Cerca nel sito per parole chiave: inserisci argomento e cerca

lunedì 5 ottobre 2015

Mind fucking un paio di @@

Buon giorno a tutti.
Beh, ieri sera m'hanno chiesto qualcosa sul mind fucking come se ci fosse bisogno anche di questo al momento.
Non se ne parla nemmeno. Volete farvi fottere la testa o fotterla a chi è con voi? Prendete un bel didlo, ve lo infilate in un recchio e ci date dentro fino a che non entra tutto. Mi raccomando, non vi fermate.
Avreste veramente rotto completamente le @@ con questa roba quando manca veramente l'abc delle relazioni umane. Quotidianamente ricevo contatti per poi vedere gli stessi atteggiamenti del cavolo quasi come se foste fatti con lo stampo.
Le solite cazzate del tipo: tu sei una persona che stimola la topa dalla testa. Mi piacerebbe approfondire e sono il primo a farlo ma poi non c'è niente. Ogni pratica, ogni relazione, parte dalla testa e se la testa non è giusta, non c'è nulla da fare. Non mi piacciono gli elenchi, non mi piace fare i nomi nonostante tutto ma la lista di persone è quasi vuota, la lista di teste vuote invece, è lunga  a dismisura. C'è chi guarda solamente o quasi all'aspetto fisico e sono storie destinate a morire in partenza. C'è chi crede che le situazioni nascano invece da una semplice scintilla e pure queste hanno vita breve. Ne avevo già parlato qualche anno fa ne il fuoco e la candela eppure è stato scritto nel 2012. Sembra veramente alle volte di parlare con una massa di poerelli tipo porcellini salvadanaio con tre monete dentro che quando li scuoti, poi si sente solo rumore.

Estratto:
ci vuole coerenza altrimenti la fiducia non si svilupperà mai.
ci vuole fiducia altrimenti non si riuscirebbe a donarsi.
ci vuole calma e non avere fretta che il giudizio immediato alimenta decisioni affettate.
ci vuole pace con se stessi altrimenti questo si rifletterà sul partner.
ci vuole comprensione verso il partner altrimenti tutto si trasformerà in egoismo.
ci vuole sincerità altrimenti le bugie o le cose non dette si trasformeranno velocemente in incomprensioni.
ci vogliono pochi limiti perché i limiti spesso diventano dei paletti insormontabili.
ci vuole rispetto altrimenti ogni gioco diventerà abuso.
ci vuole intesa che altrimenti tutto quanto detto prima non si incastrerà mai.

Non ci sono anelli più importanti degli altri. Provate a immaginare questa cosa come una catena in cui ogni ci vuole sia un singolo anello. Toglietene o spezzatene uno, ed il risultato è sempre e solo la rottura della catena o una più corta. Insufficiente a mantenere sana, sincera e valida una relazione. Com'è che sono avvenute le grandi stragi e guerre dello scorso secolo? Semplicemente perché alla gran parte delle persone, non gli fregava niente delle conseguenze. Si prende un ebreo, si mette su un carro bestiame, si porta in un campo di concentramento, se non serve si ammazza, altrimenti si fa lavorare fino a che non muore. Semplice. Al capotreno non importava un cazzo di chi metteva sul treno, l'importante era il treno. Alle guardie non importava che fossero persone, erano solo numeri. Cose da sfruttare. A chi pensava alle camere a gas, era importante l'efficienza delle medesime, non chi ci finisse dentro.

Non è un paragone leggero quello che sto facendo perché parlo di cose di estrema gravità che il genere umano si è macchiato nel corso del tempo. Parlo di questo perché abbiamo ancora nella memoria quanto è successo ed il principio rimane sempre lo stesso. Fare qualcosa per il quieto vivere e da questo quieto vivere trarne il massimo vantaggio qualsiasi cosa sia.
Noi non abbiamo bisogno di ricordare solo le stragi attraverso i musei o giorni del calendario. Abbiamo bisogno di CAPIRE perché succedono queste cose, perché questo genere di comportamento non viene aggredito e cambiato attraverso l'educazione della persona o la sensibilità dell'anima. Tipico italiano è discutere delle situazioni singole ed è sbagliato. Tipico anglosassone è quello di non mettere mai in discussione il principio se questo è giusto. E' lapalissiano il non comprendere come se il principio è valido, ogni situazione che è al di fuori di questo, diventa sbagliata. Avete votato in 5 alla data di oggi al sondaggio sull'anima. In fondo, cosa importa? Se siete dei materialisti e credete che vi sia solo un meccanismo fisiologico alla base, allora leggete Bruno Fedi ad esempio in questa sezione del libro: "Emotività Animali: Ricerche e discipline a confronto". In merito ne avevo parlato anche nell'articolo "percorsi evolutivi e relazioni" e non sposta il problema di una virgola. Se l'anima è la complessità di sentimenti proprio di un ragionamento cellulare ed intesa anche come "morale ed etica", allora siete dei materialisti puri, altrimenti potete pensare ad un dio o a una forma di sopravvivenza della medesima dopo la morte. Oddio, alcune branche scientifiche attuali come la fisica quantistica e la teoria delle stringhe, potrebbero addirittura confermare il quanto ma di nuovo, non ci si sposta di una virgola.

Cominciate ad essere migliori di una fica che si eccita, di una cosa che si eccita e ha bisogno di essere se stessa in una relazione bdsm per poi scoprire il pochi minuti che l'importante era mantenere lo stato di cose non quello di crescere. Senza crescita non esiste miglioramento, senza evoluzione, non esiste crescita e non è il comma 22, è semplicemente il quanto che vi piaccia o no. Che poi alle volte dietro ad un evoluzione ci possa essere anche uno strappo col passato e che possa anche essere traumatico, su questo non discuto. Sta di fatto che se avete costruito una VERA relazione è in questa che troverete la forza ed il coraggio di spostare la vostra vita in altri luoghi, preferibilmente migliori di quelli che avevate. Ripeto ancora: "E' bello morire ciò in cui si crede. Chi ha paura muore tutti i giorni, chi non ha paura, muore una volta sola." Ec. E' Paolo Borsellino non G. Falcone.


Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)