venerdì 13 novembre 2015

E che vi fotte


 Introduzione: 
   «La vita cos’è, Francois?» «Non lo so. Ma a volte mi domando se non sia un palcoscenico dove ti buttano di prepotenza, e quando ti ci hanno buttato devi attraversarlo, e per attraversarlo ci sono tanti modi, quello dell’indiano, quello dell’americano, quello del vietcong…» «E quando l’hai attraversato?» «Quando l’hai attraversato, basta. Hai vissuto. Esci di scena e muori.» «E se muori subito?» «È lo stesso: il palcoscenico puoi attraversarlo più o meno alla svelta. Non conta il tempo che ci metti, conta il modo in cui lo attraversi. L’importante, quindi, è attraversarlo bene.» «E cosa significa attraversarlo bene?»
    «Significa non cadere nel buco del suggeritore. Significa battersi. Come un vietcong. Non lasciarsi sgozzare, non addormentarsi al sole, non paralizzarsi nella puntura, non chiacchierare e basta come fanno gli ipocriti e, tutto sommato, anche noi. Significa credere in qualcosa e battersi. Come un vietcong.» «E se sbagli?» «Pazienza. L’errore è sempre meglio del nulla.» (O. Fallaci)

5 gg fa ho perso il telefono e l'ho ricomprato. Oggi ho ritrovato il telefono. Che culo! A sto punto però mi auguro che non mi rispediscano a casa anche il tablet. Ah, me l'hanno rubato quando è morto papà. Una bella felicità e francamente mi è importato meno di un cazzo di andare a fare la denuncia. Spero proprio che gli sia piaciuto quello che c'era dentro, qualsiasi cosa ci fosse.

Oh Grande Spirito, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza di capirne la differenza. (Preghiera Cherokee)
Come diceva l'amico Shink, bisogna andare oltre e per quello il personale e non importa se usi o hai bastone e carota anche perché questa finisce troppo spesso nel culo di qualcuno. Sempre per l'etica della reciprocità, nel mio culo, ci infilo le carote che piacciono a me quando piacciono a me e se piacciono a me.

 Innamorarsi è raro, ma non difficile. La vera impresa è conservare quel sogno d’amore anche dopo la sua trasformazione in realtà. Perché se incontrarsi resta una magia, è non perdersi la vera favola. (M. Gramellini)
Vi è stato detto più volte che credo che la qualità delle persone sia nel loro gesti piuttosto di quello che dicono.  Non v'e nessuna relazione tra uno stronzo acculturato ed una brava persona ignorante. Questa dipende sempre e solo dall'empatia non dai titoli di studio o dal modo che uno ha di esprimersi, non me lo invento, è un dato di fatto. Raccontare cazzate costa niente, tenervi  fede si, parecchio.

  Se non hai niente dentro, non troverai mai niente fuori. È inutile andare a cercare nel mondo quel che non si riesce a trovare dentro di sé. (T. Terzani)   
Chiunque non cambi è per definizione un  ottuso. Cambiare è l'anima dell'evoluzione e del miglioramento. Non mi frega un cazzo cosa dite di me e di Darwin,  questo è, e questo rimane. Una parte del contributo su wiki di quel signore è mio e non c'è stato nessuno che l'abbia modificato perché non c'è niente da variare. Cambiare però rimane il fulcro fondamentale della vita che cambiare è prima di tutto apprendere. Qualcuno/a si limita a voler rinnovare l'arredamento di casa e visto che non ce la fa, chiede aiuto a qualcun altro promettendogli una festa, un'accoglienza nel nuovo arredamento e via così. Una volta finito il lavoro, si dimentica anche di come ti chiami. Non lo chiamo rinnovamento, la chiamo stronzaggine ma è sempre il mio personale modo di vedere è, voi non siete mica obbligati a condividere il mio pensiero. No, no. Però se avessi da fare qualche lavoretto siate così gentili da lasciare il vostro nominativo e nr di telefono, grazie.

   La rovina non sta nell’errore che commetti, ma nella scusa con cui cerchi di nasconderla. (M. Gramellini)
Vi ho anche detto e ridetto che la rete è pericolosa e pure talmente tanto che avete pensato tutti che fosse una minaccia diretta. È la rete che è tutto questo, indirettamente o direttamente che sia. La rete ha bucato me e lo rifarà che mi piaccia o no. L'unico modo per non farmi bucare è non esserci. Per voi è lo stesso. Più sei noto, più è facile ricevere un attacco o che la tua identità sia rivelata anche a singoli pezzi. Ogni tanto ricevo una bordata da un ip chiaramente fasullo, inevitabile. Non importa quando e come. Nessuno può dirlo, ma succederà.  È quello che è. Troppe teste, tutte alla caccia di curiosità, tutte con troppi mezzi perché si sia difendibili. È come in auto, prima o poi la freghi. Più km fai, più il rischio si alza.

   Le persone più belle che abbiamo conosciuto sono quelle che hanno conosciuto la sconfitta, la sofferenza, lo sforzo, la perdita e hanno trovato la loro via per uscire dal buio. Queste persone hanno una stima, una sensibilità, e una comprensione della vita che le riempie di compassione, gentilezza e un interesse di profondo amore. Le persone belle non capitano semplicemente; si sono formate. (F. Novà)
Dal mio punto di vista si sputtana da solo chi le puttanate le fa e per renderla fruibile al mondo, Forrest Gump usava dire: Stupido è, chi lo stupido fa. Se le fai a casina tua non ti vede nessuno, se le fai in rete ti vede il mondo poi ti lamenti che il mondo ti vede. Sempre per la mia personale opinione, due volte rincitrullito. Capita di sbagliare ma siamo tutti maggiorenni e vaccinati. Se vado a tirare due scoppi fisici o morali a tizia, non è lei che sbaglia, sono io. Se lei li mette in evidenza e beh, fa bene.

   E piangi quando hai voglia di piangere! Che tu sia uomo o donna, piccolo o cresciuto, noto o sconosciuto. Piangi con coraggio… a costo di essere chiamato fragile. Ridi con gusto… a costo di essere chiamato sciocco. Indignati con fervore! A costo di essere chiamato pazzo. Ama senza riserve. Ricorda che tutto l’amore che non dai e tieni per te, è amore senza senso. Rifiuta le cose che ti fanno soffrire ed esprimi sempre la tua opinione. Emozionati. A chi ti dice che non puoi vivere di sogni, rispondi che nessuno è mai morto perché sognava troppo. Rischia, qualunque sia lo scotto, perché niente ti costerebbe di più di una vita spesa a preservare l’immagine, l’apparenza, l’orgoglio. C’è solo un prezzo che non devi mai pagare. Quello che offende la tua dignità. Poi, stai pure sereno, perché quando sarai morto diranno di te soltanto cose belle. Diventerai un brav’uomo e basta, qualunque vita tu abbia vissuto. E allora non aspettare. Vivi ora e vivi come ti pare. (S. Santorelli)
I siti bdsm sono pochi in italia. Quelli free dove si concentrano tutti sono 4-5 tutti limitati. Per controllare se dentro gabbia, legami, appartenenza, o manette matte se esiste ancora, mastrodesade c'è e quanti nick similari si incontrano, ci vuole uno sputo, anche solo per curiosità. "Paolino" aveva scelto maestrodesade, un altro va in giro con masterdesade e ce ne saranno di sicuro altri simili. Così immagino che ce ne saranno pure per pensieri impuri, a schiava innamorata a schiava d'amore e così per tizia e caia. Se li cambiano i modi di parlare e di scrivere sono unici. Ho degli "amici" su fb che nick diversi ne hanno 4 o 5 ma appena aprono bocca ci si accorge tutti che fanno capo al medesimo stronzo/a. Anche il sistema dell'auto che si accorge di quando vi addormentate, funziona cosi.  L'unico modo è non scrivere e quindi non esserci.  Beh, non ne sentirò la mancanza nel caso. Ah, lo faccio a posta a fare i soliti errori e mantenere il mio stile. Qualcuno avesse dei dubbi in merito.

 Io penso che le persone non si dimenticano, non puoi dimenticare chi un giorno ti faceva sorridere, chi ti faceva battere il cuore, chi ti faceva versare anche qualche lacrima..Le persone non si dimenticano..Cambia il modo in cui noi le vediamo, cambia il posto che occupano nel cuore, il posto che occupano nella nostra vita! Ci sono persone che sono entrate nella mia vita in punta di piedi e ne sono uscite esattamente nello stesso modo... Ci sono persone che hanno creato un gran casino, che hanno sconvolto i miei piani, che hanno confuso le mie idee... Ci sono persone che nonostante tutto, sono ancora parte della mia vita..Io non dimentico nessuno. Non dimentico chi ha toccato con mano, almeno per una volta la mia vita. Perché se lo hanno fatto, significa che il destino ha voluto che mi scontrassi anche con loro prima di andare avanti. (L. Ligabue)
Gli algoritmi di google e parte del segreto da qualche miliardo di dollari. Ogni spider legge i contenuti di quello che pubblicate. La forma è un corollario. Ad alcuni basta indicare di cercare forme ricorrenti o parole specifiche. Questi sono venuti di moda dopo l'11/9.  Restringendo il campo al bdsm, siti e blog sono pochi. Sex blogs un po di più,  in lingua italiana pochi! Trovare chi pubblica con un altro nick è come trovare 40 preti vestiti di nero sul monte  Bianco. Riuscire a cambiare modo di fare, scrivere, presentarsi, agire e reagire è roba da spie, ci vogliono anni di allenamento. Pure questo è un dato di fatto.

  Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perchè la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e da più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi è la crisi dell’incompetenza. L’inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie d’uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perchè senza crisi tutti i venti sono lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla e tacere nella crisi è esaltare il conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutto con l’unica crisi pericolosa, che è la tragedia di non voler lottare per superarla. (A. Einstein)
Quando finisce una presunta amicizia dopo che ti ho imprestato il trapano, l'ombrello, la cassetta degli attrezzi e pure uno svitatore con tutto il set di punte e tu tronchi l'amicizia per non riportare il quanto, vengo a riprenderli. Così come da ragazzino quando imprestavo pallone e qualche soldatino e si scordavano di chi erano. Li riporti, poi quando ti riservono vieni a richiederli e ti verranno dati senza nessuna remora. Smetti di riportare e qui hai chiuso ma il resto lo riporti, eccome se lo riporti. Non fa una piega mi pare.

L'altro gg ho risposto a Carlotta in merito. Che mi fottano un segreto industriale fa parte del gioco, che mi fottano i sentimenti no. Quello per me è un limite invalicabile oltre il quale non si va per nessuna ragione. È un po come il vero ladro. Ti entra in casa, non te ne accorgi e ti fotte le cose, pure il tablet. Il furto con destrezza. Quello che non accetto è che entrino e ti massacrino di botte per prenderti anche poco ma magari qualche ricordo importante.  Ecco, per quelli li, poca pietà e di nuovo, non è questione di vendetta verso una in particolare è questione di giustizia in generale. Ribadisco, non esiste il reato di stronzaggine. Ad uno/a stronzo/a si può oggettivamente rispondere solo in modo stronzo o non lo fare affatto. Voi fate come vi pare, io pure.

 Capirai. Capirai che è necessario star soli per poter amare qualcuno senza averne bisogno. Capirai che è molto più importante la tua felicità e che non è possibile vivere le vite degli altri perché col tempo una scelta così folle la pagheresti cara. Capirai che è più facile scambiare affetto per amore, come se entrambe fossero simili, ma credimi, non lo sono. Capirai che si nasce e si vive comunque soli. Nessuno, con tutto l’amore che possa provare riuscirebbe a colmare i vuoti lasciati da qualcuno che probabilmente non si sarà mai nemmeno reso conto di come una mancanza possa marcare la vita ed il destino di qualcun altro. (A. Pappalardo)
Come si chiamano le "cose" che per interesse che io chiamo comodo, raccontano bugie, garantiscono altre cose che non sono in effetti disposte a mantenere? Ipocriti, egoisti, falsi, traditori, opportunisti? Alle volte lo sono tutto assieme, il che non cambia il fatto che pure una pantegana non riesca ad avere un bel nugolo di pantegani disposti a qualsiasi compromesso pur di montarla. Che non si offendano i topi o i roditori con e senza pelo, potrebbe pure essere una criceta, una cangura, quello che vi pare e piace sia al maschile che al femminile. Pure questo è un dato di fatto. Alle volte secondo coscienza e sufficiente  scrivere io ho sbagliato e pace fatta con se stessi ed il mondo. No signori, ci sono molti modi di sbagliare. Chi sbaglia per reazione a una ripetuta offesa non è di certo equiparabile a chi quella l'ha condotta e la persegue con coscienza, freddezza, insensibilità e violenza. Se l'errore nel caso fossi io e beh, di ERRORE, anzi di ORRORE chiunque te lo dia, lo dai a "te, a tua sorella, a tuo marito, moglie e figli o a chi cazzo ti pare" sopratutto se ho non ho fatto assolutamente nulla di che. Chi sbaglia paga. Punto.

   Molti vivono circondati dalle proprie balle, dalle bugie che continuiamo a raccontarci. Diventano come bolle di sapone che ci volteggiano intorno. Quando ci si fermano davanti agli occhi, falsano qualcosa, distorcono l’espressione. Ma noi viviamo facendo finta di niente, nella speranza che se ne vadano via da sole. Ci sono giorni però, che le bolle diventano di marmo e non si può più fingere. (F. Volo)
Vi ho anche detto che la mattina voglio alzarmi da letto e sentirmi pulito e non una carogna e nei limiti del possibile cerco di non essere MAI il primo ad iniziare una battaglia ma se attaccato pesantemente reagisco. Sfido voi. La reazione dipende molto dall'offesa. Credo che valga per tutti o siete talmente masochisti da aver perso anche la dignità pur di avere piacere. Oddio di gente con dignità qua pochi, parecchio pochissimi direi. E se non ce l'hanno che cazzo vogliono poi? Riguardo, attenzioni, rispetto,  con quale diritto? Fino a prova contraria è il dovere che crea il diritto non vice versa fatta eccezione di quelli inalienabili e imprescindibili. Se non rispetti l'altrui diritto, questo di per se, non esiste.

  Preferisco chi delude a chi illude; mentre il primo ti lascerà con un pugno di sabbia in mano, il secondo ti avrà fatto credere che era polvere d’oro.   Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre. (Pach Adams)
Per alcune "cose" non ho bei ricordi. Ho l' illusione di avere dei bei ricordi. Le porcate scoperte o rivelate, superano di gran lunga il bello a cui credevi. Lascia passare del tempo e vedrai che tutto si rivela per quel che è nonostante che alle volte si duri fatica a credere alla realtà scoperta. Nessuno e ribadisco nessuno può venirmi a chiedere di mantenere qualcosa che egli/ella stesso/a non vuole e non può mantenere. Anche in sto caso potere e volere, spesso sono la stessa cosa.

    Non aver mai paura di uno scontro. Anche quando i pianeti collidono, dal caos nasce una stella. (C. Chaplin)
Qualcuno seguita a dire magari che tutto questo è rabbia ma non è così. Rimango deluso, immensamente deluso dalle persone e non da una in particolare ma per tutti quelli che adottano questo genere di comportamenti verso il prossimo. Non me ne frega niente di avere un buon ricordo da conservare e far conservare verso tali persone. Non c'è niente da conservare perché un gesto, l'ultimo, in qualsiasi campo lo si applichi, rovina di brutto anche i miliardi fatti bene prima. Voi confondete spesso e volentieri la decisione alla rabbia e la vendetta alla giustizia, vi basta spesso fare qualche post incazzato su un social network placare l'anima senza fare un cazzo. A me no e posso finire. Ah, scrivo quel che mi sento e come mi sento. Magari c'è uno o una che invece di fare porcate ha voglia di fare gentilezze e di non smaialare tutto. Magari, tze.

1 commento:

  1. Ti devo dire un paio di cose, ma lo faccio sul mio blog, così ti evito la censura.
    Ciao adorato

    RispondiElimina

Non offendete, usate un nick riconoscibile o sarebe bannati. :)