è del sott'ordine dei dromeosauridi, tutti del gruppo dei therapoda (tre dita), tra cui pure il t-rex. Come dicevo, recentemente sono stati trovati in cina dei reperti di grande valore che ci hanno permesso, in alcuni casi, anche di vedere le piume, i pigmenti delle penne e risalirne al colore. Sono fra l'altro molto simili a quelli degli uccelli moderni. C'è da sottolineare un fatto: non è che in Cina sono più bravi di noi a scoprire dinosauri ben conservati. La qualità del ritrovamento, dipende dalla "finezza" dei sedimenti in cui sono rimasti avvinghiati e trasformati in fossili. Queste condizioni si sono trovate per ora, solo in alcune zone di quel paese.
Il microraptor
Epidexipteryx ui


Così sono "usciti" l' Epidexipteryx ui (2008), coperto di piume e con quattro appendici caudali a forma di penna ad uso riprodttivo. E' uscito il microraptor (video bbc), ma che l'analisi al microscopio elettronico ha permesso di stabilire il colore delle piume molto simili a quelle dell'attuale corvo. L'analisi del teschio evidenzia inoltre che i denti hanno una scanalatura molto simile a quella dell'heloderma (messico), e la presenza di una ghiandola velenifera. Sembra sfatato il fatto che i dino, fossero sprovvisti di veleno. Secondo le ipotesi più attendibili, sembra che il microraptor fosse in grado non solo di planare come si vede nell'animazione della bbc, ma che potesse fare dei brevi voli come il pavone o i fagiani.
Eosinopterix brevipenna.

Quest'anno è uscito fuori un altro fossile particolarmente interessante. L'Eosinopterix brevipenna sempre dalla Cina. Tra i terapode ci sono altri dino provvisti di penne tra cui anche progenitori del t-rex. Pur non avendo prove che il più famoso e terribile predatore mai apparso sulla terra avesse delle piume, sembra quasi improbabile che ne fosse sprovvisto. Si pensa che per lo meno ad un certo stadio della vita, il t-rex fosse un pennuto magari al momento della nascita o che ve ne fossero rimaste un po' a fini riproduttivi.
Insomma il pollosauro non è una fantascienza anzi, sembra sempre più probabile se non certo, che tutti i volatili che si trovano in giro o che si sono estinti a causa dell'uomo, siano tutti discendenti dei dinosauri che popolavano la terra 65 milioni di anni fa e che la modifica più importante, sia quasi e solo, la perdita dei denti. Nel cretaceo vi erano già terapode predatori provvisti di appendici ossee a forma di becco quindi niente di strano che qualcuno di loro sia giunto fino a noi, sopratutto tra i più piccoli. La natura spesso supera la nostra più fervida immaginazione. 

Fonti
wikipedia
ed altri

domenica 7 aprile 2013

Squirting III


"Has anyone else found that the more they squirt the less intense the orgasm is? If I squirt buckets, it will be a really small orgasm (which is a bummer, so I usually choose not to). It is as if the tension that builds up to an orgasm gets diffused by the squirting. And that's surprising because it always feels as though it's going to be amazing and explosive, but then it's not. So, I usually prefer not to squirt. Is there any way to get the amazing orgasm and the squirting together? I have experimented with both squirting ahead of orgasm and during orgasm, but it doesn't seem to make a difference. By the way, I'm aware that many women say squirting creates the most amazing orgasms of their lives. I've also heard from a couple of women who say it doesn't. But I seem to be the only one who has such a marked reciprocal reaction. Thanks!"


Questa è la domanda e spero che ne capiate il senso visto che è in inglese ma siamo a tre. Intanto premetto che come al solito, tutto quello che viene messo in rete può essere interpretato a seconda di come ci si sente e conseguentemente alle esperienze di vita.



Non c'è nessuna relazione tra la quantità di fluido che esce durante uno squirting e l'intensità di un orgasmo che non ci può manco essere.

In altre parole si può squirtare senza venire o squirtare avendo orgasmi blandi o addirittura nessuno!
Non dovete cercare la quantità di fluido, dovete cercare la qualità della stimolazione. Così come non dovete cercare una trombata ma una qualità di una trombata! Non so come altro dirlo, forse dipende dal fatto che sono così bravo a scrivere o che c'è un limite del mezzo al quale il mio modo non si confà e da adito a male interpretazione o irruenza. Nu!
Voi dovete fottervi di quanto fluido esce. Possono essere poche gocce a qualche dl. Fottetevi di tutto, pensate al massaggio al G che sia fatto con appositi stimolatori o con le dita o con quel che capita. L'importante è che sia fatto bene. Non vi soffermate su quel che credete, c'è da fare uno o due passi in più oltre a questo.
Se una donna non è rilassata non ci arriva. Ci sono due limiti il primo è quello psicologico  il secondo è quello fisico. I dotti uretrali si bloccano durante l'atto sessuale quindi o si espelle quello che c'è nell'uretra vaginale o la contrazione può solo fare espellere i succhi che si formano in vagina. Entrambi sono espulsi tramite le contrazioni muscolari.
Si può forzare il blocco dei dotti con la vescica piena o tentare di farlo ma non è detto che riesca. Alle volte ci vogliono anni perché si formi uno schizzo nonostante tutto.
Il buon sesso non è un ci si vede domani o un contatto che ti chiama quando ha tempo. Deve nascere una conoscenza profonda perché questo stato d'animo rilassato si formi, ci sia fiducia, ci si capisca. Ci deve essere intesa. Quel che si scrive qui, lo ripeto, è solo frutto di indicazioni e senza una "relazione" profonda non si arriva o quasi da nessuna parte. Nessuno di noi è un attore porno che dice "ora si scopa", ci si spoglia e via.
N-o-n f-u-n-z-i-o-n-a c-o-s-ì!

Sempre e solo dalla mia esperienza uno squirt provoca un orgasmo molto intenso. La sensazione descritta è come se ti volesse uscire la fica dal corpo e volesse esplodere. Il risultato è SEMPRE, il corpo che si scuote senza controllo per diversi minuti dopo l'orgasmo.
Posso mettervi due video per farvi capire la differenza sempre che nessuna delle due simuli o meglio, la prima lo fa quasi di sicuro nonostante il getto, la seconda no. L'effetto fisico, difficilmente simulabile deve darvi l'idea della riuscita della vostra azione.
Che poi siate capaci come me, di fare un massaggio dal g dal lato b, questa è un'altra storia :P


venerdì 5 aprile 2013

Quando finiranno gli scemi in circolazione?

Non ci arrivo proprio. Anche sta settimana è passata con amici o amici di amici morti. No, non sono io che porto sfiga. Qualcuno se ne è andato per limiti di età, qualcun altro troppo presto e che aveva una vita davanti.

Così passi le giornate a ripensare a quello che è successo, a quello che è stato e non sarà più. Cerchi affogare il tutto con un post e ti ritrovi con quelli rimasti a chiacchierare del più e del meno. Ti capita di parlare con qualche amica, dei soliti farlocchi che si trovano on line, delle disavventure che spesso capitano sulla rete e sul fatto che effettivamente qua di persone serie ce ne sono poche. Si sa, quando si parla di cose tristi o che non vanno alla fine si fa a chi se le racconta più grosse. Cosa nuova? No, assolutamente. Qualcuno di voi ha una media superiore al 99% di farlocchi?


Certo, come dicevo all'amica (senza nomi, come al solito), qui non gli frega un cazzo di nulla  a nessuno. Non gli frega dei problemi familiari, non gli frega di come vanno le cose in casa, chi sei, come pensi, che fai nella vita insomma il tutto tondo. Qua l'unica cosa importante è se sei maggiorenne e vaccinato/a e se trombi. Se non trombi, nulla da fare. Me la dai? Si, no. Ma quando me la dai? E sbrigati a darmela, subito che non ho tempo da perdere. Se sei un po figa allora ci perdono tempo,  eccome se ci perdono tempo. Così la discussione è andata avanti fino al catastrofismo naturalistico e mi manda sto video che sto riguardando. Già, quando ti capitano le giornate così, c'è poco da fare. Il video è questo ma non c'è il codice da incorporare, quindi guardatevelo se vi va. E' molto scenico  e visto che ci siamo, guardatevi pure la wr104 e che a primo tiro, avevo sbagliato a classificare come wr140.

Beh, wr104 è qualcosa che potrebbe veramente friggerci o lo sta già facendo. Forse è già esplosa e non lo sappiamo, forse c'è una bel fascio super concentrato di microonde che ci farà arrosto.  Per la cronaca, è nella costellazione del Sagittario. Casualità che Sagittarius in latino significhi arciere e che questa ci punti contro il suo prossimo fascio esplosivo?

Sempre per la casualità di una mail, i pensieri tornano a città che non esistono più come erano prima. Osoppo, Gemona, L'Aquila. Questa è vita non sono farloccate porca paletta e se avete dei problemi a capirlo, pace, il mondo è pieno di imbecilli.


Però il punto non è questo, non è il catastrofismo, la tristezza, il pensare che tutto ha una fine e che ci sono giorni che la vita te lo ricorda e quando commenti ti senti triste dentro, perché quello è morto, quell'altro sta male, quell'altro è  in spedale e la gente seguita a sbattersene le palle e tira dritto.
 Il punto è che le persone sono sceme, punto  e basta! Perdono tempo a scrivere stronzate di come godono, di quante mani prendono dentro, di quanti e come si sono scopati invece di alzare il telefono e chiedere spiegazioni. Già, quelle si dovrebbero dare in privato, quello che si legge qui, è solo roba per tutti. Niente sentimenti, niente vita, solo "facciata". Tutto spersonalizzato e generalistico, per lo meno per me.

Se scrivi una cosa del genere su un blog di qualcuno, c'è sempre qualcun altro che siccome ha commentato, prende tutto come personale e si sente coinvolto. Ecco perché bisogna dare tempo alle persone fino a che non si rivelano per come sono. Egocentriche, sempre al centro dell'attenzione che credono che il mondo giri intorno a loro perché sono belli, perché sono fighi/e, perchè semplicemente ci sono e tutto gli è dovuto. Credo che ste puttanate avvengano per carattere perché si preferisce l' io al dialogo ma questo è il quanto. Pertanto pfff, meglio evitare di programmare anche un caffè con certe "cose" che non capiscono manco se provi a spiegarglielo. Semplicemente non vogliono, non possono. Formichine Geriatriche.

giovedì 4 aprile 2013

Strap on

C'è qualcosa che veramente non dovrebbe mancare a nessuno e che non è assolutamente possibile o quasi da costruire in casa?
Si. Lo Strap-on. Questo è un oggettino veramente particolare che si dovrebbe avere ma che deve essere comprato con assoluta oculatezza. In primo luogo c'è la forma della mutandina. Tanto più vi saranno legacci regolabili e robusti, tanto più questo starà fermo durante i movimenti.
Pertanto la taglia, la regolazione e la robustezza, sono da provare prima dell'acquisto o comunque, di seguire i consigli di un negoziante piuttosto che comprarlo on line.
In secondo luogo vi sono la forma e le dimensioni del fallo che volete usare e lo scopo per cui lo comprate. Ovviamente è difficile che si possa spendere un capitale ed averne uno per ogni uso. Per la fica, per il culo, strap on a doppia testa che vada nella fica di chi lo indossa e l'altra nella fica o nel culo di chi lo subisce.
Per ultimo c'è da considerare il materiale con cui è costruito. Ve ne sono alcuni in pvc che hanno poca flessibilità. A me piacciono molto di più quelli in lattice per diverse ragioni. Il calore ed il realismo, oltre che essere meno rigidi.
Chiaramente che siate un master o una mistress, credo che vogliate far provare a chi lo subisce, qualcosa di robusto. Insomma, non che si arrivi ai super fallus dei porno attori ma che superino la media dei cazzi che gli uomini comuni hanno in dotazione.
Quindi a parità di diametro, vi conviene sceglierne uno che sia decisamente più lungo di un cazzo reale, sufficiente da permettervi (se chi lo indossa è una donna), di afferrarlo con una mano e spingerlo nella direzione giusta se si tratta di una scopata in fica e di mantenere la presa durante una penetrazione anale di culetto non elasticizzato o per lo meno per i primi minuti.
Adesso vi direte, ma perché un master deve usare uno strap on? Sveglia! :)
Gli strap on a cinghie possono essere facilmente montati sopra un cuscino, potete facilmente simulare una doppia penetrazione e sostituisce facilmente un sybian magari legando la partner in ginocchio.
Può essere utile nel caso di forzatura al sesso gay e che comunque mette a disposizione un secondo cazzo senza che vi sia anche la testa che cerchi di prendere il vostro posto. E' difficile avere a disposizione una partner figuriamoci tre che non abbiano a dire la loro. A letto sarebbe un caos senza prima aver chiaro chi gestisce chi e come.
D'altra parte potreste pure essere un top a coi piace sentire qualcosa dietro, che sia strap o strumento per la prostata o che siano dita di lei, questo piacere può essere risolto rimuovendo il fallo dalla mutanda o dalle cinghie o semplicemente usarlo a mano.
Se siete invece due donne o una miss, beh, il fallo doppio sicuramente aiuta a far provare piacere a chi lo indossa per chi ama il coinvolgimento.
Buon divertimento e come al solito, questa è solo la mia esperienza, prendetela con le molle, divertitevi, rispettatevi e tenete sempre presente la sicurezza del vostro partner.