mercoledì 23 dicembre 2015

Cipolle


Quattro anni fa con il movie maker feci tra gli altri, questo video. Riguardandolo non è un gran che ma la qualità delle gifs e tutto il resto è cambiata nel corso degli anni in meglio.

Non sono un gran fan degli U2, qualche canzone ma questa si. Mi piace il ritmo, la musica e mi piacciono le parole e pure il titolo.

Orgoglio - Nel nome dell'amore. Eppure sono immagini "pesanti", forti, spinte. Mi piaceva e mi piace quest'associazione tra l'estremo e la dolcezza, tra la passione e la serenità. Qualcuno se ne accorge e dice:
XXX: "Credo di capire quale sia il tuo confine. E' la cura ma dell'essenza, della delicatezza e di una parte di inviolabilità che io penso sia preziosissima. Sbaglio?"

MDS: "No :)"
XXX: "Quelle pratiche che hai elencato, sono pratiche che superano l'inviolabilità dell'essere".

Appunto. C'è un confine ben preciso che non si dovrebbe MAI superare ed è proprio quello li. Il rispetto di cui mi sono tanto riempito la bocca, le incazzature con cui tizio e caia prendono per il culo un altrettanto tizio e caia così, per farsi una montata. Così per divertirsi oltre che alla tua inviolabilità prendono qualcosa di molto più prezioso, il tuo tempo. Un tale, che non so chi sia, ha scritto sta roba che io ho ribadito nei post ma che è ben sintetizzata: "La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo. Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo. Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un'ora o una vita." David Grossman

Il tempo che hai dato a qualcuno che non se lo è meritato non te lo rende nessuno. E così sempre parlando siamo arrivati ad una similitudine che ci calza a pennello.

Le persone sono come le cipolle, più togli bucce, più vai al cuore. Il cuore è indifeso altrimenti di che cosa avrebbe bisogno se non di strati protettivi? Ecco, quando ci arrivi e lo rovini, rischi se tieni due cipolle, di rovinare anche l'altra. Ne butti via una per salvare l'altra? Va benissimo, il guaio è che le persone non sono cipolle (cit. parafrasata da "Fanteria dello spazio" (1959) - Robert A. Heinlein). Alle volte le puoi pure perdere entrambi che minimo, minimo siamo in due.
C'è un'altra cosa importante. Se tu hai buttato via la cipolla che ti ha permesso di crescere e di cambiare, di conoscere te stessa, di evolverti in meglio, cosa credi che con l'altra sei allo stesso punto? Il cambiamento, il miglioramento dipende sempre dalla cipolla che hai nell'orto non dall'orto. Sei tu che coltivi quell'orto ed il sapore cipollesco nel momento in cui la butti via, lo perdi completamente senza ma e senza se. Nessuno può rendertelo. Preparati a passare una vita con il ricordo di una cipolla che non potrai mai più avere. Questo vale per me e per voi tutti. Prima di muoversi, prima di coinvolgere persone e ortaggi, credo che convenga pensarci, non una ma 10, 100 volte.

Le implicazioni del bdsm sono molto profonde, raggiungono strati nascosti dell'animo umano a meno che non si tratti solo di divertimento. Questi sono solo piccoli esempi che come al solito metto in pubblico ma non ne rivelo il contenuto più intimo. Non voglio assolutamente che la solita manica di stronzi/e li utilizzi per fare male a qualcun altro solo per divertirsi. Pubblico stralci di conversazioni complesse e di vita interiore. Piccole finestre e per guardarci dentro bisogna esserci ed essere responsabili di quello che si fa. Non posso dare fucili carichi a qualcuno che se poi li usano io vado a cercarli ma ne risponderanno comunque. Pssss sta a vedere che un colpo di culo l'ho avuto davvero. :)
Meditate :) 


Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)