domenica 2 febbraio 2014

Perché


Domanda appena arrivata in privato. Chiesto il permesso di metterla sul blog e quindi forse è giusto che mi rivolga in modo diretto anche anonimo.
"Questo è un legame diverso, è totale, assoluto, profondo e completo. Qui non esiste vera vergogna, non esistono bugie o false verità. Qui esiste il tutto o i niente se niente è. Tu non andrai mai a chiedere a tuo marito di farti sentire quello che tu hai chiesto a "me" (leggasi al tuo master, e che cazzo), e nessun altro lo fa. Se il legame si costruisce con sincerità, fantasia, perversione, condivisione, sensibilità, cognizione di quello che si fa in modo da non mettere in pericolo nessuno, intesa e amore, allora nasce qualcos'altro che lo rende completo, finalmente vivo e vero: l'appartenenza."

Perché, secondo te, non si va a chiedere al marito di farti sentire quello che tu hai chiesto a te? Perché? Perché? Perché?
Come si fa a costruire un legame che non mette in pericolo nessuno, no mette in pericolo l'intesa e l'amore (verso altri, immagino)? come si fa a tutelare me, in primis, te, che sei l'altro della coppia e gli altri eventuali partners? sembra contraddittorio.
Perché, se con te riesco a stringere un legame diverso, totale, assoluto, profondo e completo, non posso chiamare questo legame amore? Che qualità avrebbe l'amore di più di un legame diverso, totale, assoluto, profondo e completo?
Immagino che tu sia riuscito a costruire questo legame qualche volta in vita tua, spero più di una e spero anche che adesso tu sia in uno o più legami del genere. però li distingui dall'amore PEEEEERRRRCCCCCCHHHHHHÈÈÈÈÈÈÈ?????

Dura è. Ci provo. Perché tuo marito non è in grado di portarti sulla luna, non ne ha i mezzi che qui sono legati alla situazione oggettiva. Andresti da un idraulico a farti fare una puntura endovena? Non credo ma sempre di liquidi si tratta. Il rapporto SM ha una profondità diversa e non è solo un problema di giudizio è legato all'impossibilità di poter dire di no durante un "gioco" (session, incontro, chiamatela come vi pare). Se tu avessi questo in un rapporto costante con tuo marito con tutta probabilità sarebbe un rapporto abusivo oppure utopisticamente parlando, avete tutti e due un bottone con cui cambiate da modalità SM a modalità normale. C'è? Non credo. I veri rapporti 24/7 tradizionalmente parlando, durano un tempo limitato proprio per questa ragione a meno di non pagarne serie conseguenze mentali.
Non esistono legami che non mettono in pericolo.. etc etc. I legami hanno una sfera sentimentale e di trasporto. La perdita di controllo di questo legame sentimentale non è legata a regole ma al caso proprio perché di sentimenti si tratta. Ci sono ragioni perchè si ama qualcuno? In realtà, no. Puoi imparare a gestirli questo si, come gestisci l'adrenalina, le endorfine e via così. Per tutto il resto la scelta si riduce solo al vivo o non vivo. Se a qualcuno piace la frittata di cipolle, dura non mangiarla a meno che non ci siano problemi di salute. Sta di fatto che si può fare a meno della frittata di cipolle ma dei sentimenti no. Sono quelli che danno il sale della vita. Al resto ho già risposto: tenendo separate le due cose, così come desumo tu tenga separato il lavoro dalla vita sentimentale.
Perché l'amore puro è una cosa estrema fa andare le ruote a balzelli. Ogni pregio ha un suo punto di equilibrio. La poca capacità di amare ti rende freddo, vuoto, asettico. La troppa non ti fa ragionare. Se sei una persona che non risparmia, sarai sempre squattrinata, se risparmi troppo sei avara. Non devi ubriacarti con niente e manco rinunciare a niente. Credo che questa sia la vera sfida della vita, trovare i propri punti di equilibrio.
Perché è il quanto, non c'è altro. Perché il "troppo stroppia", perché "chi troppo vuole, nulla stringe" ed io voglio stringere. E per concludere, si, li ho avuti eccome. :)

Nessun commento:

Posta un commento

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)