Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

sabato 12 marzo 2011

Monsieur Plaisir

Monsieur Plaisir, chi è questo signore?


E' il vero padrone assoluto della scena. Colui che unisce e fonde anime, pensieri, desideri, passioni, fantasie e le trasforma in una corruttibile realtà.
Monsier Plaisir è una persona che non esiste eppure è costantemente accanto a noi, è quel signore che da il sapore alla vita e che rende ogni attimo eterno ed irripetibile, quello che scrive nel cuore e nell'anima a fuoco il tuo nome. Il tuo vero nome.
Lo so, è tutto personale, ognuno di noi si raffronta a Monsieur Plaisir in modo diverso ma c'è un filo comune come un percorso principale che ci unisce tutti.



Ci spogliamo di sovrastrutture scavando dentro di noi e a piccoli passi andiamo e passiamo quella porta che separa la vita di società pubblica per entrare in quella "oscura", privata, fatta di paure e di desideri spesso inespressi.
"Cosa penseranno di me se sapessero?"


Quante volte ce lo siamo chiesti, quante volte temiamo il giudizio degli altri che si rifletta negativamente sulla nostra vita lavorativa e sociale? Tante, troppe. Viviamo in una società bigotta dove il piacere è conformismo ma il nostro Monsieur Plaisir è un vero bastardo. Ci strappa l'anima, ci stravolge dentro. Rende eccitanti spesso cose che ad un primo impatto ci fanno schifo. La paura, la sofferenza, il dolore, l'esibizionismo, l'anticonformismo, la voglia di estremo, il sentirsi annullati e non pensare ma solo sentire, sono le azioni reali di Monsiuer Plaisir. 

Noi che "controlliamo", mai abbiamo "quel" controllo sul bottom. Noi possiamo solo cercare di controllare Monsiuer Plaisir e trasformare il sesso in erotismo, una frustata in piacere per chi la riceve, un'asta alla meno di una serata di bsdm-sesso-esibizionismo, in altrettanto erotismo sicuro (SSC-sano sicuro e consensuale, coscienti del RACK e per il quale abbiamo preso tutte le preoccupazioni del caso). Abbiamo "abilmente" nascosto il rischio, l'abbiamo trasformato in timore e poi ancora di nuovo in eccitazione. Noi non controlliamo il bottom, controlliamo la scena per il bottom. In questa sta tutta la nostra abilità. Fintanto che Monsieur Plaisir rimane accanto a noi e ci suggerisce costantemente nuovi giochi e nuove situazioni noi siamo il Dio e la sua ancella, il piacere assoluto e non egoistico, la più bella realizzazione che rapporto possa costruire. Noi siamo uno.

1 commento:

  1. Il piacere nasce nella mente prima che nel corpo. Ora molti master sostengono di voler iniziare un percorso con me prima dominando la mente e poi il corpo. Solo che finisce che non fanno che parlare di questa o quella cosa che gli piace fare, se gli piace magra o grassa, se deve esser bionda o mora,.....alla fine nessuno si interessa alla mia mente. Ma allora perchè lo dicono tanto in giro che vogliono dominare la mente se non si prendono nemmeno la briga di sapere cosa c'è nel mio cervello? Il piacere nasce lì, anche dalle fantasie che una schiava ha e che vuole realizzare. Stanno molto attenti a certi particolari fisici e poi si perdono la profondità dell'essere.
    Io non ho un ideale di padrone, per me il suo fisico può essere qualunque, a me interessa e affascina una persona per come è dentro, e non fuori,e se mi colpisce allora posso abbandonarmi e farmi prendere del tutto, e farmi dominare.

    RispondiElimina

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)